GORGO

Xabier XTRM, Laguna, Emilio Cerezo – New Mural

Ci spostiamo a Ciudad Real, continua infatti qui l’eccellente collaborazione tra Xabier XTRM, Emilio Cerezo e Laguna, il trio Spagnolo ha da poco terminato di realizzare questa nuova e splendida opera unificando stili ed approcci visivi differenti.

È sempre piuttosto stimolante osservare come interpreti differenti riescano a far collidere i rispettivi immaginari all’interno di un unico elaborato. Raccogliendo quelli che sono gli stimoli comuni, per generare infine un immagine sfaccettata e capace di evocare sensazioni ed impulsi differenti.

Dopo la recentissima parete realizzata giusto qualche giorno fa (Covered), gli autori tornano nuovamente a collaborare assieme intensificando l’intreccio di stili ed approcci già visto nella precedente fatica. Quest’ultimo intervento si sviluppa anzitutto sulla volontà di amplificare il valore emotivo del lavoro, gli artisti vanno quindi a creare una trama pittorica altamente viscerale in aggiunta ad un impianto installativo, concreto e capace di supportare gli stimoli che l’immagine dipinta riesce a proiettare.

L’impatto con “Su Verdad”, passa quindi inesorabilmente per due percorsi visivi intrecciati tra di loro. Laguna, Emilio Cerezo e Xabier XTRM vanno a dialogare con lo spazio di lavoro andando a raccogliere tutto ciò che è già presente sull’ambiente circostante, legne, foglie, parti di rami, piante e supporti differenti, tutti questi elementi organici e no, vengono inchiodati e racchiusi all’interno di un’unica e grande struttura. Ogni componente è legata dall’altra attraverso un filo che ne circuisce la dimensione e l’aspetto e che, nella panoramica finale, riesce a generare un impatto fragoroso. Il valore dell’intervento sta tutto nella capacità degli autori di veicolare un immagine tangibile e leggibile attraverso gli stessi differenti elementi che la compongono. Lo stimolo naturale, qui decisamente e profondamente interconnesso con la pittura, va quindi ad imbastire una sorta di scenografia, un habitat che sa di propellente in grado di elevare il valore catartico del risultato finale.

La parte installativa dell’opera rappresenta quindi una forte e radicata fetta nella sua fruizione finale, è innegabile come l’elemento pittorica rappresenta l’indiscusso protagonista. Xabier XTRM, Emilio Cerezo e Laguna portano in dote il personale approccio pittorico, un impeto il loro contraddistinto da una forte propensione per il dettaglio e soprattutto per una pittura largamente viscerale. Le tinte scelte vanno a miscelarsi all’interno dello spazio fino a generare un corpo umano. La silhouette aggraziata e sensibile, con la quale ci troviamo a contatto è quella di una donna, madre natura che riallaccia il proprio legame con la terra per un risultato finale assolutamente incredibile.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete piuttosto trovare una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, in aggiunta anche un bel video recap, per una immersione totale all’interno dell’immaginario degli autori.

Thanks The Artist for The Pics

Xabier XTRM, Laguna, Emilio Cerezo – New Mural

Ci spostiamo a Ciudad Real, continua infatti qui l’eccellente collaborazione tra Xabier XTRM, Emilio Cerezo e Laguna, il trio Spagnolo ha da poco terminato di realizzare questa nuova e splendida opera unificando stili ed approcci visivi differenti.

È sempre piuttosto stimolante osservare come interpreti differenti riescano a far collidere i rispettivi immaginari all’interno di un unico elaborato. Raccogliendo quelli che sono gli stimoli comuni, per generare infine un immagine sfaccettata e capace di evocare sensazioni ed impulsi differenti.

Dopo la recentissima parete realizzata giusto qualche giorno fa (Covered), gli autori tornano nuovamente a collaborare assieme intensificando l’intreccio di stili ed approcci già visto nella precedente fatica. Quest’ultimo intervento si sviluppa anzitutto sulla volontà di amplificare il valore emotivo del lavoro, gli artisti vanno quindi a creare una trama pittorica altamente viscerale in aggiunta ad un impianto installativo, concreto e capace di supportare gli stimoli che l’immagine dipinta riesce a proiettare.

L’impatto con “Su Verdad”, passa quindi inesorabilmente per due percorsi visivi intrecciati tra di loro. Laguna, Emilio Cerezo e Xabier XTRM vanno a dialogare con lo spazio di lavoro andando a raccogliere tutto ciò che è già presente sull’ambiente circostante, legne, foglie, parti di rami, piante e supporti differenti, tutti questi elementi organici e no, vengono inchiodati e racchiusi all’interno di un’unica e grande struttura. Ogni componente è legata dall’altra attraverso un filo che ne circuisce la dimensione e l’aspetto e che, nella panoramica finale, riesce a generare un impatto fragoroso. Il valore dell’intervento sta tutto nella capacità degli autori di veicolare un immagine tangibile e leggibile attraverso gli stessi differenti elementi che la compongono. Lo stimolo naturale, qui decisamente e profondamente interconnesso con la pittura, va quindi ad imbastire una sorta di scenografia, un habitat che sa di propellente in grado di elevare il valore catartico del risultato finale.

La parte installativa dell’opera rappresenta quindi una forte e radicata fetta nella sua fruizione finale, è innegabile come l’elemento pittorica rappresenta l’indiscusso protagonista. Xabier XTRM, Emilio Cerezo e Laguna portano in dote il personale approccio pittorico, un impeto il loro contraddistinto da una forte propensione per il dettaglio e soprattutto per una pittura largamente viscerale. Le tinte scelte vanno a miscelarsi all’interno dello spazio fino a generare un corpo umano. La silhouette aggraziata e sensibile, con la quale ci troviamo a contatto è quella di una donna, madre natura che riallaccia il proprio legame con la terra per un risultato finale assolutamente incredibile.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete piuttosto trovare una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, in aggiunta anche un bel video recap, per una immersione totale all’interno dell’immaginario degli autori.

Thanks The Artist for The Pics