GORGO

Aryz, Borondo, Hyuro, Elías Taño e Luzinterruptus per SENSEMURS Meeting of Muralists

Il 10 e 11 Marzo la piattaforma Horta és Futur No a la ZAL ha presentato SENSEMURS: 1st Meeting of Muralists in support of La Huerta nell’ambito della campagna di recupero del quartiere La Punta di Valencia in Spagna.

La campagna “Aturem la ZAL, Recuperem la Punta” è sostenuta da una cinquantina di organizzazioni civiche, agrarie ed ambientali e chiede il ritiro del piano industriale che trasformerà La Punta in una zona industriale e logistica per il porto della città. La Punta è un distretto situato a sud di Valencia ben noto per la sua vita rurale. Si tratta di area che nonostante sia riconosciuta come terra non sviluppabile e sotto protezione speciale negli ultimi anni è stata profondamente danneggiata dall’inarrestabile crescita del porto.
Il progetto di “Zona delle attività logistiche” (ZAL in spagnolo) promosso dal Porto di Valencia e dal Consiglio Comunale ha eliminato la protezione su questa zona causando l’espulsione di un centinaio di famiglie e la distruzione di case e frutteti. La resistenza dei cittadini e tre sentenze dell’Alta Corte di Giustizia hanno rallentato, bloccato e annullato il progetto che tuttavia sembra stia ora per ripartire.

Con l’obiettivo di dare visibilità a questo territorio tormentato e rivendicare il recupero di La Punta per la città e i suoi cittadini alcuni degli artisti urbani più riconosciuti a livello internazionale hanno partecipato a SENSEMURS.
In questa prima parte diamo uno sguardo agli interventi realizzati da Aryz, Borondo, Hyuro, Elías Taño e i Luzinterruptus.

Photo Credit: Artinwreck e Juanmi Ponce

Aryz, Borondo, Hyuro, Elías Taño e Luzinterruptus per SENSEMURS Meeting of Muralists

Il 10 e 11 Marzo la piattaforma Horta és Futur No a la ZAL ha presentato SENSEMURS: 1st Meeting of Muralists in support of La Huerta nell’ambito della campagna di recupero del quartiere La Punta di Valencia in Spagna.

La campagna “Aturem la ZAL, Recuperem la Punta” è sostenuta da una cinquantina di organizzazioni civiche, agrarie ed ambientali e chiede il ritiro del piano industriale che trasformerà La Punta in una zona industriale e logistica per il porto della città. La Punta è un distretto situato a sud di Valencia ben noto per la sua vita rurale. Si tratta di area che nonostante sia riconosciuta come terra non sviluppabile e sotto protezione speciale negli ultimi anni è stata profondamente danneggiata dall’inarrestabile crescita del porto.
Il progetto di “Zona delle attività logistiche” (ZAL in spagnolo) promosso dal Porto di Valencia e dal Consiglio Comunale ha eliminato la protezione su questa zona causando l’espulsione di un centinaio di famiglie e la distruzione di case e frutteti. La resistenza dei cittadini e tre sentenze dell’Alta Corte di Giustizia hanno rallentato, bloccato e annullato il progetto che tuttavia sembra stia ora per ripartire.

Con l’obiettivo di dare visibilità a questo territorio tormentato e rivendicare il recupero di La Punta per la città e i suoi cittadini alcuni degli artisti urbani più riconosciuti a livello internazionale hanno partecipato a SENSEMURS.
In questa prima parte diamo uno sguardo agli interventi realizzati da Aryz, Borondo, Hyuro, Elías Taño e i Luzinterruptus.

Photo Credit: Artinwreck e Juanmi Ponce