GORGO

ZED1 – “Search Inside” New Mural in Deva, Romania

Nuova tappa per ZED1 che prosegue il suo continuo vagare in giro per l’Europa, il grande artista si trova a Deva in Romania dove ha da poco terminato una nuova parete dal titolo “Search Inside”.
Nelle sue opere ZED1 spesso lancia messaggi, alcune volte nascosti altre facilmente fruibili, l’artista riesce attraverso i suoi lavori a scavare all’interno delle varie sfaccettature dell’animo umano, in tutto lo spettro emotivo denunciandone le brutture attraverso i suoi personaggi, i lavoro appaiono così senza filtro, unicamente ed esattamente per quello che sembrano, come un forte schiaffo alla morale ed al perbenismo di cui lo stesso interprete prende le distanze.
Conosciamo bene quindi l’abilità di ZED1 di riuscire attraverso forti similitudini visive a trattare degli argomenti più introspettivi e dal forte valore emotivo, in questa nuova incarnazione l’interprete si interroga e ci dà l’opportunità di riflettere sulla vera natura delle persone. I due personaggi infatti tentano di smascherare il volto dell’altro, uomo e donna alle prese con le maschere che coprono la verà personalità del proprio patner in una ricerca all’interno del volto dello stesso, le stesse maschere vengono rappresentate come dei petali che e nascondo al loro interno vari e differenti livelli tutti pronti ad essere tolti e rivelati, finchè in fondo agli stessi verrà resa nota la vera natura della persona, colpiti ed affondati.

ZED1 – “Search Inside” New Mural in Deva, Romania

Nuova tappa per ZED1 che prosegue il suo continuo vagare in giro per l’Europa, il grande artista si trova a Deva in Romania dove ha da poco terminato una nuova parete dal titolo “Search Inside”.
Nelle sue opere ZED1 spesso lancia messaggi, alcune volte nascosti altre facilmente fruibili, l’artista riesce attraverso i suoi lavori a scavare all’interno delle varie sfaccettature dell’animo umano, in tutto lo spettro emotivo denunciandone le brutture attraverso i suoi personaggi, i lavoro appaiono così senza filtro, unicamente ed esattamente per quello che sembrano, come un forte schiaffo alla morale ed al perbenismo di cui lo stesso interprete prende le distanze.
Conosciamo bene quindi l’abilità di ZED1 di riuscire attraverso forti similitudini visive a trattare degli argomenti più introspettivi e dal forte valore emotivo, in questa nuova incarnazione l’interprete si interroga e ci dà l’opportunità di riflettere sulla vera natura delle persone. I due personaggi infatti tentano di smascherare il volto dell’altro, uomo e donna alle prese con le maschere che coprono la verà personalità del proprio patner in una ricerca all’interno del volto dello stesso, le stesse maschere vengono rappresentate come dei petali che e nascondo al loro interno vari e differenti livelli tutti pronti ad essere tolti e rivelati, finchè in fondo agli stessi verrà resa nota la vera natura della persona, colpiti ed affondati.