fbpx
GORGO

Spaik – “Rebirth” New Mural in Medellin, Colombia

Dopo l’eccellente parete realizzata a Morelia in Messico in occasione del Festival de Arte Urbano Nicolaita, Spaik si è spostato a Medellin in Colombia dove ha da poco portato a termine questa nuova interessante pittura per l’importante Pictopia Festival la rassegna che fin dal 2011 sta intervenendo per le strade della cittadina Colombiana attraverso i lavoro di oltre 50 tra street artist e graffiti artist.
Il Messicano Spaik è senza dubbio uno degli esponenti di spicco della zona centro e sud americana, con questo intervento l’interprete prosegue sulla linea tracciata in questi anni da suoi colleghi, la scena latino americana e messicana abbraccia infatti quelle che sono le caratteristiche tipiche europee filtrandole però attraverso un fortissimo attaccamento alla propria terra, alle proprie tradizioni popolari e religiose, l’energia che scaturisce da queste pitture viene alimentata di fatto da un uso massiccio di colori, visti attraverso i corpi, i volti e le fattezze di quelli che sono i personaggi surreali ai quali prestano la vita. Quella che emerge è quindi la ferma volontà di far affiorare anzitutto il personale patrimonio culturale ma soprattutto la fortissima voglia di esprimersi attraverso tutte quelle visioni, quelle storie che fanno di questi luoghi un brulicare di immagini, simboli e sensazioni differenti che intersecandosi ed intrecciandosi tra loro ci regalo esperienze e spunti sempre nuovi.
Partendo da queste basi non stupisce quindi la particolare visione artistica di Spaik, l’artista si approccia attraverso un stile fortemente personale, le figure che emergono dalle sue creazioni sono dense di dettagli, rimandi, simbolismi della cultura messicana sviscerati attraverso una forte connotazione cromatica. I corpi irregolari a tratti carnevaleschi con i volti talvolta mascherati, le texture ed in filamenti dei vestiti fino ad arrivare gli stessi abiti e copricapi, ma soprattutto le tematiche al limite della tradizione, del folklore e della religione, è tutto fortemente immerso in quelle che sono le tradizioni della cultura messicana, tutto inserito in un quadro multi sfaccettato ed assolutamente d’impatto che come ci lasciato nuovamente impressionati.

Pics by The Artist via Bsa

Spaik – “Rebirth” New Mural in Medellin, Colombia

Dopo l’eccellente parete realizzata a Morelia in Messico in occasione del Festival de Arte Urbano Nicolaita, Spaik si è spostato a Medellin in Colombia dove ha da poco portato a termine questa nuova interessante pittura per l’importante Pictopia Festival la rassegna che fin dal 2011 sta intervenendo per le strade della cittadina Colombiana attraverso i lavoro di oltre 50 tra street artist e graffiti artist.
Il Messicano Spaik è senza dubbio uno degli esponenti di spicco della zona centro e sud americana, con questo intervento l’interprete prosegue sulla linea tracciata in questi anni da suoi colleghi, la scena latino americana e messicana abbraccia infatti quelle che sono le caratteristiche tipiche europee filtrandole però attraverso un fortissimo attaccamento alla propria terra, alle proprie tradizioni popolari e religiose, l’energia che scaturisce da queste pitture viene alimentata di fatto da un uso massiccio di colori, visti attraverso i corpi, i volti e le fattezze di quelli che sono i personaggi surreali ai quali prestano la vita. Quella che emerge è quindi la ferma volontà di far affiorare anzitutto il personale patrimonio culturale ma soprattutto la fortissima voglia di esprimersi attraverso tutte quelle visioni, quelle storie che fanno di questi luoghi un brulicare di immagini, simboli e sensazioni differenti che intersecandosi ed intrecciandosi tra loro ci regalo esperienze e spunti sempre nuovi.
Partendo da queste basi non stupisce quindi la particolare visione artistica di Spaik, l’artista si approccia attraverso un stile fortemente personale, le figure che emergono dalle sue creazioni sono dense di dettagli, rimandi, simbolismi della cultura messicana sviscerati attraverso una forte connotazione cromatica. I corpi irregolari a tratti carnevaleschi con i volti talvolta mascherati, le texture ed in filamenti dei vestiti fino ad arrivare gli stessi abiti e copricapi, ma soprattutto le tematiche al limite della tradizione, del folklore e della religione, è tutto fortemente immerso in quelle che sono le tradizioni della cultura messicana, tutto inserito in un quadro multi sfaccettato ed assolutamente d’impatto che come ci lasciato nuovamente impressionati.

Pics by The Artist via Bsa