GORGO

Johannes Mundinger – A New Murals

Nuovo aggiornamento per Johannes Mundinger, l’autore ci mostra queste due nuove pitture realizzate in combo con Elias Errerd e Mafia/Tabak in Germania.
Il fascino della pittura di Johannes Mundinger sta tutto nella particolare e profonda vena emotiva che la stessa riesce a trasmettere e sviluppare. L’idea dell’interprete è quella di portare avanti un processo pittorico di connessione con i propri aspetti più reconditi e personali. Lavorando quindi attraverso un approccio astratto, scandito da forme irregolari, ‘sporche’ e ‘crude’, l’interprete getta le basi per una pittura introspettiva. L’autore dà forma e sostanza a emozioni, stati d’animo, pensieri e influenze personali. Come immagini appannate, perdute, difficili da decifrare, queste emergono nello spazio lasciandosi un senso di vago, di coscienza e subconscio, offrendo allo spettatore una forte possibilità di immedesimazione e di viaggio interiore.
Il primo intervento, realizzato in compagnia di Elias Errerd, è stato dipinto in occasione dei lavori per l’Illu16 Festival di Colonia. Il secondo lavoro, dipinti con Mafia/Tabak, prende vita sulla parete del “Kunsträume der Michael Hornbach Stiftung” in quel di Berlino.
Dopo il salto alcune fasi del making of di questi due nuovi interventi e le immagini dei risultati finali, in attesa di nuovi aggiornamenti dagli autori coinvolti, dateci un occhiata.

Thanks to The Artist for The Pics

Johannes Mundinger – A New Murals

Nuovo aggiornamento per Johannes Mundinger, l’autore ci mostra queste due nuove pitture realizzate in combo con Elias Errerd e Mafia/Tabak in Germania.
Il fascino della pittura di Johannes Mundinger sta tutto nella particolare e profonda vena emotiva che la stessa riesce a trasmettere e sviluppare. L’idea dell’interprete è quella di portare avanti un processo pittorico di connessione con i propri aspetti più reconditi e personali. Lavorando quindi attraverso un approccio astratto, scandito da forme irregolari, ‘sporche’ e ‘crude’, l’interprete getta le basi per una pittura introspettiva. L’autore dà forma e sostanza a emozioni, stati d’animo, pensieri e influenze personali. Come immagini appannate, perdute, difficili da decifrare, queste emergono nello spazio lasciandosi un senso di vago, di coscienza e subconscio, offrendo allo spettatore una forte possibilità di immedesimazione e di viaggio interiore.
Il primo intervento, realizzato in compagnia di Elias Errerd, è stato dipinto in occasione dei lavori per l’Illu16 Festival di Colonia. Il secondo lavoro, dipinti con Mafia/Tabak, prende vita sulla parete del “Kunsträume der Michael Hornbach Stiftung” in quel di Berlino.
Dopo il salto alcune fasi del making of di questi due nuovi interventi e le immagini dei risultati finali, in attesa di nuovi aggiornamenti dagli autori coinvolti, dateci un occhiata.

Thanks to The Artist for The Pics