GORGO

Rero – “I Htae Garfifti” New Mural in Los Angeles

Rero, in occasione dell’apertura della sua prossima esibizione dal titolo “Image Not Available” presso la Fabien Castanier Gallery di Los Angeles, è sceso giù in città per lavorare su di uno nuovo muro.
Lo Street Artist francese è capostipite du una nuova forma d’arte legata al lettering dal nome “Image Negation“, installazioni site-specific e lavori su muri tutti incentrati su parole e frasi barrate come a volerne annullare il significato censurandone la forza e l’aspetto visivo.
Utilizzando il comunissmo font Verdana, per rendere il più accessibili le sue opere, il francese pone le sue riflessioni sulla frenesia della vita moderna dove troppo spesso le parole hanno perso di significato e di valore, ironico e sagace utilizza questi strumenti attraverso una scelta di parole diverse in base alla colocazione dell’installazione e al contesto. Il suo lavori sono sintentici e senza fronzoli propria come la sua visione dell’arte identificata con l’acronimo WYSIWYG ovvero What You See Is What You Get.
Per questa nuova opera ripropone uno dei suo classici “I Htae Garfifti” sul muro esterno di una abitazione, nella gallery in making of ed il risultato finale.

Pics by: Guillaume Zuili & Fabien Castanier Gallery

Rero – “I Htae Garfifti” New Mural in Los Angeles

Rero, in occasione dell’apertura della sua prossima esibizione dal titolo “Image Not Available” presso la Fabien Castanier Gallery di Los Angeles, è sceso giù in città per lavorare su di uno nuovo muro.
Lo Street Artist francese è capostipite du una nuova forma d’arte legata al lettering dal nome “Image Negation“, installazioni site-specific e lavori su muri tutti incentrati su parole e frasi barrate come a volerne annullare il significato censurandone la forza e l’aspetto visivo.
Utilizzando il comunissmo font Verdana, per rendere il più accessibili le sue opere, il francese pone le sue riflessioni sulla frenesia della vita moderna dove troppo spesso le parole hanno perso di significato e di valore, ironico e sagace utilizza questi strumenti attraverso una scelta di parole diverse in base alla colocazione dell’installazione e al contesto. Il suo lavori sono sintentici e senza fronzoli propria come la sua visione dell’arte identificata con l’acronimo WYSIWYG ovvero What You See Is What You Get.
Per questa nuova opera ripropone uno dei suo classici “I Htae Garfifti” sul muro esterno di una abitazione, nella gallery in making of ed il risultato finale.

Pics by: Guillaume Zuili & Fabien Castanier Gallery