fbpx
GORGO

Rone – “The Alpha Project” in Melbourne

Uno sguardo a “The Alpha Project”, ultimo progetto di natura effimera realizzato da Rone all’interno di una vecchia cartiera abbandonata a Melbourne, in Australia.
Sviluppato in assoluto segreto, il progetto ha visto Rone dipingere la superfice interna di una vecchia struttura industriale in totale stato di abbandono. Peculiarità dello spazio, senza dubbio la grande altezza ed ampiezza delle pareti, che hanno permesso all’interprete di esercitare al meglio la personale ricerca pittorica.
Il lavoro di Rone continua ad essere legato ad una precisa fascinazione sulla bellezza femminile. Nonostante le protagoniste delle sue pitture siano tutte donne in carne ed ossa, fotografate e poi riproposte su parete, le produzioni dell’artista si sganciano dalla semplice idea di ritratto. L’intento dell’interprete è quello di intercettare quell’attimo di bellezza intrinseca, il suo picco che appare inevitabilmente legato al tempo, e che nell’idea dell’interprete si trasforma in una patina di tristezza. Il confronto passa quindi per immagini cariche di sentimento e forti scossoni emotivi, con l’autore Australiano particolarmente interessato a sottolineare la profondità degli sguardi e dell’espressività del volto.
Per questo progetto Rone prende possesso dell’intera struttura, prossima alla demolizione, dipingendo una serie di quattro enormi ritratti, più un quinto, di dimensione minore e realizzato su un alcune macere.
In apertura potete dare un occhiata al video-recap del progetto, dopo il salto invece una ricchissima serie di scatti con tutti i dettagli degli interventi realizzati dall’interprete. Dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Pics via San

Rone – “The Alpha Project” in Melbourne

Uno sguardo a “The Alpha Project”, ultimo progetto di natura effimera realizzato da Rone all’interno di una vecchia cartiera abbandonata a Melbourne, in Australia.
Sviluppato in assoluto segreto, il progetto ha visto Rone dipingere la superfice interna di una vecchia struttura industriale in totale stato di abbandono. Peculiarità dello spazio, senza dubbio la grande altezza ed ampiezza delle pareti, che hanno permesso all’interprete di esercitare al meglio la personale ricerca pittorica.
Il lavoro di Rone continua ad essere legato ad una precisa fascinazione sulla bellezza femminile. Nonostante le protagoniste delle sue pitture siano tutte donne in carne ed ossa, fotografate e poi riproposte su parete, le produzioni dell’artista si sganciano dalla semplice idea di ritratto. L’intento dell’interprete è quello di intercettare quell’attimo di bellezza intrinseca, il suo picco che appare inevitabilmente legato al tempo, e che nell’idea dell’interprete si trasforma in una patina di tristezza. Il confronto passa quindi per immagini cariche di sentimento e forti scossoni emotivi, con l’autore Australiano particolarmente interessato a sottolineare la profondità degli sguardi e dell’espressività del volto.
Per questo progetto Rone prende possesso dell’intera struttura, prossima alla demolizione, dipingendo una serie di quattro enormi ritratti, più un quinto, di dimensione minore e realizzato su un alcune macere.
In apertura potete dare un occhiata al video-recap del progetto, dopo il salto invece una ricchissima serie di scatti con tutti i dettagli degli interventi realizzati dall’interprete. Dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Pics via San