fbpx
GORGO

Seikon x David De La Mano x Pablo S. Herrero in Ramleje

Ci spostiamo a Ramleje nella Polonia del Nord, è qui si sono dati appuntamento Seikon, David De La Mano e Pablo S. Herrero, per realizzare una nuova pittura che intreccia i differenti e personali approcci stilistici di ciascuno.
Sempre interessante quando, autori differenti per estetica e temi trattati, vanno a miscelare le personali fascinazioni in unico intervento. In questo caso se, David De La Mano e Pablo S. Herrero, spesso hanno avuto modo di lavorare assieme, l’aggiunta di Seikon è una piacevole sorpresa e va ad aggiungere nuove ed interessanti spunti.
Lavorando attraverso una precisa scala tonale, un total black che esalta e definisce ciascuna delle tre differenti ‘fasi’ del grande cerchio, ciascuno degli interprete va a scandire una porzione della figura attraverso la personale ricerca visiva. Il risultato finale è quindi un intervento che unisce l’uomo, uno stimolo analogico ed astratto e la componente naturale, all’interno di un’unica e grande figura, il cerchio.
David De La Mano agisce nella parte superiore della figura. Prosegue la personale riflessione sull’essere umano attraverso la realizzazione di una serie di figure antropomorfe da prima intrecciate a mo’ di grande massa nera, fino ad una maggiore delineazione nelle forme. Attraverso questi iconici personaggi l’interprete si prefigge di raccogliere l’eredità degli aspetti più reconditi dell’uomo moderno. Le fragilità, la malinconia, i lati più oscuri, che giungono qui a plasmare l’aspetto di queste figure. Nella parte centrale c’è lo stacco, Seikon prosegue la sua sintesi astratta andando ad imbastire un nuovo intreccio di linee, giocando con effetti differenti, producendo un impeto percettivo, tra stimoli tridimensionali e di profondità. Ad attraversare infine la totalità dello spazio un segmento acido, fine e diretto posto, come ideale stacco e figlio delle ultime sperimentazioni dell’artista.
Nell’ultima sezione si muove invece Pablo S. Herrero. L’autore Spagnolo prosegue la personale elaborazione a tema naturale andando a sviluppare il consueto intreccio. Come spesso abbiamo avuto modo di vedere, l’artista sviluppa la personale sintesi attraverso una matassa in total black che si rifà agli elementi naturali, in particolare i rami degli alberi, come personale riflessione sul rapporto, natura ed ambiente.
In attesa di vedere un eventuale proseguo, vi lasciamo in compagnia di una bella serie di scatti con i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo, presto infatti nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro degli artisti.

Thanks to The Artists for The Pics

Seikon x David De La Mano x Pablo S. Herrero in Ramleje

Ci spostiamo a Ramleje nella Polonia del Nord, è qui si sono dati appuntamento Seikon, David De La Mano e Pablo S. Herrero, per realizzare una nuova pittura che intreccia i differenti e personali approcci stilistici di ciascuno.
Sempre interessante quando, autori differenti per estetica e temi trattati, vanno a miscelare le personali fascinazioni in unico intervento. In questo caso se, David De La Mano e Pablo S. Herrero, spesso hanno avuto modo di lavorare assieme, l’aggiunta di Seikon è una piacevole sorpresa e va ad aggiungere nuove ed interessanti spunti.
Lavorando attraverso una precisa scala tonale, un total black che esalta e definisce ciascuna delle tre differenti ‘fasi’ del grande cerchio, ciascuno degli interprete va a scandire una porzione della figura attraverso la personale ricerca visiva. Il risultato finale è quindi un intervento che unisce l’uomo, uno stimolo analogico ed astratto e la componente naturale, all’interno di un’unica e grande figura, il cerchio.
David De La Mano agisce nella parte superiore della figura. Prosegue la personale riflessione sull’essere umano attraverso la realizzazione di una serie di figure antropomorfe da prima intrecciate a mo’ di grande massa nera, fino ad una maggiore delineazione nelle forme. Attraverso questi iconici personaggi l’interprete si prefigge di raccogliere l’eredità degli aspetti più reconditi dell’uomo moderno. Le fragilità, la malinconia, i lati più oscuri, che giungono qui a plasmare l’aspetto di queste figure. Nella parte centrale c’è lo stacco, Seikon prosegue la sua sintesi astratta andando ad imbastire un nuovo intreccio di linee, giocando con effetti differenti, producendo un impeto percettivo, tra stimoli tridimensionali e di profondità. Ad attraversare infine la totalità dello spazio un segmento acido, fine e diretto posto, come ideale stacco e figlio delle ultime sperimentazioni dell’artista.
Nell’ultima sezione si muove invece Pablo S. Herrero. L’autore Spagnolo prosegue la personale elaborazione a tema naturale andando a sviluppare il consueto intreccio. Come spesso abbiamo avuto modo di vedere, l’artista sviluppa la personale sintesi attraverso una matassa in total black che si rifà agli elementi naturali, in particolare i rami degli alberi, come personale riflessione sul rapporto, natura ed ambiente.
In attesa di vedere un eventuale proseguo, vi lasciamo in compagnia di una bella serie di scatti con i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo, presto infatti nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro degli artisti.

Thanks to The Artists for The Pics