fbpx
GORGO

Vesod – New Piece at Robin Soulier Consulting Office

Con piacere torniamo ad approfondire il lavoro di Vesod, il grande artista italiano è stato infatti invitato da Robin Soulier per il suo progetto Hall of Fame, con il quale il noto consulente d’arte offre le stanze e gli spazi dei suoi uffici al talento dei grandi interpreti.
L’idea alla base del progetto è quella di una sperimentazione continua di nuovi approcci e visioni artistiche, le stanze degli uffici vengono così affidate agli artisti che ciclicamente, ogni due mesi per l’intero stabile ed ogni tre mese per la sala principale, vengono completamente trasformate dagli interpreti chiamati al lavoro, gli stesi mobili e l’arredamento sono interamente trasparenti per non staccare eccessivamente il contesto ed il contenuto dipinto offrendo quindi un interazione maggiore. Dopo l’eccellente lavoro portato a termine nei mesi scorsi dal duo Sobekcis e Tomek (Covered) è proprio Vesod a portare avanti la bell’idea con la realizzazione di una nuova stanza interamente in bianco e nero.
Per lo spazio a disposizione Vesod sceglie un approccio che incarna in sè un intensa scala cromatica, tra i differenti grigi che mano a mano si fondono con le pareti bianchi, le profonde figure nere che alimentano un percorso di avvicinamento verso la grande pittura centrale, lo superficie viene completamente avvolta da una splendida configurazione astratta, le pareti così come il soffitto ed il pavimento vengono completamente coperte dall’interprete per sviluppare una trama complessa con una forte influenza tridimensionale. Lo spettatore si ritrova così catapultato ancora una volta all’interno del fitto immaginario dell’artista, una scomposizione delle forme che avviene attraverso una visione geometrica, dove figure, veri e propri spicchi cromatici puntano diretti e decisi verso la grande facciata che ospita in grembo un nuova e personale visione. E’ qui che si sviluppa il cuore dell’intervento, vediamo Vesod nuovamente realizzare ed intrecciare i corpi delle sue donne in un unico frastagliato e vorticoso percorso visivo, appaiano così come spettri due volti appena accennati e completamente in balia delle figure proposte che ne spezzano e ne ricompongono la forma, le scale di grigi ne tracciano i dettagli, le mani, così come i volti , in morsa stretta e dirompente che avvolge e centra tutta la figura ed in cui emerge tutto il talento di Vesod di celare ed al contempo far emergere la silhouette dei corpi, dei tratti dei visi, si intersecano forme e figure differenti supportate da una trama cromatica ricchissima di dettagli per un opera che ancora una volta ci lascia assolutamente emozionati e colpiti.
Per farvi apprezzare al meglio tutte le fasi di lavoro e l’eccellente risultato finale vi abbiamo preparato una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’intervento e le immagini del work in progress, dateci un occhiata, siamo certi che non mancherete di apprezzare lo splendido risultato finale, ma restate sintonizzati qui sul Gorgo presto nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’artista.

Pics by Robin Soulier Consulting

Vesod – New Piece at Robin Soulier Consulting Office

Con piacere torniamo ad approfondire il lavoro di Vesod, il grande artista italiano è stato infatti invitato da Robin Soulier per il suo progetto Hall of Fame, con il quale il noto consulente d’arte offre le stanze e gli spazi dei suoi uffici al talento dei grandi interpreti.
L’idea alla base del progetto è quella di una sperimentazione continua di nuovi approcci e visioni artistiche, le stanze degli uffici vengono così affidate agli artisti che ciclicamente, ogni due mesi per l’intero stabile ed ogni tre mese per la sala principale, vengono completamente trasformate dagli interpreti chiamati al lavoro, gli stesi mobili e l’arredamento sono interamente trasparenti per non staccare eccessivamente il contesto ed il contenuto dipinto offrendo quindi un interazione maggiore. Dopo l’eccellente lavoro portato a termine nei mesi scorsi dal duo Sobekcis e Tomek (Covered) è proprio Vesod a portare avanti la bell’idea con la realizzazione di una nuova stanza interamente in bianco e nero.
Per lo spazio a disposizione Vesod sceglie un approccio che incarna in sè un intensa scala cromatica, tra i differenti grigi che mano a mano si fondono con le pareti bianchi, le profonde figure nere che alimentano un percorso di avvicinamento verso la grande pittura centrale, lo superficie viene completamente avvolta da una splendida configurazione astratta, le pareti così come il soffitto ed il pavimento vengono completamente coperte dall’interprete per sviluppare una trama complessa con una forte influenza tridimensionale. Lo spettatore si ritrova così catapultato ancora una volta all’interno del fitto immaginario dell’artista, una scomposizione delle forme che avviene attraverso una visione geometrica, dove figure, veri e propri spicchi cromatici puntano diretti e decisi verso la grande facciata che ospita in grembo un nuova e personale visione. E’ qui che si sviluppa il cuore dell’intervento, vediamo Vesod nuovamente realizzare ed intrecciare i corpi delle sue donne in un unico frastagliato e vorticoso percorso visivo, appaiano così come spettri due volti appena accennati e completamente in balia delle figure proposte che ne spezzano e ne ricompongono la forma, le scale di grigi ne tracciano i dettagli, le mani, così come i volti , in morsa stretta e dirompente che avvolge e centra tutta la figura ed in cui emerge tutto il talento di Vesod di celare ed al contempo far emergere la silhouette dei corpi, dei tratti dei visi, si intersecano forme e figure differenti supportate da una trama cromatica ricchissima di dettagli per un opera che ancora una volta ci lascia assolutamente emozionati e colpiti.
Per farvi apprezzare al meglio tutte le fasi di lavoro e l’eccellente risultato finale vi abbiamo preparato una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’intervento e le immagini del work in progress, dateci un occhiata, siamo certi che non mancherete di apprezzare lo splendido risultato finale, ma restate sintonizzati qui sul Gorgo presto nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’artista.

Pics by Robin Soulier Consulting