fbpx
GORGO

Rone – “Broken Window Theory” in Geelong, Australia

Dopo gli spostamenti degli ultimi giorni, Rone è tornado nella sua Australia, qui di tappa a Geelong, ha da poco terminato di dipingere questo nuovo ritratto sulla superficie esterna di questa vecchia struttura abbandonata.
Come abbiamo avuto il piacere di vedere più volte, il percorso artistico di Rone è fortemente segnato dalla figura della donna, l’operato dell’interprete dimostra tutta la sua sensibilità verso il gentil sesso andando però a toccare argomenti e tematiche legati alla bellezza intesa come sensazione ed emozione visiva.
Nelle intenzione dell’artista risiede quindi la volontà di tracciare una sorta di spaccato, un immagine chiara e nitida della bellezza intesa come vero e proprio stato di fatto ma che all’interno dell’immaginario dell’interprete attraversa una forte sensibilità malinconica. L’Australiano porta nei suoi interventi un messaggio differente, non si tratta di dipingere unicamente la bellezza esteriore ma piuttosto la ricerca dell’artista lo porta ad approfondire un indagine stratifica sull’apice ed il conseguente decadimento della bellezza, ma soprattutto sugli effetti psicologici ed emotivi, sulle ripercussioni della sensibilità interiore che una donna può sentire sue durante questo processo lento ed inesorabile. Per sviluppare questo sua peculiare tematica visiva Rone sceglie di realizzare giganteschi ritratti in cui il valore intrinseco del bello viene però intaccato da una nota malinconica che investe gli sguardi e le fattezze delle sue femme, i volti suggeriscono uno splendore ma anche un leggero decadimento, un istantanea rara e profonda che viene alimentata dal particolare tratto stilistico dell’artista. Osservando gli interventi dell’interprete emerge tutta la sua abilità pittorica, le sue donne – che richiamano nelle fattezze le femme fatale degli anni ’60 – colpiscono per la forte carica sensuale, per la femminilità con la quale vengono rappresentate e soprattutto per il fortissimo livello di realisticità che accompagna la loro comparsa negli spazi. In particolare l’artista concentra i propri sforzi sugli occhi, restituendo attraverso essi emozioni e sensazioni contrastanti, e le labbra vero e proprio motore delle sensibilità e femminilità dei soggetti raffigurati.
Dopo le sperimentazioni a carattere cromatico che hanno interessato gli interventi di Hollywood (Covered) e la parete per l’Art Basel di Miami (Covered), Rone torna qui sul classico proponendo un nuovo volto questa volta interfacciato con la particolare superfice della struttura. Dal titolo “Broken Window”, quest’ultima fatica dell’interprete va a dipingere sulla superficie esterna di una serie di grandi finestre. Nella parte inferiore, i vetri rotti, permettono all’artista di alimentare l’impatto visivo della pittura ma soprattutto sottolineare la precarietà ed il valore effimero della bellezza espressa da questa nuovo profilo.
Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete piuttosto trovare una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’autore qui sul Gorgo.

Rone – “Broken Window Theory” in Geelong, Australia

Dopo gli spostamenti degli ultimi giorni, Rone è tornado nella sua Australia, qui di tappa a Geelong, ha da poco terminato di dipingere questo nuovo ritratto sulla superficie esterna di questa vecchia struttura abbandonata.
Come abbiamo avuto il piacere di vedere più volte, il percorso artistico di Rone è fortemente segnato dalla figura della donna, l’operato dell’interprete dimostra tutta la sua sensibilità verso il gentil sesso andando però a toccare argomenti e tematiche legati alla bellezza intesa come sensazione ed emozione visiva.
Nelle intenzione dell’artista risiede quindi la volontà di tracciare una sorta di spaccato, un immagine chiara e nitida della bellezza intesa come vero e proprio stato di fatto ma che all’interno dell’immaginario dell’interprete attraversa una forte sensibilità malinconica. L’Australiano porta nei suoi interventi un messaggio differente, non si tratta di dipingere unicamente la bellezza esteriore ma piuttosto la ricerca dell’artista lo porta ad approfondire un indagine stratifica sull’apice ed il conseguente decadimento della bellezza, ma soprattutto sugli effetti psicologici ed emotivi, sulle ripercussioni della sensibilità interiore che una donna può sentire sue durante questo processo lento ed inesorabile. Per sviluppare questo sua peculiare tematica visiva Rone sceglie di realizzare giganteschi ritratti in cui il valore intrinseco del bello viene però intaccato da una nota malinconica che investe gli sguardi e le fattezze delle sue femme, i volti suggeriscono uno splendore ma anche un leggero decadimento, un istantanea rara e profonda che viene alimentata dal particolare tratto stilistico dell’artista. Osservando gli interventi dell’interprete emerge tutta la sua abilità pittorica, le sue donne – che richiamano nelle fattezze le femme fatale degli anni ’60 – colpiscono per la forte carica sensuale, per la femminilità con la quale vengono rappresentate e soprattutto per il fortissimo livello di realisticità che accompagna la loro comparsa negli spazi. In particolare l’artista concentra i propri sforzi sugli occhi, restituendo attraverso essi emozioni e sensazioni contrastanti, e le labbra vero e proprio motore delle sensibilità e femminilità dei soggetti raffigurati.
Dopo le sperimentazioni a carattere cromatico che hanno interessato gli interventi di Hollywood (Covered) e la parete per l’Art Basel di Miami (Covered), Rone torna qui sul classico proponendo un nuovo volto questa volta interfacciato con la particolare superfice della struttura. Dal titolo “Broken Window”, quest’ultima fatica dell’interprete va a dipingere sulla superficie esterna di una serie di grandi finestre. Nella parte inferiore, i vetri rotti, permettono all’artista di alimentare l’impatto visivo della pittura ma soprattutto sottolineare la precarietà ed il valore effimero della bellezza espressa da questa nuovo profilo.
Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete piuttosto trovare una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’autore qui sul Gorgo.