fbpx
GORGO

Landmark rurale: L’ultima affissione di RO.BO.COOP.

RO.BO.COOP. (acronimo di RomaBolognaCooperazione) è tornato in strada con una nuova affissione realizzata su Via Aurelia, nei pressi di Montalto di Castro.

La ricerca dell’artista parte dagli studi in architettura per abbracciare un approccio multidisciplinare e capace di intrecciare disegno, fotografia e composizione digitale. Il risultato sono immagini in cui il classico si miscela ad elementi contemporanei e moderni creando non solo una contrapposizione visiva tra passato e presente, ma soprattutto l’opportunità per una riflessione diversa sullo spazio.

Intitolata “Landmark rurale” quest’ultima affissione è stata disegnata a mano con una sovrapposizione di diversi livelli di lucido e successivamente riprodotta, stampata ed incollata su un magazzino in disuso in prossimità di Montalto di Castro, nella Maremma toscano-laziale.
L’opera si inserisce all’interno di un’indagine più ampia sul tema del landmark e del rapporto di questi con il paesaggio circostante. L’idea è quella di voler investigare la relazione e l’interazione fra il paesaggio rurale e l’evoluzione del costruito in Italia.
RO.BO.COOP. sottolinea come la torre, esente da qualsiasi riconoscenza formale, sia un elemento che a livello funzionale riveste un ruolo quasi nascosto e sottovalutato eppure ha un fortissimo valore a livello percettivo, soprattutto per chi percorre la Via Aurelia tra Lazio e Toscana.

Photo credit: The Artist

Landmark rurale: L’ultima affissione di RO.BO.COOP.

RO.BO.COOP. (acronimo di RomaBolognaCooperazione) è tornato in strada con una nuova affissione realizzata su Via Aurelia, nei pressi di Montalto di Castro.

La ricerca dell’artista parte dagli studi in architettura per abbracciare un approccio multidisciplinare e capace di intrecciare disegno, fotografia e composizione digitale. Il risultato sono immagini in cui il classico si miscela ad elementi contemporanei e moderni creando non solo una contrapposizione visiva tra passato e presente, ma soprattutto l’opportunità per una riflessione diversa sullo spazio.

Intitolata “Landmark rurale” quest’ultima affissione è stata disegnata a mano con una sovrapposizione di diversi livelli di lucido e successivamente riprodotta, stampata ed incollata su un magazzino in disuso in prossimità di Montalto di Castro, nella Maremma toscano-laziale.
L’opera si inserisce all’interno di un’indagine più ampia sul tema del landmark e del rapporto di questi con il paesaggio circostante. L’idea è quella di voler investigare la relazione e l’interazione fra il paesaggio rurale e l’evoluzione del costruito in Italia.
RO.BO.COOP. sottolinea come la torre, esente da qualsiasi riconoscenza formale, sia un elemento che a livello funzionale riveste un ruolo quasi nascosto e sottovalutato eppure ha un fortissimo valore a livello percettivo, soprattutto per chi percorre la Via Aurelia tra Lazio e Toscana.

Photo credit: The Artist