fbpx
GORGO

GORGO ISSUE #06 – “Donna Summer” by Ema Jons

15,00

Disponibile

Descrizione

Come fanno i segni di un’immagine a restare impressi nel cervello, a suscitare sentimenti, tensioni?

Donna Summer è una storia, è il risultato di una ossessione, è il prenderne coscienza attraverso un esercizio ripetuto di metamorfosi cognitiva. È il quotidiano che si impossessa del corpo e dell’immaginazione, è la risposta viscerale a ciò che ci circonda, al bombardamento di informazioni e all’estetica diffusa.

Donna Summer è un viaggio introspettivo fatto di testi ed immagini. Ema Jons apre una finestra sul proprio flusso creativo, riportando pensieri, deduzioni, sensazioni e stati d’animo che hanno accompagnato lo sviluppo di una serie di immagini basate su una foto della Queen of Disco. A queste l’artista aggiunge le visioni e i disegni che ne hanno accompagnato il processo creativo, veri e propri sogni acidi raccolti all’interno delle doppie pagine. La copertina è invece ispirata ai libri tascabili della collana Oscar Mondadori dei primi anni 60’.

“… Se riuscirò a ricopiare Donna Summer esattamente com’è, la Donna sarà per sempre mia e unica e non subirò il suo effetto perché Donna Summer sarà un’immagine creata da me. Sarà come tagliarla a pezzi e questa fanza sarebbe come un sacco o un bagagliaio…” – Ema Jons

GORGO ISSUE #06 – “Donna Summer” by Ema Jons

15,00

Disponibile

Descrizione

Come fanno i segni di un’immagine a restare impressi nel cervello, a suscitare sentimenti, tensioni?

Donna Summer è una storia, è il risultato di una ossessione, è il prenderne coscienza attraverso un esercizio ripetuto di metamorfosi cognitiva. È il quotidiano che si impossessa del corpo e dell’immaginazione, è la risposta viscerale a ciò che ci circonda, al bombardamento di informazioni e all’estetica diffusa.

Donna Summer è un viaggio introspettivo fatto di testi ed immagini. Ema Jons apre una finestra sul proprio flusso creativo, riportando pensieri, deduzioni, sensazioni e stati d’animo che hanno accompagnato lo sviluppo di una serie di immagini basate su una foto della Queen of Disco. A queste l’artista aggiunge le visioni e i disegni che ne hanno accompagnato il processo creativo, veri e propri sogni acidi raccolti all’interno delle doppie pagine. La copertina è invece ispirata ai libri tascabili della collana Oscar Mondadori dei primi anni 60’.

“… Se riuscirò a ricopiare Donna Summer esattamente com’è, la Donna sarà per sempre mia e unica e non subirò il suo effetto perché Donna Summer sarà un’immagine creata da me. Sarà come tagliarla a pezzi e questa fanza sarebbe come un sacco o un bagagliaio…” – Ema Jons