fbpx
GORGO

La serie di murales di Zosen e Mina Hamada a Corbeil-Essonnes in Francia

Zosen e Mina Hamada sono stati invitata dal Wall Street Art Festival 2018 a realizzare una serie di murales a Corbeil-Essonnes, nella periferia sud di Parigi. Il progetto curato da Gautier Jourdain di LE MUR, 100 Walls of Youth e Galerie Mathgoth, ha visto il duo dipingere cinque differenti interventi sugli spazi esterni dell’istituto Paul Langevin.

Gli artisti sottolineano come progetti come questo, dove il lavoro prende vita all’interno di luoghi difficili e dove spesso persistono tensioni tra culture differenti, possano incoraggiare l’unione, l’equilibrio e la pace all’interno di comunità caratterizzate da diverse etnie. La Francia come diversi paesi in tutto il mondo sta infatti attraversando un momento delicato con l’aumento dei flussi migratori, dei sentimenti di destra e degli atteggiamenti xenofobi verso popolazioni che differiscono dalla cultura dominante.

Per il progetto Zosen e Mina Hamada hanno presentato “Spring Color” una serie di interventi pensati per celebrare l’arrivo della primavera attraverso fiori, piante e forme astratte che favoriscono l’immaginazione.

Photo Credit: Galerie Mathgoth
Video: Thomas Granovsky

La serie di murales di Zosen e Mina Hamada a Corbeil-Essonnes in Francia

Zosen e Mina Hamada sono stati invitata dal Wall Street Art Festival 2018 a realizzare una serie di murales a Corbeil-Essonnes, nella periferia sud di Parigi. Il progetto curato da Gautier Jourdain di LE MUR, 100 Walls of Youth e Galerie Mathgoth, ha visto il duo dipingere cinque differenti interventi sugli spazi esterni dell’istituto Paul Langevin.

Gli artisti sottolineano come progetti come questo, dove il lavoro prende vita all’interno di luoghi difficili e dove spesso persistono tensioni tra culture differenti, possano incoraggiare l’unione, l’equilibrio e la pace all’interno di comunità caratterizzate da diverse etnie. La Francia come diversi paesi in tutto il mondo sta infatti attraversando un momento delicato con l’aumento dei flussi migratori, dei sentimenti di destra e degli atteggiamenti xenofobi verso popolazioni che differiscono dalla cultura dominante.

Per il progetto Zosen e Mina Hamada hanno presentato “Spring Color” una serie di interventi pensati per celebrare l’arrivo della primavera attraverso fiori, piante e forme astratte che favoriscono l’immaginazione.

Photo Credit: Galerie Mathgoth
Video: Thomas Granovsky