fbpx
GORGO

SBAGLIATO – “Window” New Piece in Ascoli Piceno

Se volevano stupirci ci sono riusciti, dopo intensi mesi di ricerca, sperimentazioni, e visioni nuove e caratteristiche i ragazzi di SBAGLIATO tornano a colpire con un nuovo intervento riallacciando un discorso interrotto da mesi ed inaugurando il nuovo anno con un pezzo che riporta alla memorie le precedenti performance.
L’evoluzione a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi è stata influenzata da interessanti e nuovi sviluppi visivi che SBAGLIATO sono riusciti a portare a compimento lasciando invariate quelle che sono le caratteristiche dei loro interventi, il gruppo tutto Italiano così non ha perciò intaccato affatto quello che è il fulcro tematico e lavorativo proseguendo il personale lavoro con la poster art ma portandola ad un livello oggettivamente più alto ed interagendo con il tessuto urbano attraverso giochi visivi mano a mano sempre più intricati e complicati. Ci siamo trovati così di fronte a lavori sensazionali e sensoriali, l’impatto forte e sordo ci ha confuso e fatto girare gli occhi, siamo rimasti più volte basiti in cerca delle finzione, dell’installazione vera e propria, che ha assunto sempre di più i connotati di realtà sempre più celata alla vista e sempre più difficile da individuare, un interazione micidiale e suggestiva che ci ha regalato scorci nuovi ed appassionanti, che ha saputo creare li dove prima non c’era assolutamente nulla, come se fossimo spettatori incoscienti della fantasia di un bambino che prende mano a mano forma all’interno del reale e del quotidiano, impattando con il razionale, con quello che già conosciamo, ribaltandone completamente gli aspetti visivi.
Ad affiancare questa ricerca e queste opportunità di lavorare su grandi e differenti spazi, gli interpreti hanno comunque continuano a portare avanti il proprio personale approccio urbano, divertendosi a realizzare in strada le peculiari installazioni, porte, finestre e cornicioni e tutto il variegato assortimento di infissi ai quali ci hanno abituato, vero e proprio core della loro esperienza in strada.
Dal titolo “Window”, il ritorno in strada per questo nuovo anno viene segnato da uno dei caratteristici interventi degli artisti, siamo in una delle viuzze di Ascoli Piceno, qui su questa porzione di parete appare una delle classiche finestre, un nuovo inganno per la vista, troppo bassa per essere vere eppure talmente reale e viva da lasciare sospeso il dubbio, ancora una volta la mente vede ciò che gli occhi suggeriscono, ancora una volta sospesi tra realtà e finzione, che dire, bentornati.
Ancora una volta lasciamo che siano le immagini a parlare, perciò scrollate giù dunque ad attendervi dopo il salto alcuni scatti del pezzo con i dettagli e tutto l’impatto dell’opera finale, è tutta vostra! Enjoy it.

Thanks to The Artists for The Pics

SBAGLIATO – “Window” New Piece in Ascoli Piceno

Se volevano stupirci ci sono riusciti, dopo intensi mesi di ricerca, sperimentazioni, e visioni nuove e caratteristiche i ragazzi di SBAGLIATO tornano a colpire con un nuovo intervento riallacciando un discorso interrotto da mesi ed inaugurando il nuovo anno con un pezzo che riporta alla memorie le precedenti performance.
L’evoluzione a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi è stata influenzata da interessanti e nuovi sviluppi visivi che SBAGLIATO sono riusciti a portare a compimento lasciando invariate quelle che sono le caratteristiche dei loro interventi, il gruppo tutto Italiano così non ha perciò intaccato affatto quello che è il fulcro tematico e lavorativo proseguendo il personale lavoro con la poster art ma portandola ad un livello oggettivamente più alto ed interagendo con il tessuto urbano attraverso giochi visivi mano a mano sempre più intricati e complicati. Ci siamo trovati così di fronte a lavori sensazionali e sensoriali, l’impatto forte e sordo ci ha confuso e fatto girare gli occhi, siamo rimasti più volte basiti in cerca delle finzione, dell’installazione vera e propria, che ha assunto sempre di più i connotati di realtà sempre più celata alla vista e sempre più difficile da individuare, un interazione micidiale e suggestiva che ci ha regalato scorci nuovi ed appassionanti, che ha saputo creare li dove prima non c’era assolutamente nulla, come se fossimo spettatori incoscienti della fantasia di un bambino che prende mano a mano forma all’interno del reale e del quotidiano, impattando con il razionale, con quello che già conosciamo, ribaltandone completamente gli aspetti visivi.
Ad affiancare questa ricerca e queste opportunità di lavorare su grandi e differenti spazi, gli interpreti hanno comunque continuano a portare avanti il proprio personale approccio urbano, divertendosi a realizzare in strada le peculiari installazioni, porte, finestre e cornicioni e tutto il variegato assortimento di infissi ai quali ci hanno abituato, vero e proprio core della loro esperienza in strada.
Dal titolo “Window”, il ritorno in strada per questo nuovo anno viene segnato da uno dei caratteristici interventi degli artisti, siamo in una delle viuzze di Ascoli Piceno, qui su questa porzione di parete appare una delle classiche finestre, un nuovo inganno per la vista, troppo bassa per essere vere eppure talmente reale e viva da lasciare sospeso il dubbio, ancora una volta la mente vede ciò che gli occhi suggeriscono, ancora una volta sospesi tra realtà e finzione, che dire, bentornati.
Ancora una volta lasciamo che siano le immagini a parlare, perciò scrollate giù dunque ad attendervi dopo il salto alcuni scatti del pezzo con i dettagli e tutto l’impatto dell’opera finale, è tutta vostra! Enjoy it.

Thanks to The Artists for The Pics