GORGO

Spogo – New Mural in Barcelona, Spain

In un panorama invaso da pretenziosi artisti che tentano la scalata alla fama e la notorietà rivolgendo il loro sguardo verso il filone astratto che sta sempre più prendendo piede, c’è anche chi come Spogo nel corso di una evoluzione pensata e tangibile è arrivato ad abbracciare questo particolare stimolo visivo attraverso un tratto molto personale. Partendo da rappresentazioni naturali con un deciso arrotondamento delle forme, una sistematica cancellazione di outline, l’artista arriva a lasciare spazio unicamente alla danza del colore elaborando il suo stile e ponendo sempre al centro le palette scelte ma tornando ad incanalarne la direzione attraverso forme più rigide unite ad un approccio più istintivo che risulta facilmente visibile nelle sue produzioni. Il risultato finale sono lavoro concatenati nella loro dimensione interna, con forme diverse che si rincorrono sullo spazio, l’istintività invece le rende vive ed irregolari con interessanti spruzzate cromatiche e giochi dimensionali tutti da scoprire al loro interno.

Spogo recentemente si è diretto all’interno di questa vecchia fabbrica di porcellana abbandonata a se stesse, si una delle (poche) pareti rimaste in piedi, l’interprete ha avuto modo di lavorare ad un nuovo interessante pezzo, nel lavoro emerge tutto il particolare approccio astratto dell’artista, ritroviamo quindi la sua esigenza di dipingere attraverso forme e colori diversi, dove l’armonia, l’ordine e il movimento sono la base per rappresentare una personale visione di ritrarre la natura ed il paesaggio urbano il tutto miscelato attraverso un utilizzo di interessanti texture e diversi accorgimenti visivi che legano forme differenti tra loro.
Un bel calderone con produzioni atipiche che vi invitiamo ad osservare nel dettaglio attraverso la selezione di scatti che trovate in galleria, dateci un occhiate e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul lavoro di Spogo.

Thanks to The Artist for The Pics

Spogo – New Mural in Barcelona, Spain

In un panorama invaso da pretenziosi artisti che tentano la scalata alla fama e la notorietà rivolgendo il loro sguardo verso il filone astratto che sta sempre più prendendo piede, c’è anche chi come Spogo nel corso di una evoluzione pensata e tangibile è arrivato ad abbracciare questo particolare stimolo visivo attraverso un tratto molto personale. Partendo da rappresentazioni naturali con un deciso arrotondamento delle forme, una sistematica cancellazione di outline, l’artista arriva a lasciare spazio unicamente alla danza del colore elaborando il suo stile e ponendo sempre al centro le palette scelte ma tornando ad incanalarne la direzione attraverso forme più rigide unite ad un approccio più istintivo che risulta facilmente visibile nelle sue produzioni. Il risultato finale sono lavoro concatenati nella loro dimensione interna, con forme diverse che si rincorrono sullo spazio, l’istintività invece le rende vive ed irregolari con interessanti spruzzate cromatiche e giochi dimensionali tutti da scoprire al loro interno.

Spogo recentemente si è diretto all’interno di questa vecchia fabbrica di porcellana abbandonata a se stesse, si una delle (poche) pareti rimaste in piedi, l’interprete ha avuto modo di lavorare ad un nuovo interessante pezzo, nel lavoro emerge tutto il particolare approccio astratto dell’artista, ritroviamo quindi la sua esigenza di dipingere attraverso forme e colori diversi, dove l’armonia, l’ordine e il movimento sono la base per rappresentare una personale visione di ritrarre la natura ed il paesaggio urbano il tutto miscelato attraverso un utilizzo di interessanti texture e diversi accorgimenti visivi che legano forme differenti tra loro.
Un bel calderone con produzioni atipiche che vi invitiamo ad osservare nel dettaglio attraverso la selezione di scatti che trovate in galleria, dateci un occhiate e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul lavoro di Spogo.

Thanks to The Artist for The Pics