GORGO

ZED1 – “Adam Sushi” New Mural in Amsterdam

ZED1 continua il proprio percorso artistico uscendo questa volta fuori dai confini nazionali ed avventurandosi ad Amsterdam nei Olanda dove ha da poco terminato la sua ultima creatura “Adam Sushi”.
Il particolare approccio visivo di ZED1 continua ma sopratutto il grande artista prosegue il personale racconto a sfondo sociale ricco di metafore e dettagli che sanno far riflettere e che pongono l’accento sui problemi e le incongruenze tipiche della società moderna. Su questa tipica parete in mattoni ZED1 dipinge una grande mano, quella dei potenti e dei ricchi, facilmente riconoscibile dai tratti dorati come l’orologio, l’ anello ed il bracciale in bella mostra, che tiene due bacchette e tenta di agguantare come fosse un sughi l’housebot con sopra il barbone. L’interprete gioca perfino con l’architettura stessa della facciata trasformando una delle finestre in quella della casa galleggiante, quest’ultima simbolo dei disadattati, dei poveri visto il loro basso costo che però in quest’ultimo periodo stanno diventando addirittura più costose delle case normali.
Per apprezzare al meglio un opera così ricca di spunti e dettagli vi offriamo una bella selezione di scatti, dateci un occhiata per scoprire tutti i dettagli immessi dall’artista, ma restate sintonizzati presto nuovi aggiornamenti firmati ZED1.

Thanks to The Artist for The Pics

ZED1 – “Adam Sushi” New Mural in Amsterdam

ZED1 continua il proprio percorso artistico uscendo questa volta fuori dai confini nazionali ed avventurandosi ad Amsterdam nei Olanda dove ha da poco terminato la sua ultima creatura “Adam Sushi”.
Il particolare approccio visivo di ZED1 continua ma sopratutto il grande artista prosegue il personale racconto a sfondo sociale ricco di metafore e dettagli che sanno far riflettere e che pongono l’accento sui problemi e le incongruenze tipiche della società moderna. Su questa tipica parete in mattoni ZED1 dipinge una grande mano, quella dei potenti e dei ricchi, facilmente riconoscibile dai tratti dorati come l’orologio, l’ anello ed il bracciale in bella mostra, che tiene due bacchette e tenta di agguantare come fosse un sughi l’housebot con sopra il barbone. L’interprete gioca perfino con l’architettura stessa della facciata trasformando una delle finestre in quella della casa galleggiante, quest’ultima simbolo dei disadattati, dei poveri visto il loro basso costo che però in quest’ultimo periodo stanno diventando addirittura più costose delle case normali.
Per apprezzare al meglio un opera così ricca di spunti e dettagli vi offriamo una bella selezione di scatti, dateci un occhiata per scoprire tutti i dettagli immessi dall’artista, ma restate sintonizzati presto nuovi aggiornamenti firmati ZED1.

Thanks to The Artist for The Pics