fbpx
GORGO

Vesod – New Mural for Pax Tibi Festival

Ci spostiamo a Lugugnana di Portogruaro, qui nei giorni scorsi Vesod ha terminato questa nuova pittura per il Pax Tibi Festival rielaborando la figura di Galileo Galilei.
Sviluppato con il supporto della Magma Gallery di Bologna, il patrocinio della Regione Veneto e l’organizzazione del Comitato 1866, il festival nasce con l’idea di celebrare i 150 anni di annessione del Veneto in Italia. In particolare la rassegna vuole rendere omaggio ad alcune delle figure illustri che hanno saputo elevare ed arricchire il loro contributo artistico in questa regione. Il risultato sono sette differenti interventi, ciascuno per artista, sparsi per tutto territorio della regione.
Partendo dalla figura di Galileo, Vesod sviluppa una nuova pittura caratterizzata ancora una volta dalla duplicità identità pittorica. Come visto diverse volte l’interprete italiano porta avanti una ricerca caratterizzata dall’intreccio di elementi astratti ed instanti figurativi, intersecati tra loro in un’unica composizione. L’autore coniuga quindi elementi geometrici con volti, corpi e figure umane, giocando con tonalità e tinte differenti, sviluppando effetti grafici eterogenei ed in grado di simulare una sorta di moto perpetuo. Le ‘scaglie’ dell’artista rappresentano frame differenti, istanti diversi che, nel loro coesistere, simulano una sorta di movimento, frantumando la linearità espressiva, innescando giochi percettivi e sovvertendo infine la linearità della superfice di lavoro.
Per quest’opera Vesod sintetizza le difficoltà avute in vita dal noto fisico ed astronomo, le ingiustizie ricevute, con una grande catena posta proprio sul suo stesso volto, quest’ultimo viene come consuetudine frammentato ed accompagnano da elementi differenti, le nuvole dalle quali la figure emerge, ed infine una grande texture capace di rompere la dimensione piatta della parete.
In attesa di scoprire gli altri interventi realizzati per la rassegna Veneta, vi lasciamo ad alcuni scatti con i dettagli dell’opera proposta dal grande autore Italiano, dateci un occhiata e tornate a trovarci per conoscere i prossimi spostamenti dell’artista.

Thanks to Magma Gallery for The Pics
Pics by Lorenzo Scaldaferro

Vesod – New Mural for Pax Tibi Festival

Ci spostiamo a Lugugnana di Portogruaro, qui nei giorni scorsi Vesod ha terminato questa nuova pittura per il Pax Tibi Festival rielaborando la figura di Galileo Galilei.
Sviluppato con il supporto della Magma Gallery di Bologna, il patrocinio della Regione Veneto e l’organizzazione del Comitato 1866, il festival nasce con l’idea di celebrare i 150 anni di annessione del Veneto in Italia. In particolare la rassegna vuole rendere omaggio ad alcune delle figure illustri che hanno saputo elevare ed arricchire il loro contributo artistico in questa regione. Il risultato sono sette differenti interventi, ciascuno per artista, sparsi per tutto territorio della regione.
Partendo dalla figura di Galileo, Vesod sviluppa una nuova pittura caratterizzata ancora una volta dalla duplicità identità pittorica. Come visto diverse volte l’interprete italiano porta avanti una ricerca caratterizzata dall’intreccio di elementi astratti ed instanti figurativi, intersecati tra loro in un’unica composizione. L’autore coniuga quindi elementi geometrici con volti, corpi e figure umane, giocando con tonalità e tinte differenti, sviluppando effetti grafici eterogenei ed in grado di simulare una sorta di moto perpetuo. Le ‘scaglie’ dell’artista rappresentano frame differenti, istanti diversi che, nel loro coesistere, simulano una sorta di movimento, frantumando la linearità espressiva, innescando giochi percettivi e sovvertendo infine la linearità della superfice di lavoro.
Per quest’opera Vesod sintetizza le difficoltà avute in vita dal noto fisico ed astronomo, le ingiustizie ricevute, con una grande catena posta proprio sul suo stesso volto, quest’ultimo viene come consuetudine frammentato ed accompagnano da elementi differenti, le nuvole dalle quali la figure emerge, ed infine una grande texture capace di rompere la dimensione piatta della parete.
In attesa di scoprire gli altri interventi realizzati per la rassegna Veneta, vi lasciamo ad alcuni scatti con i dettagli dell’opera proposta dal grande autore Italiano, dateci un occhiata e tornate a trovarci per conoscere i prossimi spostamenti dell’artista.

Thanks to Magma Gallery for The Pics
Pics by Lorenzo Scaldaferro