fbpx
GORGO

Vhils – New Piece in Dubai

Nuovo aggiornamento per Vhils, l’artista Portoghese ha terminato questo nuovo intervento a Dubai fortemente connesso con la storia del luogo.
Alexandre Farto aka Vhils è ben famoso anzitutto per la particolare tecnica con la quale si confronta con l’ambiente urbano. Non si tratta di pittura ma di un vero e proprio processo che vede l’autore e la sua crew andare a ‘grattare’ la superficie di lavoro fino a far emergere il contenuto. Attraverso quindi un effetto in negativo, emergono volti iperrealistici.
Nel corso del tempo abbiamo avuto modo di vedere l’interprete confrontarsi con soluzioni e materiali differenti, ad esempio la carta oppure il polistirolo oppure le superfici metalliche attraverso soluzioni differenti. Elementi imprescindibile di tutte queste sperimentazioni, è comunque il volto umano che continua ad essere il protagonista assoluto del lavoro dell’autore. I visi raffigurati da Vhils appartengono a gente comune, altre volte a personalità di spicco e, come in questo caso, risultano profondamente interconnesse con il luogo di lavoro.
Per questa sua ultima fatica Vhils sceglie di confrontarsi con la storia di Dubai. In particolare l’interprete realizza un nuovo ritratto basato su una delle prima foto scattate alle tribù beduine che vivevano in questi luoghi. L’idea è quella di porre in essere una riflessione sulla vera identità del luogo, così profondamente cambiata e mutata nel corso del tempo. Esattamente come l’artista rivela lo strato inferiore della parete, attraverso il consueto processo lavorativo, l’immagine scelta riporta alla memoria la storia la vera natura di questi luoghi nonché la fragilità di tutto ciò che è ‘costruito’ a discapito della vera storia.
Dopo il salto alcuni scatti del making of e le immagini dell’intervento terminato, dateci un occhiata!

Pics by Dubai Walls

Vhils – New Piece in Dubai

Nuovo aggiornamento per Vhils, l’artista Portoghese ha terminato questo nuovo intervento a Dubai fortemente connesso con la storia del luogo.
Alexandre Farto aka Vhils è ben famoso anzitutto per la particolare tecnica con la quale si confronta con l’ambiente urbano. Non si tratta di pittura ma di un vero e proprio processo che vede l’autore e la sua crew andare a ‘grattare’ la superficie di lavoro fino a far emergere il contenuto. Attraverso quindi un effetto in negativo, emergono volti iperrealistici.
Nel corso del tempo abbiamo avuto modo di vedere l’interprete confrontarsi con soluzioni e materiali differenti, ad esempio la carta oppure il polistirolo oppure le superfici metalliche attraverso soluzioni differenti. Elementi imprescindibile di tutte queste sperimentazioni, è comunque il volto umano che continua ad essere il protagonista assoluto del lavoro dell’autore. I visi raffigurati da Vhils appartengono a gente comune, altre volte a personalità di spicco e, come in questo caso, risultano profondamente interconnesse con il luogo di lavoro.
Per questa sua ultima fatica Vhils sceglie di confrontarsi con la storia di Dubai. In particolare l’interprete realizza un nuovo ritratto basato su una delle prima foto scattate alle tribù beduine che vivevano in questi luoghi. L’idea è quella di porre in essere una riflessione sulla vera identità del luogo, così profondamente cambiata e mutata nel corso del tempo. Esattamente come l’artista rivela lo strato inferiore della parete, attraverso il consueto processo lavorativo, l’immagine scelta riporta alla memoria la storia la vera natura di questi luoghi nonché la fragilità di tutto ciò che è ‘costruito’ a discapito della vera storia.
Dopo il salto alcuni scatti del making of e le immagini dell’intervento terminato, dateci un occhiata!

Pics by Dubai Walls