fbpx
GORGO

UNO – New Mural at Cheap Festival

Lo scorso week-end Bologna ha preso letteralmente vita, attraverso l’intervento di ben 125 selezionati interpreti italiani ed il lavoro di artisti invitati dall’Associazione Culturale Elastico ed il centro sociale TPO, organizzatori della rassegna, con l’aggiunta di un incredibile numero di mostre ed esibizioni collaterali, la prima edizione delCheap Festival ha rianimato le strade alla bella città.
Noi vogliamo raccontarvi nel dettaglio questo evento ed abbiamo deciso di dedicare ampio spazio all’interno della nostra programmazione ai lavori portati a termine, con un bel recap finale degli interventi realizzati.

Non poteva mancare UNO a dare il proprio personalissimo tocco alle facciate Bolognesi, l’artista prende possesso di questa lunghissima facciata in Via Paolo Campeggi nel Quartiere Porto. Il particolare stile di UNO si fonde tra tocchi pop e un immaginario che vede nel volto di Günter Euringer, volto dei famosi cereali kinder, vera e propria ossessione per l’interprete che ne trasforma completamente i connotati applicandogli colore e accorgimenti visivi diversi. L’opera finale parte da una colorazione in bianco e nero per esplodere in tutta la sua dirompenza con colori, lettere e stili diversi, un lavoro camaleontico che abbraccia la parete e dove capeggia la scritta “I Don’t about UNO” un divertente slogan al contrario, eclettico.
Dopo il salto consueto ampia galleria con tutte le immagini del making of del lavoro portato a termine dall’artista, ma restate con noi le sorprese non sono ancora finite, il nostro focus sul Cheap Festival continua nei prossimi giorni, nel frattempo se vi siete persi qualcosa qui trovate tutte le opere che fin ad ora vi abbiamo mostrato, enjoy it.

Thanks to The Festival for The Pics


UNO – New Mural at Cheap Festival

Lo scorso week-end Bologna ha preso letteralmente vita, attraverso l’intervento di ben 125 selezionati interpreti italiani ed il lavoro di artisti invitati dall’Associazione Culturale Elastico ed il centro sociale TPO, organizzatori della rassegna, con l’aggiunta di un incredibile numero di mostre ed esibizioni collaterali, la prima edizione delCheap Festival ha rianimato le strade alla bella città.
Noi vogliamo raccontarvi nel dettaglio questo evento ed abbiamo deciso di dedicare ampio spazio all’interno della nostra programmazione ai lavori portati a termine, con un bel recap finale degli interventi realizzati.

Non poteva mancare UNO a dare il proprio personalissimo tocco alle facciate Bolognesi, l’artista prende possesso di questa lunghissima facciata in Via Paolo Campeggi nel Quartiere Porto. Il particolare stile di UNO si fonde tra tocchi pop e un immaginario che vede nel volto di Günter Euringer, volto dei famosi cereali kinder, vera e propria ossessione per l’interprete che ne trasforma completamente i connotati applicandogli colore e accorgimenti visivi diversi. L’opera finale parte da una colorazione in bianco e nero per esplodere in tutta la sua dirompenza con colori, lettere e stili diversi, un lavoro camaleontico che abbraccia la parete e dove capeggia la scritta “I Don’t about UNO” un divertente slogan al contrario, eclettico.
Dopo il salto consueto ampia galleria con tutte le immagini del making of del lavoro portato a termine dall’artista, ma restate con noi le sorprese non sono ancora finite, il nostro focus sul Cheap Festival continua nei prossimi giorni, nel frattempo se vi siete persi qualcosa qui trovate tutte le opere che fin ad ora vi abbiamo mostrato, enjoy it.

Thanks to The Festival for The Pics