GORGO

SeaCreative – New Mural in an Abandoned Factory

Dopo la splendida Sogni di Grigio aperta lo scorso mese all’interno degli spazi della Ego Gallery, il nostro SeaCreative torno al lavoro impegnandosi in questo nuovo intervento da poco terminato all’interno dei consueti spazi di una vecchia fabbrica abbandonata.

Torniamo quindi con piacere ad immergerci all’interno dell’immaginario del grande artista italiano, la lettura dei lavori di SeaCreative va a scardinare porte ed angoli reconditi costringendoci ad un confronto con il nostro io interiore, uno scavare quindi all’interno di emozioni, sensazioni e ricordi che rappresentano tutto il nostro bagaglio di vita e che attraverso le opere dell’artista vengono stimolate e rivissute da chi si trova ad osservarle. È proprio questa la magia delle produzione dell’interprete, la capacità di veicolare sensazioni e stati d’animo sopiti attraverso una riflessione sugli spaccati di vita in una sospensione che abbraccia il reale e l’irreale, la vita con le sue fatiche e difficoltà con i sogni, le speranze, le ambizioni ed i desideri, un impasto divergente e differente che si trasforma in una sorta di esperienza e che vediamo attraverso i corpi e le silhouette dei caratteristici personaggi dell’artista. Sono loro protagonisti delle opere di SeaCreative, la vera e propria connessione con i sentimenti, le situazioni e gli stati d’animo dell’uomo, li vediamo calati all’interno della quotidianità oppure sospesi un limbo onirico e calati all’interno di situazioni surreali, volti si fanno irregolari, gli sguardi oscillano tra il fugace, il malinconico, serio, triste, l’accigliato e pensieroso, una forte espressività atta ad alimentare tutto lo spettro emozionale e con esso i temi legati a queste figure. I characters tipici dell’immaginario dell’interprete ci accompagnano così in un vero e proprio percorso rievocativo, le schegge di vita rimpastano i nostri ricordi e le nostre storie, l’appannato ridiviene nitido facendoci rivivere sensazioni e stati d’animo tra momenti di felicità, solitudine, malinconia e gioia, un risvegliare ed approfondire le nostre vicende personali che come sempre ci lascia fermi, imbranati ad osservare ed a pensare.

Per questa sua ultima fatica SeaCreative va nuovamente ad addentrarsi all’interno di una vecchia fabbrica abbandonata, l’artista realizza una pittura carica di elementi, dettagli e spunti differenti, due volti fanno capolino sulla parete, li vediamo letteralmente attraversati da una serie di elementi organici tra sguardi di preoccupazione e pupille allucinate in una nuova immersione sospesa tra reale ed irreale.

In attesa di scoprire i prossimi spostamenti, vi lasciamo ad una bella serie di scatti che documentano tutto lo splendido risultato finale di quest’ultima fatica dell’interprete, dateci un occhiata siamo certi infatti che non mancherete di apprezzare il particolare tratto così come la particolare vena tematica del lavoro.

Thanks to The Artist for The Pics

SeaCreative – New Mural in an Abandoned Factory

Dopo la splendida Sogni di Grigio aperta lo scorso mese all’interno degli spazi della Ego Gallery, il nostro SeaCreative torno al lavoro impegnandosi in questo nuovo intervento da poco terminato all’interno dei consueti spazi di una vecchia fabbrica abbandonata.

Torniamo quindi con piacere ad immergerci all’interno dell’immaginario del grande artista italiano, la lettura dei lavori di SeaCreative va a scardinare porte ed angoli reconditi costringendoci ad un confronto con il nostro io interiore, uno scavare quindi all’interno di emozioni, sensazioni e ricordi che rappresentano tutto il nostro bagaglio di vita e che attraverso le opere dell’artista vengono stimolate e rivissute da chi si trova ad osservarle. È proprio questa la magia delle produzione dell’interprete, la capacità di veicolare sensazioni e stati d’animo sopiti attraverso una riflessione sugli spaccati di vita in una sospensione che abbraccia il reale e l’irreale, la vita con le sue fatiche e difficoltà con i sogni, le speranze, le ambizioni ed i desideri, un impasto divergente e differente che si trasforma in una sorta di esperienza e che vediamo attraverso i corpi e le silhouette dei caratteristici personaggi dell’artista. Sono loro protagonisti delle opere di SeaCreative, la vera e propria connessione con i sentimenti, le situazioni e gli stati d’animo dell’uomo, li vediamo calati all’interno della quotidianità oppure sospesi un limbo onirico e calati all’interno di situazioni surreali, volti si fanno irregolari, gli sguardi oscillano tra il fugace, il malinconico, serio, triste, l’accigliato e pensieroso, una forte espressività atta ad alimentare tutto lo spettro emozionale e con esso i temi legati a queste figure. I characters tipici dell’immaginario dell’interprete ci accompagnano così in un vero e proprio percorso rievocativo, le schegge di vita rimpastano i nostri ricordi e le nostre storie, l’appannato ridiviene nitido facendoci rivivere sensazioni e stati d’animo tra momenti di felicità, solitudine, malinconia e gioia, un risvegliare ed approfondire le nostre vicende personali che come sempre ci lascia fermi, imbranati ad osservare ed a pensare.

Per questa sua ultima fatica SeaCreative va nuovamente ad addentrarsi all’interno di una vecchia fabbrica abbandonata, l’artista realizza una pittura carica di elementi, dettagli e spunti differenti, due volti fanno capolino sulla parete, li vediamo letteralmente attraversati da una serie di elementi organici tra sguardi di preoccupazione e pupille allucinate in una nuova immersione sospesa tra reale ed irreale.

In attesa di scoprire i prossimi spostamenti, vi lasciamo ad una bella serie di scatti che documentano tutto lo splendido risultato finale di quest’ultima fatica dell’interprete, dateci un occhiata siamo certi infatti che non mancherete di apprezzare il particolare tratto così come la particolare vena tematica del lavoro.

Thanks to The Artist for The Pics