fbpx
GORGO

ZED1 – New Mural for La Galleria del Sale in Cagliari

Ci spostiamo a Cagliari in Sardegna, qui tra gli ospiti partecipanti al bel progetto La Galleria del Sale ritroviamo il nostro Zed1 che ha da poco terminato di dipingere la grande parete di questo sottopassaggio cittadino.
Realizzata dall’associazione Urban Center Cagliari nell’ambito del progetto “Iniziative di creatività urbana – Inter20”, La Galleria del Sale prosegue il suo percorso andando ad affidare sette nuove pareti ad altrettanti artisti, si tratta dei portanti del ponte Vittorio e del cavalcavia che conducono allo stadio Sant’Elia nel contesto della pista ciclabile che porta al parco di Molentargius.
Dal titolo “Humans on Sale”, l’opera rappresenta l’ennesimo intervento in cui Zed1 va a toccare temi e situazioni di un certo spessore riflessivo andando a convogliare attraverso il proprio ed iconico stile elementi fantastici e prese di posizione dirette ed inappellabili.
Ci siamo spesso soffermati sulla capacità del grande artista Italiano di riuscire a sviluppare per mezzo di un approccio personale, quelli che sono risvolti e tematiche moderne, in tal senso le produzioni dell’interprete riescono a penetrare l’immaginario dello spettatore andando a stuzzicarne le corde più sensibili. La capacità dell’autore di imbastire questo dialogo risiede tutta nella portata delle riflessioni sviluppate, mai un tema vacuo ma piuttosto e sempre, argomenti rilevanti e capaci di porre domande e dubbi sulla società, sul particolare momento sociale ed economico, finendo infine per tracciare uno spaccato sfaccettato dell’uomo moderno.
Sebbene i temi affrontati quindi di fatto vanno ad alimentare un forte carattere riflessivo, la pittura ne sostiene lo sviluppo andando ad impattare con chi osserva per mezzo di un apparato cromatico delicato ma sopratutto attraverso gli iconici personaggi. In tal senso i soggetti raffigurati da Zed1 rappresentano l’uomo attraverso un sapore fortemente fiabesco, un immaginario personale ed attivamente propenso a farci sentire a nostro agio ma al contempo, capace di rimarcare situazioni e tematiche forti, spesso impegnate e che grazie ad un volano visivo chiaro ed efficace, riescono a coinvolgere attivamente lo spettatore.
Quest’ultimo lavoro realizzato all’interno del progetto Cagliaritano non è da meno, qui l’artista indaga sulla difficile situazione dell’uomo in un momento storico, culturale e sopratutto economico in cui lo stesso è disposto a scendere a patti, in cui la dignità viene fortemente svalutata attraverso compromessi spesso ingiusti ma che ci portano inevitabilmente a sopravvivere. La simbologia adottata è quella di una cassetta della frutta e di una vera e propria svendita, l’uomo venduto a se stesso che in un forte momento di difficoltà è costretto suo malgrado ad accettare situazioni che mai prima d’ora avrebbe accettato. Si tratta di una linea sottile che vuole ancora una volta ribadire la forte situazione di difficoltà che stiamo attraversando in questi anni ma che al tempo stesso funziona da monito, apre gli occhi sulla realtà dei fatti, mettendo l’accento sulle situazioni indecenti che tanto stanno influenzando il nostro quotidiano.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella e ricca e serie di scatti con le immagini del risultato finale e dei dettagli dell’opera, è tutto dopo il salto, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti dal progetto.

Thanks to The Artist for The Pics

ZED1 – New Mural for La Galleria del Sale in Cagliari

Ci spostiamo a Cagliari in Sardegna, qui tra gli ospiti partecipanti al bel progetto La Galleria del Sale ritroviamo il nostro Zed1 che ha da poco terminato di dipingere la grande parete di questo sottopassaggio cittadino.
Realizzata dall’associazione Urban Center Cagliari nell’ambito del progetto “Iniziative di creatività urbana – Inter20”, La Galleria del Sale prosegue il suo percorso andando ad affidare sette nuove pareti ad altrettanti artisti, si tratta dei portanti del ponte Vittorio e del cavalcavia che conducono allo stadio Sant’Elia nel contesto della pista ciclabile che porta al parco di Molentargius.
Dal titolo “Humans on Sale”, l’opera rappresenta l’ennesimo intervento in cui Zed1 va a toccare temi e situazioni di un certo spessore riflessivo andando a convogliare attraverso il proprio ed iconico stile elementi fantastici e prese di posizione dirette ed inappellabili.
Ci siamo spesso soffermati sulla capacità del grande artista Italiano di riuscire a sviluppare per mezzo di un approccio personale, quelli che sono risvolti e tematiche moderne, in tal senso le produzioni dell’interprete riescono a penetrare l’immaginario dello spettatore andando a stuzzicarne le corde più sensibili. La capacità dell’autore di imbastire questo dialogo risiede tutta nella portata delle riflessioni sviluppate, mai un tema vacuo ma piuttosto e sempre, argomenti rilevanti e capaci di porre domande e dubbi sulla società, sul particolare momento sociale ed economico, finendo infine per tracciare uno spaccato sfaccettato dell’uomo moderno.
Sebbene i temi affrontati quindi di fatto vanno ad alimentare un forte carattere riflessivo, la pittura ne sostiene lo sviluppo andando ad impattare con chi osserva per mezzo di un apparato cromatico delicato ma sopratutto attraverso gli iconici personaggi. In tal senso i soggetti raffigurati da Zed1 rappresentano l’uomo attraverso un sapore fortemente fiabesco, un immaginario personale ed attivamente propenso a farci sentire a nostro agio ma al contempo, capace di rimarcare situazioni e tematiche forti, spesso impegnate e che grazie ad un volano visivo chiaro ed efficace, riescono a coinvolgere attivamente lo spettatore.
Quest’ultimo lavoro realizzato all’interno del progetto Cagliaritano non è da meno, qui l’artista indaga sulla difficile situazione dell’uomo in un momento storico, culturale e sopratutto economico in cui lo stesso è disposto a scendere a patti, in cui la dignità viene fortemente svalutata attraverso compromessi spesso ingiusti ma che ci portano inevitabilmente a sopravvivere. La simbologia adottata è quella di una cassetta della frutta e di una vera e propria svendita, l’uomo venduto a se stesso che in un forte momento di difficoltà è costretto suo malgrado ad accettare situazioni che mai prima d’ora avrebbe accettato. Si tratta di una linea sottile che vuole ancora una volta ribadire la forte situazione di difficoltà che stiamo attraversando in questi anni ma che al tempo stesso funziona da monito, apre gli occhi sulla realtà dei fatti, mettendo l’accento sulle situazioni indecenti che tanto stanno influenzando il nostro quotidiano.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella e ricca e serie di scatti con le immagini del risultato finale e dei dettagli dell’opera, è tutto dopo il salto, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti dal progetto.

Thanks to The Artist for The Pics