fbpx
GORGO

UNO – “Don’t Care, Obscure This” New Piece in Athens

Della difficile situazione in Grecia ne siamo ormai consapevoli, un’intera nazione che non riesce ad alzarsi dalla crisi e dai problemi a carattere sociale ed economico che l’affliggono, abbiamo visto diversi artisti dire la loro attraverso i lavori più disparati, spesso sensibili altri semplicemente di conforto, l’ultimo della lista è UNO che ad Atene ha elaborato questo suo ultimo pezzo cambiandone completamente le tematiche ed il profilo visivo.
UNO ci spiega che poco prima della sua partenza aveva riflettuto su un lavoro che affrontasse proprio i problemi della nazione, sentendo quindi il provvedimento dell’oscuramento delle reti pubbliche in televisione, l’interprete ha avuto lo spunto che gli serviva per portare a termine il lavoro.
Si chiama “Don’t Care, Obscure This” e riprende in parte lo slogan caro ad UNO cambiandone però la parte finale con un provocatorio oscura questo, il disegno invece subisce una rivisitazione forte, presente come sempre il volto di Günter Euringer dei famosi cereali kinder che però qui viene mascherano come a coprire il volto, anche le lettere risentono delle tematiche con unicamente una frapposizione basica tra bianco e nero, infine gli unici colori presenti che attraversano lo specchio centrale del pezzo e si diramano nelle sue due estremità.

When I received the invitation to take part in a street art festival in Athens I thought I would try to paint a wall speaking about the problems of Greece and in particular to speak about the consequences of the crisis they are experiencing.
A few weeks before my departure I heard the news about the closing (obscuring) of Greek public TV, so I decided to paint a wall with the words ‘obscure this’ as a provocation.

Thanks to The Artist for The Pics

UNO – “Don’t Care, Obscure This” New Piece in Athens

Della difficile situazione in Grecia ne siamo ormai consapevoli, un’intera nazione che non riesce ad alzarsi dalla crisi e dai problemi a carattere sociale ed economico che l’affliggono, abbiamo visto diversi artisti dire la loro attraverso i lavori più disparati, spesso sensibili altri semplicemente di conforto, l’ultimo della lista è UNO che ad Atene ha elaborato questo suo ultimo pezzo cambiandone completamente le tematiche ed il profilo visivo.
UNO ci spiega che poco prima della sua partenza aveva riflettuto su un lavoro che affrontasse proprio i problemi della nazione, sentendo quindi il provvedimento dell’oscuramento delle reti pubbliche in televisione, l’interprete ha avuto lo spunto che gli serviva per portare a termine il lavoro.
Si chiama “Don’t Care, Obscure This” e riprende in parte lo slogan caro ad UNO cambiandone però la parte finale con un provocatorio oscura questo, il disegno invece subisce una rivisitazione forte, presente come sempre il volto di Günter Euringer dei famosi cereali kinder che però qui viene mascherano come a coprire il volto, anche le lettere risentono delle tematiche con unicamente una frapposizione basica tra bianco e nero, infine gli unici colori presenti che attraversano lo specchio centrale del pezzo e si diramano nelle sue due estremità.

When I received the invitation to take part in a street art festival in Athens I thought I would try to paint a wall speaking about the problems of Greece and in particular to speak about the consequences of the crisis they are experiencing.
A few weeks before my departure I heard the news about the closing (obscuring) of Greek public TV, so I decided to paint a wall with the words ‘obscure this’ as a provocation.

Thanks to The Artist for The Pics