fbpx
GORGO

Rone – New Mural in Hollywood

Ci spostiamo ad Hollywood, qui a distanza di qualche giorno ritroviamo con piacere Rone, l’interprete Australiano ha infatti da poco terminato di dipingere questo nuovo intervento portando in dote tutto il suo iconico approccio stilistico.
Confrontarsi con le opere di Rone non è affatto semplice, sebbene l’impianto visivo dell’autore sia decisamente spostato verso un ottica figurativa, c’è il forte rischio di non comprendere appieno la profondità di un lavoro che non si limita unicamente alla riproduzione in serie.
La donna rappresenta certamente lo stimolo unico e principale del lavoro dell’artista. Lo sviluppo degli iper realistici ritratti passa però attraverso una personale sensibilità con cui l’interprete si approccia all’universo femminile. Il vero protagonista delle opere di Rone diviene quindi la bellezza esteriore. In questo senso l’autore si sofferma in particolare sul valore effimero della bellezza, laddove con il passare del tempo questa va irrimediabilmente a svanire. La bellezza diviene per l’interprete l’ideale canale espressivo in grado anzitutto di stimolare impulsi e sensazioni differenti, ed al tempo stesso rappresenta un istantanea di un particolare momento di vita. Il lavoro dell’artista va quindi a raccogliere questo spunto proiettando negli spazi urbani i corpi ed i volti di donne assolutamente attraenti, la loro bellezza ma al tempo stesso il valore certamente effimero della stessa. Ad entrare in contatto in questo con i volti e la perfezione dei soggetti proposti, troviamo un forte e malinconico sentimento. Rone dipinge l’apice dello splendore della donna ma al tempo stesso catturandone l’essenza riesce ad immortalarne il lento ed inesorabile decadimento ed i sentimenti che inevitabilmente si susseguono sul volto delle figure dipinte. I visi realizzati appaiono splendidi ad una prima e frettolosa analisi, approfondendo ed osservando attentamente gli sguardi, ne riusciremo a raccogliere il malessere, le paure e le fragilità.
Realizzato su questa enorme parete, quest’ultima fatica di Rone raccoglie alla perfezione le particolarità stilistiche del lavoro dell’interprete. Ancora una volta ci troviamo quindi a contatto con un volto femminile, con un nuova musa ispiratrice in grado di veicolare la particolare tematica portata avanti dalle produzioni dell’artista. A differenza del precedente lavoro, realizzato attraverso un intensa scala di rosso (Covered), quest’ultima fatica prende vita per mezzo di un profondo blu che va tratteggiare i lineamenti della figura femminile. Come consuetudine, l’elevato livello di dettaglio vede l’interprete soffermarsi in particolare sugli occhi e sulla bocca, per un risultato finale in grado ancora una volta di scuoterci e di trasmettere emozioni differenti.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Pics via San

Rone – New Mural in Hollywood

Ci spostiamo ad Hollywood, qui a distanza di qualche giorno ritroviamo con piacere Rone, l’interprete Australiano ha infatti da poco terminato di dipingere questo nuovo intervento portando in dote tutto il suo iconico approccio stilistico.
Confrontarsi con le opere di Rone non è affatto semplice, sebbene l’impianto visivo dell’autore sia decisamente spostato verso un ottica figurativa, c’è il forte rischio di non comprendere appieno la profondità di un lavoro che non si limita unicamente alla riproduzione in serie.
La donna rappresenta certamente lo stimolo unico e principale del lavoro dell’artista. Lo sviluppo degli iper realistici ritratti passa però attraverso una personale sensibilità con cui l’interprete si approccia all’universo femminile. Il vero protagonista delle opere di Rone diviene quindi la bellezza esteriore. In questo senso l’autore si sofferma in particolare sul valore effimero della bellezza, laddove con il passare del tempo questa va irrimediabilmente a svanire. La bellezza diviene per l’interprete l’ideale canale espressivo in grado anzitutto di stimolare impulsi e sensazioni differenti, ed al tempo stesso rappresenta un istantanea di un particolare momento di vita. Il lavoro dell’artista va quindi a raccogliere questo spunto proiettando negli spazi urbani i corpi ed i volti di donne assolutamente attraenti, la loro bellezza ma al tempo stesso il valore certamente effimero della stessa. Ad entrare in contatto in questo con i volti e la perfezione dei soggetti proposti, troviamo un forte e malinconico sentimento. Rone dipinge l’apice dello splendore della donna ma al tempo stesso catturandone l’essenza riesce ad immortalarne il lento ed inesorabile decadimento ed i sentimenti che inevitabilmente si susseguono sul volto delle figure dipinte. I visi realizzati appaiono splendidi ad una prima e frettolosa analisi, approfondendo ed osservando attentamente gli sguardi, ne riusciremo a raccogliere il malessere, le paure e le fragilità.
Realizzato su questa enorme parete, quest’ultima fatica di Rone raccoglie alla perfezione le particolarità stilistiche del lavoro dell’interprete. Ancora una volta ci troviamo quindi a contatto con un volto femminile, con un nuova musa ispiratrice in grado di veicolare la particolare tematica portata avanti dalle produzioni dell’artista. A differenza del precedente lavoro, realizzato attraverso un intensa scala di rosso (Covered), quest’ultima fatica prende vita per mezzo di un profondo blu che va tratteggiare i lineamenti della figura femminile. Come consuetudine, l’elevato livello di dettaglio vede l’interprete soffermarsi in particolare sugli occhi e sulla bocca, per un risultato finale in grado ancora una volta di scuoterci e di trasmettere emozioni differenti.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Pics via San