fbpx
GORGO

Skount x Blaqk – “Tipographical Prism” New Mural in Athens

Come sappiamo Skount si trova in terra Greca, qui l’artista si è impegnato con una bella serie di opere di cui vi abbiamo reso conto nelle ultime settimane, prima di lasciare il paese alla volta dell’Australia scopriamo che si è concesso un ultima facciata questa in compagnia di una nostra conoscenza.
Ad Atene infatti Skount incontra uno dei ragazzi del collettivo Blaqk è insieme i due interpreti si addentrano all’interno di un vecchio edificio fatiscente per dare vita ad un bel lavoro in combo. Una delle caratteristiche più interessanti del lavoro di Skount è quella di riuscire a districarsi attraverso opere figurative ed astratte, due approcci diversi che vivono di vita propria attraverso facciate ed interessanti installazioni. Il lavoro con i Blaqk quindi è stato ovviamente impostato sui binari dell’astrattismo, la forma, proposta completamente in bianco e nero, si eleva dalla parete, una tridimensionalità che viene ampliata grazie al tratto calligrafico tipico dei lavori degli artisti greci con un interessante risultato finale.
Molto curiosi di vedere se tutto ciò avrà un seguito vi lasciamo con le immagini del lavoro portato a termine, come sempre tutto dopo il salto nella nostra gallery, ma restate qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti.

Pics by The Artist

Skount x Blaqk – “Tipographical Prism” New Mural in Athens

Come sappiamo Skount si trova in terra Greca, qui l’artista si è impegnato con una bella serie di opere di cui vi abbiamo reso conto nelle ultime settimane, prima di lasciare il paese alla volta dell’Australia scopriamo che si è concesso un ultima facciata questa in compagnia di una nostra conoscenza.
Ad Atene infatti Skount incontra uno dei ragazzi del collettivo Blaqk è insieme i due interpreti si addentrano all’interno di un vecchio edificio fatiscente per dare vita ad un bel lavoro in combo. Una delle caratteristiche più interessanti del lavoro di Skount è quella di riuscire a districarsi attraverso opere figurative ed astratte, due approcci diversi che vivono di vita propria attraverso facciate ed interessanti installazioni. Il lavoro con i Blaqk quindi è stato ovviamente impostato sui binari dell’astrattismo, la forma, proposta completamente in bianco e nero, si eleva dalla parete, una tridimensionalità che viene ampliata grazie al tratto calligrafico tipico dei lavori degli artisti greci con un interessante risultato finale.
Molto curiosi di vedere se tutto ciò avrà un seguito vi lasciamo con le immagini del lavoro portato a termine, come sempre tutto dopo il salto nella nostra gallery, ma restate qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti.

Pics by The Artist