GORGO

Turno de Noche: La mostra di Nano4814 da Delimbo Gallery

Gli spazi madrileni della Delimbo Gallery ospitano in questi giorni “Turno de Noche” una nuova mostra personale di Nano4814.
Nano4814 è un artista Spagnolo nato nella piccola cittadina Galiziana di Vigo dove ha iniziato a muovere i primi passi affacciandosi al mondo dei graffiti. Successivamente l’artista ha sviluppato, sia esteticamente che concettualmente, un proprio e personale universo pittorico accogliendo differenti elementi narrativi e riflessivi.
Il suo immaginario è il risultato dell’intersezione tra il mondo interiore e l’osservazione di quello esteriore, un intreccio nato dalla volontà di ricercare una sorta di (in)coerenza tra entrambi. Il risultato sono opere pregne di elementi, volti e corpi, cariche di riferimenti e spunti e infine caratterizzate da colori e tonalità particolarmente accese.
In questa nuova personale Nano4814 riflette su temi come lo squilibrio, la deturpazione e la dissimulazione dialogando con gli spazi della galleria e interagendo con lo spettatore attraverso un corpo di lavoro variegato e allucinatorio. L’artista ha presentato alcuni dipinti e soprattutto un grande numero di installazioni e sculture site-specific realizzate con diversi materiali. Presenti in questo senso alcune opere interattive come la serie Aberrations caratterizzata da alcuni specchi deformati e dipinti dove l’immagine viene deformata e si modifica con il movimento e la luce.

Delimbo Gallery
Calle del Dr. Fourquet, 30
28012 Madrid, Spagna

Photo Credit: Delimbo Gallery

Turno de Noche: La mostra di Nano4814 da Delimbo Gallery

Gli spazi madrileni della Delimbo Gallery ospitano in questi giorni “Turno de Noche” una nuova mostra personale di Nano4814.
Nano4814 è un artista Spagnolo nato nella piccola cittadina Galiziana di Vigo dove ha iniziato a muovere i primi passi affacciandosi al mondo dei graffiti. Successivamente l’artista ha sviluppato, sia esteticamente che concettualmente, un proprio e personale universo pittorico accogliendo differenti elementi narrativi e riflessivi.
Il suo immaginario è il risultato dell’intersezione tra il mondo interiore e l’osservazione di quello esteriore, un intreccio nato dalla volontà di ricercare una sorta di (in)coerenza tra entrambi. Il risultato sono opere pregne di elementi, volti e corpi, cariche di riferimenti e spunti e infine caratterizzate da colori e tonalità particolarmente accese.
In questa nuova personale Nano4814 riflette su temi come lo squilibrio, la deturpazione e la dissimulazione dialogando con gli spazi della galleria e interagendo con lo spettatore attraverso un corpo di lavoro variegato e allucinatorio. L’artista ha presentato alcuni dipinti e soprattutto un grande numero di installazioni e sculture site-specific realizzate con diversi materiali. Presenti in questo senso alcune opere interattive come la serie Aberrations caratterizzata da alcuni specchi deformati e dipinti dove l’immagine viene deformata e si modifica con il movimento e la luce.

Delimbo Gallery
Calle del Dr. Fourquet, 30
28012 Madrid, Spagna

Photo Credit: Delimbo Gallery