fbpx
GORGO

Vesod – “Fili” A New Mural in Milan

Nuovo aggiornamento per Vesod, l’artista Italiano nei giorni scorsi ha terminato di dipingere una nuova e grande pittura a Milano.
Il progetto ha visto il grande autore confrontarsi con questa grande superfice all’interno degli spazi del NYX Hotel di Milano. L’intervento segue i lavori realizzati all’interno della struttura giusto qualche settimana fa (Covered) entrambi curati da Question Mark.
Al confronto con questa lunga superfice verticale, Vesod esercita tutto il fascino della propria e personale ricerca, miscelando ancora una volta elementi figurativi con attimi maggiormente liberi ed astratti. Attraverso questa particolare impostazione le produzioni dell’autore suggeriscono un forte senso di movimento. Tempo e spazio si fermano aggrappandosi ai corpi ed ai frammenti degli stessi, suggerendo una forte influenza dal futurismo italiano.
“Fili”, questo il titolo dell’opera, ha visto Vesod innescare una incredibile sequenza capace di suggerire differenti chiavi di lettura. Ricchissima di dettagli, l’opera vede infatti due corpi, un uomo ed una donna, letteralmente intrecciati e legati a vicenda con il primo che tenta di recidere il filo rosso che li lega.
Ad accompagnare il nostro testo gli scatti ed i dettagli di quest’ultima fatica, mettetevi comodi e dateci un occhiata, siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics by Andrea Centonze

Vesod – “Fili” A New Mural in Milan

Nuovo aggiornamento per Vesod, l’artista Italiano nei giorni scorsi ha terminato di dipingere una nuova e grande pittura a Milano.
Il progetto ha visto il grande autore confrontarsi con questa grande superfice all’interno degli spazi del NYX Hotel di Milano. L’intervento segue i lavori realizzati all’interno della struttura giusto qualche settimana fa (Covered) entrambi curati da Question Mark.
Al confronto con questa lunga superfice verticale, Vesod esercita tutto il fascino della propria e personale ricerca, miscelando ancora una volta elementi figurativi con attimi maggiormente liberi ed astratti. Attraverso questa particolare impostazione le produzioni dell’autore suggeriscono un forte senso di movimento. Tempo e spazio si fermano aggrappandosi ai corpi ed ai frammenti degli stessi, suggerendo una forte influenza dal futurismo italiano.
“Fili”, questo il titolo dell’opera, ha visto Vesod innescare una incredibile sequenza capace di suggerire differenti chiavi di lettura. Ricchissima di dettagli, l’opera vede infatti due corpi, un uomo ed una donna, letteralmente intrecciati e legati a vicenda con il primo che tenta di recidere il filo rosso che li lega.
Ad accompagnare il nostro testo gli scatti ed i dettagli di quest’ultima fatica, mettetevi comodi e dateci un occhiata, siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics by Andrea Centonze