fbpx
GORGO

Swoon – New Mural at Houston and Bowery Wall

A distanza di parecchio tempo e dopo la spettacolare realizzazione firmata da REVOK e Pose qualche mese addietro (covered), la famosa parete tra la Houston e Bowery di New York è stata affidata ad un nuovo peso massimo dell’arte urbana, è Swoon che si è divertita a realizzare un opere multi sfaccettata e densissima di dettagli e spunti tematici.
Considerata a ragione veduta una delle artiste donna più importanti ed influenti, Swoon fà parte della prima ondata di street artist, al lavoro fin dalla fine degli anni ’90 l’interprete con il tempo a raffinato e portato avanti la propria personale visione artistica. Le opere di Swoon rappresentano la perfetta unione delle differenze influenze subite dall’interprete nel corso del tempo, sebbene i protagonisti siano come sempre le persone, spesso amici o familiari, lo stile è quello di paste-up condito da uno stencil raffinato dove emergono spunti differenti, dalla cultura popolare passando per le stampe indonesiane e le ombre cinesi. Le location scelte da Swoon sono quelle dei luoghi abbandonati, gli edifici in stato di degrado, ponti, scale, e pareti scrostate, il tratto è molto particolareggiato, le linee forti e la grande propensione per il dettaglio aumentano la realisticità dei characters rappresentati che vengono spesso proposti in un contrasto con elementi storici od architettonici oppure uniti ad una serie di configurazioni astratte dal forte impatto visivo.
Il muro tra Bowery & Houston a New York rappresenta uno degli spot più affascinanti presenti negli States, la parete infatti è stata inaugurata da Keith Haring con una delle sue opere più famose, in seguito nel corso degli anni ha più volte ospitato le opere di artisti tra i più influenti e importanti a livello internazionale come Os Gemeos, Shepard Fairey aka OBEY, JR, Kenny Scharf, Faile, Retna e Lady Aiko, How & Nosm e molti altri.
Per la famosa parete, portata a termine dopo le difficoltà climatiche di queste ultime settimana, l’artista statunitense sviluppa un intricatissima sequenza di immagini, elementi e figure con chiarissimi riferimenti al tessuto sociale, etnico ed architettonico della città di New York, con posta proprio nel centro una delle sue immagini più famose. Nonostante l’intervento risulti ricchissimo di dettagli e spunti differenti non nascondiamo una leggere insofferenza per il continuo riciclo proprio della figura posta al centro del pezzo oramai abusato fino all’inverosimile dall’interprete stessa che, conoscendone il talento, a nostro avviso avrebbe potuto sviluppare qualcosa di nuovo e differente.

Se avete apprezzato l’intervento dopo il salto trovate tutti i dettagli di quest’ultimo elaborato con tutte le sezioni che ne caratterizzano l’impatto, dateci un occhiata siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare tutto l’eccellente risultato finale.

Pics by AM

Swoon – New Mural at Houston and Bowery Wall

A distanza di parecchio tempo e dopo la spettacolare realizzazione firmata da REVOK e Pose qualche mese addietro (covered), la famosa parete tra la Houston e Bowery di New York è stata affidata ad un nuovo peso massimo dell’arte urbana, è Swoon che si è divertita a realizzare un opere multi sfaccettata e densissima di dettagli e spunti tematici.
Considerata a ragione veduta una delle artiste donna più importanti ed influenti, Swoon fà parte della prima ondata di street artist, al lavoro fin dalla fine degli anni ’90 l’interprete con il tempo a raffinato e portato avanti la propria personale visione artistica. Le opere di Swoon rappresentano la perfetta unione delle differenze influenze subite dall’interprete nel corso del tempo, sebbene i protagonisti siano come sempre le persone, spesso amici o familiari, lo stile è quello di paste-up condito da uno stencil raffinato dove emergono spunti differenti, dalla cultura popolare passando per le stampe indonesiane e le ombre cinesi. Le location scelte da Swoon sono quelle dei luoghi abbandonati, gli edifici in stato di degrado, ponti, scale, e pareti scrostate, il tratto è molto particolareggiato, le linee forti e la grande propensione per il dettaglio aumentano la realisticità dei characters rappresentati che vengono spesso proposti in un contrasto con elementi storici od architettonici oppure uniti ad una serie di configurazioni astratte dal forte impatto visivo.
Il muro tra Bowery & Houston a New York rappresenta uno degli spot più affascinanti presenti negli States, la parete infatti è stata inaugurata da Keith Haring con una delle sue opere più famose, in seguito nel corso degli anni ha più volte ospitato le opere di artisti tra i più influenti e importanti a livello internazionale come Os Gemeos, Shepard Fairey aka OBEY, JR, Kenny Scharf, Faile, Retna e Lady Aiko, How & Nosm e molti altri.
Per la famosa parete, portata a termine dopo le difficoltà climatiche di queste ultime settimana, l’artista statunitense sviluppa un intricatissima sequenza di immagini, elementi e figure con chiarissimi riferimenti al tessuto sociale, etnico ed architettonico della città di New York, con posta proprio nel centro una delle sue immagini più famose. Nonostante l’intervento risulti ricchissimo di dettagli e spunti differenti non nascondiamo una leggere insofferenza per il continuo riciclo proprio della figura posta al centro del pezzo oramai abusato fino all’inverosimile dall’interprete stessa che, conoscendone il talento, a nostro avviso avrebbe potuto sviluppare qualcosa di nuovo e differente.

Se avete apprezzato l’intervento dopo il salto trovate tutti i dettagli di quest’ultimo elaborato con tutte le sezioni che ne caratterizzano l’impatto, dateci un occhiata siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare tutto l’eccellente risultato finale.

Pics by AM