fbpx
GORGO

Rustam Qbic – New Mural in Cheboksary, Russia

Nuovo aggiornamento per Rustam Qbic, l’interprete Russo nei giorni scorsi si è spostato a Cheboksary i Russia dove ha avuto modo di realizzare questa nuova ed intensa pittura, tornando a dare forma e sostanza al suo particolare immaginario visivo.
In un panorama come quello Russo, dove la scena è praticamente rappresentata da tutti quegli autori che, venendo dal mondo dei graffiti, hanno poi successivamente elaborato un personale percorso di ricerca visiva sfociato nell’astratto, il nome di Rustam Qbic appare come una piacevole eccezione. L’autore Russo si affida infatti ad una impostazione pittorica legata certamente ad una figurazione, dando forma e sostanza ad una personale rielaborazione grafica, capace di ereditare tutto lo spessore delle personali riflessioni e fascinazione tematiche.
Un po’ come accade con il duo ucraino degli Interesni Kazki, l’interprete sviluppa un narrazione visiva incentrata sul surreale, traccia la forma e l’aspetto di mondi impossibili attraverso i quali riflettere e porre l’accento su tematiche appartenenti all’attualità. Si tratta di una indagine concreta e sfaccettata sull’uomo moderno, figura centrale nella pittura dell’artista, attraverso la quale esplorare le differenti fragilità, emotività e problematiche legati agli attuali tempi. Non semplice come significato, il lavoro portato avanti dall’artista si avvale di una personale fascinazione naturale, laddove, gli stessi esseri raffigurati, prendono l’aspetto di grandi e gigantesche piante, Se infatti da una parte troviamo una impostazione pittorica votata al realismo più estremo, ad una soluzione grafica in totale armonia con il paesaggio circostante, appare chiaro come l’interprete abbia voluto sviluppare un corpo lavorativo in cui, elementi, visioni e spunti eterogenei, trovano la loro giusta collocazione all’interno di un universo si fittizio, ma al tempo stesso così simile ed uguale a tutto ciò che circonda durante la nostra quotidianità.
Per questa sua ultima fatica Rustam Qbic lavora attraverso forti e spesse analogie, traccia l’aspetto di una serie di figure antropomorfe atte a sviluppare una riflessione sull’armonia, sull’equilibrio intrinseco degli elementi ricorrenti che compongono la nostra esistenza, soffermandosi in particolare sul lavoro di pace e di come la stessa possa essere raggiunta unicamente attraverso la collaborazione.
Ad accompagnare il nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete Russo, enjoy it.

Pics via San

Rustam Qbic – New Mural in Cheboksary, Russia

Nuovo aggiornamento per Rustam Qbic, l’interprete Russo nei giorni scorsi si è spostato a Cheboksary i Russia dove ha avuto modo di realizzare questa nuova ed intensa pittura, tornando a dare forma e sostanza al suo particolare immaginario visivo.
In un panorama come quello Russo, dove la scena è praticamente rappresentata da tutti quegli autori che, venendo dal mondo dei graffiti, hanno poi successivamente elaborato un personale percorso di ricerca visiva sfociato nell’astratto, il nome di Rustam Qbic appare come una piacevole eccezione. L’autore Russo si affida infatti ad una impostazione pittorica legata certamente ad una figurazione, dando forma e sostanza ad una personale rielaborazione grafica, capace di ereditare tutto lo spessore delle personali riflessioni e fascinazione tematiche.
Un po’ come accade con il duo ucraino degli Interesni Kazki, l’interprete sviluppa un narrazione visiva incentrata sul surreale, traccia la forma e l’aspetto di mondi impossibili attraverso i quali riflettere e porre l’accento su tematiche appartenenti all’attualità. Si tratta di una indagine concreta e sfaccettata sull’uomo moderno, figura centrale nella pittura dell’artista, attraverso la quale esplorare le differenti fragilità, emotività e problematiche legati agli attuali tempi. Non semplice come significato, il lavoro portato avanti dall’artista si avvale di una personale fascinazione naturale, laddove, gli stessi esseri raffigurati, prendono l’aspetto di grandi e gigantesche piante, Se infatti da una parte troviamo una impostazione pittorica votata al realismo più estremo, ad una soluzione grafica in totale armonia con il paesaggio circostante, appare chiaro come l’interprete abbia voluto sviluppare un corpo lavorativo in cui, elementi, visioni e spunti eterogenei, trovano la loro giusta collocazione all’interno di un universo si fittizio, ma al tempo stesso così simile ed uguale a tutto ciò che circonda durante la nostra quotidianità.
Per questa sua ultima fatica Rustam Qbic lavora attraverso forti e spesse analogie, traccia l’aspetto di una serie di figure antropomorfe atte a sviluppare una riflessione sull’armonia, sull’equilibrio intrinseco degli elementi ricorrenti che compongono la nostra esistenza, soffermandosi in particolare sul lavoro di pace e di come la stessa possa essere raggiunta unicamente attraverso la collaborazione.
Ad accompagnare il nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete Russo, enjoy it.

Pics via San