GORGO

Domenico Romeo – “Disfluenze Letterali” Exhibition (Recap)

Nuovo progetto firmato Domenico Romeo, l’artista italiano a inizio del mese è stato ospite del Ladodo Design di Milano, dove ha presentato una bella serie di nuovi lavori.

Raccolte sotto il nome di “Disfluenze Letterali”, questa nuova serie di lavori vede Domenico Romeo continuare a portare avanti la personale ricerca estetica e tematica. L’artista continua ad essere legato all’idea di un alfabeto visivo in grado di ereditare sensazioni e stati d’animo differenti. Al tempo stesso le ultime sperimentazioni stanno portando l’interprete ad interpretare la forma delle sue lettere in modo meno canonico. Uno stimolo maggiormente viscerale ed istintivo che giunge qui sotto forma di nuova ed interessante indagine.

Domenico Romeo riflette sulla disfluenza verbale, comunemente nota come balbuzie, traducendone il senso in segno. Le disfluenze letterali dell’autore sono quindi segni e lettere deformi, incomplete e contorte. Il gesto che genera il segno si ripete, prolungandosi nello spazio, inceppandosi e spezzando la linearità del tratto, mutando l’aspetto e generando un senso del tutto inaspettato. Non più parte di un concetto, ma singola stesura di un messaggio o di un idea.

L’artista presenta un approccio disarmonico, andando controcorrente, sviluppando un idea non più legata a ciò che viene detto, quanto piuttosto vicina alle pause, alle ripetizioni ed alle difficoltà di esprimersi. Tutti spunti e riflessioni quanto mai attuali.

Thanks to The Artist for The Pics

Domenico Romeo – “Disfluenze Letterali” Exhibition (Recap)

Nuovo progetto firmato Domenico Romeo, l’artista italiano a inizio del mese è stato ospite del Ladodo Design di Milano, dove ha presentato una bella serie di nuovi lavori.

Raccolte sotto il nome di “Disfluenze Letterali”, questa nuova serie di lavori vede Domenico Romeo continuare a portare avanti la personale ricerca estetica e tematica. L’artista continua ad essere legato all’idea di un alfabeto visivo in grado di ereditare sensazioni e stati d’animo differenti. Al tempo stesso le ultime sperimentazioni stanno portando l’interprete ad interpretare la forma delle sue lettere in modo meno canonico. Uno stimolo maggiormente viscerale ed istintivo che giunge qui sotto forma di nuova ed interessante indagine.

Domenico Romeo riflette sulla disfluenza verbale, comunemente nota come balbuzie, traducendone il senso in segno. Le disfluenze letterali dell’autore sono quindi segni e lettere deformi, incomplete e contorte. Il gesto che genera il segno si ripete, prolungandosi nello spazio, inceppandosi e spezzando la linearità del tratto, mutando l’aspetto e generando un senso del tutto inaspettato. Non più parte di un concetto, ma singola stesura di un messaggio o di un idea.

L’artista presenta un approccio disarmonico, andando controcorrente, sviluppando un idea non più legata a ciò che viene detto, quanto piuttosto vicina alle pause, alle ripetizioni ed alle difficoltà di esprimersi. Tutti spunti e riflessioni quanto mai attuali.

Thanks to The Artist for The Pics