fbpx
GORGO

Tellas x G.Loois – New Mural in Rome

Ci spostiamo a Roma, qui all’interno degli spazi dell’ESC Atelier, Tellas e G.Loois hanno da poco terminato di dipingere questa porzione di parete proponendo un intervento che fonde i rispettivi e peculiari immaginari.
É l’occasione per vedere da vicino una collaborazione che lega due tra gli artisti a cui maggiormente ci sentiamo legati. Entrambi gli autori Italiani portano avanti una personale fascinazione naturale capace di convogliare all’interno di un impulso visivo frutto di una ricerca costante. Seppur attraverso dinamiche differenti entrambi gli artisti muovono forme ed elementi appartenenti a questo universo, approfondendone le dinamiche, il movimento, il contenuto, ed evocando emozioni e dinamiche differenti.
Per Tellas l’elemento naturale non é statico, esattamente come la sua instancabile ricerca, l’interprete sviluppa forme ed elementi naturali attraverso una precisa prerogativa astratta capace di muovere sensazioni e stimoli differenti. Proponendo quindi trame e figure di volta in volta differenti, sia nella forma che nella stilistica, l’artista sviluppa un personale percorso in cui si muovono texture, intrecci astratti, oppure grandi e singole figure che impattano con lo spazio urbano rivendicando il proprio giusto posto.
Dal canto suo G.Loois nelle sue produzioni analizza l’aspetto tangibile degli elementi naturali proposti. Nell’idea dell’autore c’è la volontà di sviluppare le proprie opere cercando di imprimere alle figure dipinte le loro stesse peculiarità. Gli elementi proposti emulano l’essenza stessa degli elementi, in questo senso le opere dell’interprete emergono dagli spazi sotto forma di nuclei e figure distinte. Ogni singola componente organica, presentata attraverso una astrazione della forma, va a legarsi allo spettatore toccandone sensazioni e stimoli, portando avanti un senso di equilibrio tra materie e elementi organici differenti.
Raccogliendo quindi appieno gli stimoli personali, Tellas e G.Loois presentano una nuova forma. Il primo adatta le sue iconiche figure attraverso una scelta cromatica più vicina a colori terreni, il secondo invece agisce sulla figura inserendo una delle sue iconiche membrane che, frantumata e spezzettata, si muove come un guscio esterno circondando per intero il groviglio di naturale di colore arancio. L’opera porta com se una elevatissima presenza di dettagli, come i giochi di luce ed ombra od il cuore dei gusci e della grande forma naturale, ed al tempo stesso esibisce una chiara e precisa sensazione di movimento, come se la figura stesse girando ed attraversando la totalità dello spazio.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli e le fasi di realizzazione di quest’ultima fatica. Trovate tutto dopo il salto, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dei due autori.

Thanks to The Artists for The Pics
Pics by Carlo Taccari

Tellas x G.Loois – New Mural in Rome

Ci spostiamo a Roma, qui all’interno degli spazi dell’ESC Atelier, Tellas e G.Loois hanno da poco terminato di dipingere questa porzione di parete proponendo un intervento che fonde i rispettivi e peculiari immaginari.
É l’occasione per vedere da vicino una collaborazione che lega due tra gli artisti a cui maggiormente ci sentiamo legati. Entrambi gli autori Italiani portano avanti una personale fascinazione naturale capace di convogliare all’interno di un impulso visivo frutto di una ricerca costante. Seppur attraverso dinamiche differenti entrambi gli artisti muovono forme ed elementi appartenenti a questo universo, approfondendone le dinamiche, il movimento, il contenuto, ed evocando emozioni e dinamiche differenti.
Per Tellas l’elemento naturale non é statico, esattamente come la sua instancabile ricerca, l’interprete sviluppa forme ed elementi naturali attraverso una precisa prerogativa astratta capace di muovere sensazioni e stimoli differenti. Proponendo quindi trame e figure di volta in volta differenti, sia nella forma che nella stilistica, l’artista sviluppa un personale percorso in cui si muovono texture, intrecci astratti, oppure grandi e singole figure che impattano con lo spazio urbano rivendicando il proprio giusto posto.
Dal canto suo G.Loois nelle sue produzioni analizza l’aspetto tangibile degli elementi naturali proposti. Nell’idea dell’autore c’è la volontà di sviluppare le proprie opere cercando di imprimere alle figure dipinte le loro stesse peculiarità. Gli elementi proposti emulano l’essenza stessa degli elementi, in questo senso le opere dell’interprete emergono dagli spazi sotto forma di nuclei e figure distinte. Ogni singola componente organica, presentata attraverso una astrazione della forma, va a legarsi allo spettatore toccandone sensazioni e stimoli, portando avanti un senso di equilibrio tra materie e elementi organici differenti.
Raccogliendo quindi appieno gli stimoli personali, Tellas e G.Loois presentano una nuova forma. Il primo adatta le sue iconiche figure attraverso una scelta cromatica più vicina a colori terreni, il secondo invece agisce sulla figura inserendo una delle sue iconiche membrane che, frantumata e spezzettata, si muove come un guscio esterno circondando per intero il groviglio di naturale di colore arancio. L’opera porta com se una elevatissima presenza di dettagli, come i giochi di luce ed ombra od il cuore dei gusci e della grande forma naturale, ed al tempo stesso esibisce una chiara e precisa sensazione di movimento, come se la figura stesse girando ed attraversando la totalità dello spazio.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli e le fasi di realizzazione di quest’ultima fatica. Trovate tutto dopo il salto, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dei due autori.

Thanks to The Artists for The Pics
Pics by Carlo Taccari