GORGO

1010 – New Mural for Life Is Beautiful 2015

Ci spostiamo a Las Vegas, in occasione dell’apertura dei lavori per il Life is Beautiful Festival di quest’anno, il grande 1010 ha da poco terminato di dipingere questa grande parete con uno dei suoi iconici portali tridimensionali.

È l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro di uno degli artisti che, specialmente nell’ultimo periodo, sta sempre più raccogliendo consensi unanimi.

Non è semplice il confronto con le produzioni di 1010, inevitabilmente lo stimolo passa per un forte senso percettivo che, osservando le immagini proposte, appare piuttosto rimarcato. Uno degli aspetti certamente più interessanti, è il lavoro portato avanti all’interno di spazi e luoghi abbandonati, superfici ruvide, grezze, contaminate da agenti naturali, che divengono quindi stimolo e spunto per una evoluzione nella ricerca estatica dell’interprete. È infatti importante sottolineare come l’artista lavori proprio in funzione dello spazio a disposizione, aggrappandosi alla superfice, raccogliendo l’eredità cromatiche del luogo, ed andando infine ad elaborare le iconiche forme astratte.

Le figure proposte dall’autore si presentano come veri e propri squarci metafisici, tunnel percettivi, portali che, scanditi da livelli e tonalità differenti, vanno ad innescare sensazioni, percezioni e stati d’animo differenti. Il fascino dell’ignoto e della scoperta, che da sempre caratterizza l’essere umano, pare qui veicolato in funzione di una produzione legata all’oscuro, allo sconosciuto.

Al lavoro su questa grande ed irregolare superficie, nonostante le condizioni atmosferiche particolarmente difficili, con un caldo piuttosto intenso, 1010 va a sviluppare una nuova ed irregolare forma andando a dialogare profondamente con le particolarità dello spazio a disposizione. Sulle tre differenti strutture ecco quindi prendere forma uno dei suoi iconici portali, scandito questa volta da una nuova scala cromatica certamente più delicata ed in perfettamente armonia con il colore bianco della grande struttura.

In calce al nostro testo alcune immagini con i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti sul festival e sul lavoro dell’interprete Russo.

Pics via Street Art News

1010 – New Mural for Life Is Beautiful 2015

Ci spostiamo a Las Vegas, in occasione dell’apertura dei lavori per il Life is Beautiful Festival di quest’anno, il grande 1010 ha da poco terminato di dipingere questa grande parete con uno dei suoi iconici portali tridimensionali.

È l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro di uno degli artisti che, specialmente nell’ultimo periodo, sta sempre più raccogliendo consensi unanimi.

Non è semplice il confronto con le produzioni di 1010, inevitabilmente lo stimolo passa per un forte senso percettivo che, osservando le immagini proposte, appare piuttosto rimarcato. Uno degli aspetti certamente più interessanti, è il lavoro portato avanti all’interno di spazi e luoghi abbandonati, superfici ruvide, grezze, contaminate da agenti naturali, che divengono quindi stimolo e spunto per una evoluzione nella ricerca estatica dell’interprete. È infatti importante sottolineare come l’artista lavori proprio in funzione dello spazio a disposizione, aggrappandosi alla superfice, raccogliendo l’eredità cromatiche del luogo, ed andando infine ad elaborare le iconiche forme astratte.

Le figure proposte dall’autore si presentano come veri e propri squarci metafisici, tunnel percettivi, portali che, scanditi da livelli e tonalità differenti, vanno ad innescare sensazioni, percezioni e stati d’animo differenti. Il fascino dell’ignoto e della scoperta, che da sempre caratterizza l’essere umano, pare qui veicolato in funzione di una produzione legata all’oscuro, allo sconosciuto.

Al lavoro su questa grande ed irregolare superficie, nonostante le condizioni atmosferiche particolarmente difficili, con un caldo piuttosto intenso, 1010 va a sviluppare una nuova ed irregolare forma andando a dialogare profondamente con le particolarità dello spazio a disposizione. Sulle tre differenti strutture ecco quindi prendere forma uno dei suoi iconici portali, scandito questa volta da una nuova scala cromatica certamente più delicata ed in perfettamente armonia con il colore bianco della grande struttura.

In calce al nostro testo alcune immagini con i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti sul festival e sul lavoro dell’interprete Russo.

Pics via Street Art News