fbpx
GORGO

Robert Proch – “Turn The Corner” at OpenSpace Gallery

Dopo averne apprezzato le splendide pareti all’interno dei grandi festival che hanno spazzato i territorio dell’est durante quest’anno, Robert Proch si ferma presentando all’interno della OpenSpace Gallery di Parigi una nuova personale dal titolo “Turn the Corner”.
Dopo la fitta collaborazione che l’ha vista mostrarci da vicino tutte le declinazioni del filone Graffuturism, attraverso tre show dedicati oltre che l’immenso group show, la OpenSpace apre così le porte ad uno degli artisti più eclettici, capace in quest’ultima annata, e non solo, di realizzare tra gli interventi visivamente più emozionanti tra quelli fin qui visti. Peculiarità principale del lavoro di Robert Proch è la spiccata sensibilità dell’interprete di riuscire a declinare i propri interventi e le proprie tele attraverso una costante sensazione di movimento. I lavori si presentano come la perfetta miscela tra componente figurativa ed un approccio più astratto, tra forme e configurazione, profondissimi momenti e figure tridimensionali, le opere spiccano per un attenzione incredibile al dettaglio. I volti, così come i corpi ed i movimenti rappresentati, nel loro essere frammentati risultano assolutamente realistici, si intersecano a forme e figure geometriche, tra intermittenze cromatiche e nuvole di fumo, si dipanano formando assi e piani sui quali poggiano nuove forme, assetti, e volti, il tutto raccolto all’interno di un calderone di emozioni ed istantanee vorticose.
Un lavoro incredibile che sfrutta appieno tutta l’efficacia di entrambi gli emisferi, che tocca con sensibilità attimi e momenti intensi e di riflessioni attraverso un filtro nuovo ed assolutamente coinvolgente.
Abbiamo deciso di concentrare il nostro recap fotografico di questa ultima fatica di Roberto Porch esclusivamente sui lavori in mostra, volevamo darvi l’opportunità di apprezzare al meglio tutto l’incredibile tratto dell’interprete, perciò prendetevi cinque minuti e scrollate giù, ad aspettarvi una ampia selezione di scatti dei lavori esposti e se vi trovate in zona potete andare di persona a darci un occhiata fino al 21 di questo mese.

OpenSpace Gallery
56, Rue Alexandre Dumas
Paris 11^

Pics by Gallery

Robert Proch – “Turn The Corner” at OpenSpace Gallery

Dopo averne apprezzato le splendide pareti all’interno dei grandi festival che hanno spazzato i territorio dell’est durante quest’anno, Robert Proch si ferma presentando all’interno della OpenSpace Gallery di Parigi una nuova personale dal titolo “Turn the Corner”.
Dopo la fitta collaborazione che l’ha vista mostrarci da vicino tutte le declinazioni del filone Graffuturism, attraverso tre show dedicati oltre che l’immenso group show, la OpenSpace apre così le porte ad uno degli artisti più eclettici, capace in quest’ultima annata, e non solo, di realizzare tra gli interventi visivamente più emozionanti tra quelli fin qui visti. Peculiarità principale del lavoro di Robert Proch è la spiccata sensibilità dell’interprete di riuscire a declinare i propri interventi e le proprie tele attraverso una costante sensazione di movimento. I lavori si presentano come la perfetta miscela tra componente figurativa ed un approccio più astratto, tra forme e configurazione, profondissimi momenti e figure tridimensionali, le opere spiccano per un attenzione incredibile al dettaglio. I volti, così come i corpi ed i movimenti rappresentati, nel loro essere frammentati risultano assolutamente realistici, si intersecano a forme e figure geometriche, tra intermittenze cromatiche e nuvole di fumo, si dipanano formando assi e piani sui quali poggiano nuove forme, assetti, e volti, il tutto raccolto all’interno di un calderone di emozioni ed istantanee vorticose.
Un lavoro incredibile che sfrutta appieno tutta l’efficacia di entrambi gli emisferi, che tocca con sensibilità attimi e momenti intensi e di riflessioni attraverso un filtro nuovo ed assolutamente coinvolgente.
Abbiamo deciso di concentrare il nostro recap fotografico di questa ultima fatica di Roberto Porch esclusivamente sui lavori in mostra, volevamo darvi l’opportunità di apprezzare al meglio tutto l’incredibile tratto dell’interprete, perciò prendetevi cinque minuti e scrollate giù, ad aspettarvi una ampia selezione di scatti dei lavori esposti e se vi trovate in zona potete andare di persona a darci un occhiata fino al 21 di questo mese.

OpenSpace Gallery
56, Rue Alexandre Dumas
Paris 11^

Pics by Gallery