GORGO

ZED1 – New Mural in Ponticelli, Naples

Ci spostiamo a Ponticelli, quartiere di Napoli, nei giorni scorsi qui Zed1 ha terminato di realizzare questa nuova ed intensa pittura portando ancora una volta in dote nuove ed intense riflessioni, supportate dal consueto impianto estetico.
Sviluppato da Inward il progetto sta accogliendo alcuni nomi di spessore della nostra scena all’interno degli spazi del quartiere napoletano per una trasformazione attiva dell’ambiente urbano. Tra i grandi nomi quello di Zed1 che irrompe all’interno della zona con una nuova, potente ed altamente riflessiva opera.
L’abbiamo visto confrontarsi con spazi, situazioni ed ambienti differenti, attraverso uno stimolo pittorico influenzato inevitabilmente dagli aspetti e dalle peculiarità dei luoghi. Costantemente proiettato in una personale pittura capace di scuotere, svegliare dal torpore, affrontare argomenti disparati, mai banale nelle scelte tematiche e nelle conseguenti analogie sviluppate dalla stesse. In questo senso uno degli aspetti più interessanti delle produzioni dell’artista, sta tutto nella volontà dello stesso di affrontare temi, situazioni ed argomenti rilevanti, attraverso una narrazione pittorica altamente coinvolgente. Non si rimane mai indifferenti.
L’idea dell’autore è quella di confrontarsi con le differenti sfaccettature della società moderna, andando ad approfondire la quotidianità dell’essere umano, le sue fragilità, le sue debolezze e le differenti sfaccettature del lato più emotivo, ponendo, attraverso potenti analogie, dubbi e sottolineando un determinato spunto. Le opere in questo modo divengono personali, raccontano una determinata situazione e lo fanno attraverso una sensibilità smodata, una delicatezza nel tratto e nella narrazione, affronta temi scomodi, legati ad accadimenti sociali, politici ed economici. Senza alcuna censura o filtro, l’artista esercita nello spazio urbano tutta la sua carica riflessiva servendosi dei suoi ormai iconici personaggi.
Dal titolo “A pazziella ‘n man’ ‘e criature”, quest’ultima opera vede Zed1 riflettere su come i giochi tecnologici abbiamo di fatto cancellato completamente quelli antichi, spazzati completamente via dalla novità. Approfondendo e leggendo l’opera, da un punto di vista maggiormente diretto ed incisivo, l’intervento può anche essere letto come personale riflessione su come, le grandi industrie abbiano schiacciato completamente l’artigianato, in un paese come il nostro, particolarmente sensibile al problema.
Ad accompagnare il nostro testo alcuni scatti dove riviviamo assieme le fasi di realizzazione dell’opera ed il bel risultato finale, mettetevi comodi e dateci un occhiata, siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Thanks to INWARD for The Pics
Pics by Salvatore Pope Velotti

ZED1 – New Mural in Ponticelli, Naples

Ci spostiamo a Ponticelli, quartiere di Napoli, nei giorni scorsi qui Zed1 ha terminato di realizzare questa nuova ed intensa pittura portando ancora una volta in dote nuove ed intense riflessioni, supportate dal consueto impianto estetico.
Sviluppato da Inward il progetto sta accogliendo alcuni nomi di spessore della nostra scena all’interno degli spazi del quartiere napoletano per una trasformazione attiva dell’ambiente urbano. Tra i grandi nomi quello di Zed1 che irrompe all’interno della zona con una nuova, potente ed altamente riflessiva opera.
L’abbiamo visto confrontarsi con spazi, situazioni ed ambienti differenti, attraverso uno stimolo pittorico influenzato inevitabilmente dagli aspetti e dalle peculiarità dei luoghi. Costantemente proiettato in una personale pittura capace di scuotere, svegliare dal torpore, affrontare argomenti disparati, mai banale nelle scelte tematiche e nelle conseguenti analogie sviluppate dalla stesse. In questo senso uno degli aspetti più interessanti delle produzioni dell’artista, sta tutto nella volontà dello stesso di affrontare temi, situazioni ed argomenti rilevanti, attraverso una narrazione pittorica altamente coinvolgente. Non si rimane mai indifferenti.
L’idea dell’autore è quella di confrontarsi con le differenti sfaccettature della società moderna, andando ad approfondire la quotidianità dell’essere umano, le sue fragilità, le sue debolezze e le differenti sfaccettature del lato più emotivo, ponendo, attraverso potenti analogie, dubbi e sottolineando un determinato spunto. Le opere in questo modo divengono personali, raccontano una determinata situazione e lo fanno attraverso una sensibilità smodata, una delicatezza nel tratto e nella narrazione, affronta temi scomodi, legati ad accadimenti sociali, politici ed economici. Senza alcuna censura o filtro, l’artista esercita nello spazio urbano tutta la sua carica riflessiva servendosi dei suoi ormai iconici personaggi.
Dal titolo “A pazziella ‘n man’ ‘e criature”, quest’ultima opera vede Zed1 riflettere su come i giochi tecnologici abbiamo di fatto cancellato completamente quelli antichi, spazzati completamente via dalla novità. Approfondendo e leggendo l’opera, da un punto di vista maggiormente diretto ed incisivo, l’intervento può anche essere letto come personale riflessione su come, le grandi industrie abbiano schiacciato completamente l’artigianato, in un paese come il nostro, particolarmente sensibile al problema.
Ad accompagnare il nostro testo alcuni scatti dove riviviamo assieme le fasi di realizzazione dell’opera ed il bel risultato finale, mettetevi comodi e dateci un occhiata, siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Thanks to INWARD for The Pics
Pics by Salvatore Pope Velotti