fbpx
GORGO

Zed1, Aris and Dozen – New Mural at Local Art Walls Festival

Zed1, Aris e Dozen hanno da poco terminato i loro lavori per il Local Art Walls Festival di Certaldo. La rassegna nasce dall’idea del Consiglio dei Giovani di Certaldo di riqualificare alcuni spazi urbani nella città, il consiglio comunale uno dei pochi under 27 in Italia, ha approvato l’idea mettendo a disposizione degli artisti cinque grandi pareti sulle quali cimentarsi.
Dozen ha eseguito il suo lavoro su un pilone che sorregge la circonvallazione, Aris invece si è occupato di un muro divisorio tra un parcheggio e l’ex Aeronautica ed infine a Zed1 è stato affidato il sottopassaggio di via Caduti del lavoro, vicino alla rotatoria di viale Fabiani.

ZED1 rappresenta lo zoccolo duro della street art italiana ed è certamente uno degli interpreti di maggior spessore, facilmente distinguibile è il suo stile con un tratto che prende ampia ispirazione dall’illustrazione e dal ricco immaginario dell’artista. Il marchio di fabbrica è rappresentato da i suoi personaggi, animali, elfi, clown, burattini tutto l’immaginario delle favole riproposto in chiave moderna affrontando temi scomodi e difficili con un leggero pizzico di malinconia e tristezza.

L’artista per la rassegna si è divertito a dipingere “Old-Zilla – No Country for Young” un’interpretazione di un anziano che che sovrasta un giovane, il tutto con il suo incredibile e unico stile.
Dozen invece propone questo criptico disegno di un teschio ed infine Aris che ci delizia con una delle sue consuete rappresentazioni di forme e silouette di esseri che si intrecciano fra di loro.
Godetevi gli scatti in gallery.

Thanks to The Festival for the pics

Zed1, Aris and Dozen – New Mural at Local Art Walls Festival

Zed1, Aris e Dozen hanno da poco terminato i loro lavori per il Local Art Walls Festival di Certaldo. La rassegna nasce dall’idea del Consiglio dei Giovani di Certaldo di riqualificare alcuni spazi urbani nella città, il consiglio comunale uno dei pochi under 27 in Italia, ha approvato l’idea mettendo a disposizione degli artisti cinque grandi pareti sulle quali cimentarsi.
Dozen ha eseguito il suo lavoro su un pilone che sorregge la circonvallazione, Aris invece si è occupato di un muro divisorio tra un parcheggio e l’ex Aeronautica ed infine a Zed1 è stato affidato il sottopassaggio di via Caduti del lavoro, vicino alla rotatoria di viale Fabiani.

ZED1 rappresenta lo zoccolo duro della street art italiana ed è certamente uno degli interpreti di maggior spessore, facilmente distinguibile è il suo stile con un tratto che prende ampia ispirazione dall’illustrazione e dal ricco immaginario dell’artista. Il marchio di fabbrica è rappresentato da i suoi personaggi, animali, elfi, clown, burattini tutto l’immaginario delle favole riproposto in chiave moderna affrontando temi scomodi e difficili con un leggero pizzico di malinconia e tristezza.

L’artista per la rassegna si è divertito a dipingere “Old-Zilla – No Country for Young” un’interpretazione di un anziano che che sovrasta un giovane, il tutto con il suo incredibile e unico stile.
Dozen invece propone questo criptico disegno di un teschio ed infine Aris che ci delizia con una delle sue consuete rappresentazioni di forme e silouette di esseri che si intrecciano fra di loro.
Godetevi gli scatti in gallery.

Thanks to The Festival for the pics