fbpx
GORGO

Tellas for SUBSIDENZE Street Art Festival 2015

Tra i nomi di spessore della nuova edizione del SUBSIDENZE Festival di Ravenna, ritroviamo con piacere Tellas, il grande artista italiano ha da poco terminato di realizzare un nuova ed intensa pittura su questa grande parete.
Il ritorno dell’artista è segnato da un opera esuberante, per quantità di dettagli e per impatto. L’instancabile lavoro dell’artista è di quelli in costante movimento, una ricerca continua la sua verso soluzioni grafiche e sperimentazioni visive in grado di trasformare e ribaltare completamente l’estetica della sua pittura. La natura come centro gravitazionale e principale ispirazione per le sue opere, in quest’ultimo periodo diviene dinamica, energica, potente nelle forme e nelle soluzioni adottate dall’interprete. Anche in “Fiumi Uniti”, questo il titolo del lavoro, Tellas prosegue nello scandire lo spazio attraverso elementi organici e materici, intervallando sezioni astratte ad istanti maggiormente figurativi, il tutto attraverso una costante variazione di toni e colori.
Il risultato finale è travolgente, è un onda di sensazioni, stimoli e percezioni differenti capace di lasciarci attoniti, in balia completa delle forze naturali, tra sassi, ciottoli e corsi d’acqua, sempre più assuefatti. Ne vogliamo ancora!

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Bonobolabo

Tellas for SUBSIDENZE Street Art Festival 2015

Tra i nomi di spessore della nuova edizione del SUBSIDENZE Festival di Ravenna, ritroviamo con piacere Tellas, il grande artista italiano ha da poco terminato di realizzare un nuova ed intensa pittura su questa grande parete.
Il ritorno dell’artista è segnato da un opera esuberante, per quantità di dettagli e per impatto. L’instancabile lavoro dell’artista è di quelli in costante movimento, una ricerca continua la sua verso soluzioni grafiche e sperimentazioni visive in grado di trasformare e ribaltare completamente l’estetica della sua pittura. La natura come centro gravitazionale e principale ispirazione per le sue opere, in quest’ultimo periodo diviene dinamica, energica, potente nelle forme e nelle soluzioni adottate dall’interprete. Anche in “Fiumi Uniti”, questo il titolo del lavoro, Tellas prosegue nello scandire lo spazio attraverso elementi organici e materici, intervallando sezioni astratte ad istanti maggiormente figurativi, il tutto attraverso una costante variazione di toni e colori.
Il risultato finale è travolgente, è un onda di sensazioni, stimoli e percezioni differenti capace di lasciarci attoniti, in balia completa delle forze naturali, tra sassi, ciottoli e corsi d’acqua, sempre più assuefatti. Ne vogliamo ancora!

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Bonobolabo