fbpx
GORGO

Rone – New Mural at Art Basel 2014

Prosegue il nostro viaggio a Miami, per l’Art Basel 2014 scende in campo Rone, il grande interprete Australiano a distanza di tempo torna a lavorare in strada proponendo per la rassegna di Miami uno dei suoi iconici ritratti.
Dopo l’intensa attività dei mesi scorsi, è quindi questa l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro di uno degli artisti più rappresentativi della scena Australiana attraverso un intervento che da una parte ne rivendica il particolare impianto visivo, dall’altra ci mostra nuovi ed interessanti sviluppi dello stesso.
Osservando le produzioni dell’autore è anzitutto importante sottolineare come le sue opere siano incentrate sulla figura della donna. La particolare sensibilità che accompagna l’artista nel suo lavoro in strada, si sviluppa quindi attraverso una proposta in grado di segnare gli spazi per mezzo della figura femminile. Approfondendo, aldilà dell’impianto stilistico, l’interprete concentra i propri sforzi su una personale riflessione sulla bellezza esteriore e come questa, con il passare del tempo, vada inevitabilmente a sfiorire. La bellezza come ideale canale espressivo in grado di stimolare emozioni e sensazioni differenti ed al tempo stesso protagonista indiscussa di un istantanea di vita. In questo senso l’abilità e volontà dell’autore è quella di sviluppare una pittura capace di cogliere la bellezza intrinseca della donna ed al tempo stesso il suo stato di precarietà. I toni malinconici, coadiuvati da una precisa ricerca dei volti scelti, proiettando quindi le opere di Rone all’interno di un vera e propria indagine sull’apice e conseguente decadimento delle bellezza in funzione di personali risvolti prettamente emotivi.
Per sviluppare questa precise tematiche, l’interprete realizza ritratti iper realistici raccogliere l’eredità della femme fatale, la diva degli anni ’60 individuando proprio in questa figura l’esatto impulso delle sue fascinazioni. La donna con la sua sensibilità, sensualità e femminilità prende vita attraverso un piglio figurativo altamente reale e profondo, in particolare le labbra e gli sguardi in particolari catalizzano l’attenzione dell’osservatore che si ritrova sospeso tra emozioni e stati d’animo differenti.
Con quest’ultima fatica Rone torna a lavoro proponendo un nuovo ritratto, al tempo stesso l’Australiano dirotta la propria attenzione su una nuova tipologia di donna. I tratti diventano più vicini a quelli afro americani segnando la volontà dell’interprete di raccogliere anche eredità visive differenti e nettamente differenti rispetto al consueto immaginario.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics via San

Rone – New Mural at Art Basel 2014

Prosegue il nostro viaggio a Miami, per l’Art Basel 2014 scende in campo Rone, il grande interprete Australiano a distanza di tempo torna a lavorare in strada proponendo per la rassegna di Miami uno dei suoi iconici ritratti.
Dopo l’intensa attività dei mesi scorsi, è quindi questa l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro di uno degli artisti più rappresentativi della scena Australiana attraverso un intervento che da una parte ne rivendica il particolare impianto visivo, dall’altra ci mostra nuovi ed interessanti sviluppi dello stesso.
Osservando le produzioni dell’autore è anzitutto importante sottolineare come le sue opere siano incentrate sulla figura della donna. La particolare sensibilità che accompagna l’artista nel suo lavoro in strada, si sviluppa quindi attraverso una proposta in grado di segnare gli spazi per mezzo della figura femminile. Approfondendo, aldilà dell’impianto stilistico, l’interprete concentra i propri sforzi su una personale riflessione sulla bellezza esteriore e come questa, con il passare del tempo, vada inevitabilmente a sfiorire. La bellezza come ideale canale espressivo in grado di stimolare emozioni e sensazioni differenti ed al tempo stesso protagonista indiscussa di un istantanea di vita. In questo senso l’abilità e volontà dell’autore è quella di sviluppare una pittura capace di cogliere la bellezza intrinseca della donna ed al tempo stesso il suo stato di precarietà. I toni malinconici, coadiuvati da una precisa ricerca dei volti scelti, proiettando quindi le opere di Rone all’interno di un vera e propria indagine sull’apice e conseguente decadimento delle bellezza in funzione di personali risvolti prettamente emotivi.
Per sviluppare questa precise tematiche, l’interprete realizza ritratti iper realistici raccogliere l’eredità della femme fatale, la diva degli anni ’60 individuando proprio in questa figura l’esatto impulso delle sue fascinazioni. La donna con la sua sensibilità, sensualità e femminilità prende vita attraverso un piglio figurativo altamente reale e profondo, in particolare le labbra e gli sguardi in particolari catalizzano l’attenzione dell’osservatore che si ritrova sospeso tra emozioni e stati d’animo differenti.
Con quest’ultima fatica Rone torna a lavoro proponendo un nuovo ritratto, al tempo stesso l’Australiano dirotta la propria attenzione su una nuova tipologia di donna. I tratti diventano più vicini a quelli afro americani segnando la volontà dell’interprete di raccogliere anche eredità visive differenti e nettamente differenti rispetto al consueto immaginario.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics via San