fbpx
GORGO

Transformation: Il murale di Waone Interesni Kazki a Victoria in Canada

Dopo undici giorni di intenso lavoro Waone degli Interesni Kazki ha terminato di dipingere un nuovo murale a Victoria nella British Columbia Canadese.

L’opera, il primo progetto murale in città, si trova all’interno di una zona industriale, un quartiere rumoroso, polveroso, sporco e maleodorante, ed è pensata per avviare le trasformazioni dell’area di Rock Bay. Intitolato “Transformation”, l’intervento è stato fortemente ispirato dall’ambiente di lavoro, Waone riflette qui sulla quantità di spazzatura che ogni giorni ciascuno di noi crea e che, quando raccolta in un unico posto, assomiglia ad un vero e proprio oceano di rifiuti.

Nella pittura le piccole figure umane colorate, che rappresentano la varietà di popoli e nazioni sulla Terra, stanno cadendo in una sorta di massa fusa che si trasforma in una grande figura multicolore che rappresenta l’umanità intera. L’uomo multicolore sembra spingere il pianeta da qualche parte. Dove? Per l’artista dipende da ciascuno di noi.
Alla base dell’opera c’è infatti la volontà di Waone di sottolineare la necessità di una presa di coscienza sull’inquinamento e sull’eccessiva quantità di rifiuti che ogni giorni generiamo. Se vi trovate in zona potete andare a darci un occhiata su Victoria’s Rock Bay, 401 David St..

Photo credit: The Artist

Transformation: Il murale di Waone Interesni Kazki a Victoria in Canada

Dopo undici giorni di intenso lavoro Waone degli Interesni Kazki ha terminato di dipingere un nuovo murale a Victoria nella British Columbia Canadese.

L’opera, il primo progetto murale in città, si trova all’interno di una zona industriale, un quartiere rumoroso, polveroso, sporco e maleodorante, ed è pensata per avviare le trasformazioni dell’area di Rock Bay. Intitolato “Transformation”, l’intervento è stato fortemente ispirato dall’ambiente di lavoro, Waone riflette qui sulla quantità di spazzatura che ogni giorni ciascuno di noi crea e che, quando raccolta in un unico posto, assomiglia ad un vero e proprio oceano di rifiuti.

Nella pittura le piccole figure umane colorate, che rappresentano la varietà di popoli e nazioni sulla Terra, stanno cadendo in una sorta di massa fusa che si trasforma in una grande figura multicolore che rappresenta l’umanità intera. L’uomo multicolore sembra spingere il pianeta da qualche parte. Dove? Per l’artista dipende da ciascuno di noi.
Alla base dell’opera c’è infatti la volontà di Waone di sottolineare la necessità di una presa di coscienza sull’inquinamento e sull’eccessiva quantità di rifiuti che ogni giorni generiamo. Se vi trovate in zona potete andare a darci un occhiata su Victoria’s Rock Bay, 401 David St..

Photo credit: The Artist