fbpx
GORGO

Sten & Lex for Traffic Design Festival 2014

Proseguiamo il nostro viaggio per le strade di Gdynia, ad aver infatti da poco completato la loro grande parete ritroviamo a distanza di tempo il duo Italiano Sten & Lex che per il Traffic Design Festival sceglie di continuare il proprio e personale percorso astratto.
Nel corso degli ultimi mesi è apparso sempre più evidente il cambio repentino portato avanti da Sten & Lex, il duo romano ha sempre sviscerato una proposta artistica legata all’uomo ed in particolare ai volti umani, con una ricerca degli stessi all’interno del luogo di lavoro laddove, a fare capolino nella parete, erano visi anonimi che nella loro fisionomia puntualmente sono riusciti a sorprenderci per la grande particolarità della tecnica con la quale sono stati riprodotti. Di contro gli interpreti hanno iniziato a proporre sperimentazioni astratte trasformando completamente il proprio operato che è divenuto più introspettivo, più criptico e decisamente difficile da leggere.
Abbiamo accolto favorevolmente una impostazione maggiormente astratta con una continua ricerca tra forme, textures ed elementi altamente gestuali, uno sviluppo che prosegue e che sta interessando il loro percorso in questi ultimi mesi proseguendo attraverso una ricerca continua di nuovi impulsi ed impostazioni visive da sperimentare all’interno del tessuto urbano.
È bene sottolineare però che se questi sono gli stimoli attuali, rimane tuttavia invariata l’impostazione lavorativa dei due artisti che si sviluppa per mezzo di una minuziosa impostazione tecnica legata all’utilizzo dello stencil come principale tecnica espressiva, ma che proprio per i temi e le immagini proposti ne muta completamente l’approccio in strada.
Per il Festival polacco l’impostazione astratta prosegue la sua corsa andando a scandire un lavoro che a differenza del precedenti risulta maggiormente impostato verso una cadenza legata al gesto.
Osservando l’immagine che emerge tra le linee nere su background bianco, abbiamo la sensazione di trovarci di fronte ad una sorta di impulso istintivo che va a tracciare ed a scandire i passaggi del soggetto raffigurato. Sten & Lex scelgono qui di spingersi verso un nuovo livello, l’immagine questa volta è chiaramente leggibile ma viene sviluppata attraverso un intrecci di linee, dirette ed incisive, ripetute, per dare vita al paesaggio circostante il soggetto principale del lavoro, vere e proprie sferzate che rivelano emozioni e sensazioni differenti per un risultato finale che ancora una volta ci lascia colpiti e coinvolti e di cui siamo curiosi di vedere se ci sarà un seguito od un nuovo inaspettato sviluppo.
Non aggiungiamo altro, piuttosto in calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con i dettagli di quest’ultima fatica del duo, dateci un occhiata e se vi siete persi qualcosa, qui tutti i precedenti lavori realizzati per il Festival polacco.

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Alka Murat

Sten & Lex for Traffic Design Festival 2014

Proseguiamo il nostro viaggio per le strade di Gdynia, ad aver infatti da poco completato la loro grande parete ritroviamo a distanza di tempo il duo Italiano Sten & Lex che per il Traffic Design Festival sceglie di continuare il proprio e personale percorso astratto.
Nel corso degli ultimi mesi è apparso sempre più evidente il cambio repentino portato avanti da Sten & Lex, il duo romano ha sempre sviscerato una proposta artistica legata all’uomo ed in particolare ai volti umani, con una ricerca degli stessi all’interno del luogo di lavoro laddove, a fare capolino nella parete, erano visi anonimi che nella loro fisionomia puntualmente sono riusciti a sorprenderci per la grande particolarità della tecnica con la quale sono stati riprodotti. Di contro gli interpreti hanno iniziato a proporre sperimentazioni astratte trasformando completamente il proprio operato che è divenuto più introspettivo, più criptico e decisamente difficile da leggere.
Abbiamo accolto favorevolmente una impostazione maggiormente astratta con una continua ricerca tra forme, textures ed elementi altamente gestuali, uno sviluppo che prosegue e che sta interessando il loro percorso in questi ultimi mesi proseguendo attraverso una ricerca continua di nuovi impulsi ed impostazioni visive da sperimentare all’interno del tessuto urbano.
È bene sottolineare però che se questi sono gli stimoli attuali, rimane tuttavia invariata l’impostazione lavorativa dei due artisti che si sviluppa per mezzo di una minuziosa impostazione tecnica legata all’utilizzo dello stencil come principale tecnica espressiva, ma che proprio per i temi e le immagini proposti ne muta completamente l’approccio in strada.
Per il Festival polacco l’impostazione astratta prosegue la sua corsa andando a scandire un lavoro che a differenza del precedenti risulta maggiormente impostato verso una cadenza legata al gesto.
Osservando l’immagine che emerge tra le linee nere su background bianco, abbiamo la sensazione di trovarci di fronte ad una sorta di impulso istintivo che va a tracciare ed a scandire i passaggi del soggetto raffigurato. Sten & Lex scelgono qui di spingersi verso un nuovo livello, l’immagine questa volta è chiaramente leggibile ma viene sviluppata attraverso un intrecci di linee, dirette ed incisive, ripetute, per dare vita al paesaggio circostante il soggetto principale del lavoro, vere e proprie sferzate che rivelano emozioni e sensazioni differenti per un risultato finale che ancora una volta ci lascia colpiti e coinvolti e di cui siamo curiosi di vedere se ci sarà un seguito od un nuovo inaspettato sviluppo.
Non aggiungiamo altro, piuttosto in calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con i dettagli di quest’ultima fatica del duo, dateci un occhiata e se vi siete persi qualcosa, qui tutti i precedenti lavori realizzati per il Festival polacco.

Thanks to The Festival for The Pics
Pics by Alka Murat