fbpx
GORGO

ROA for The Painted Desert Project

ROA entra nella cerchia degli artisti che hanno avuto l’occasione di lavorare al progetto “The Painted Desert Project”.

La zona desertica del Painted Desert è un deserto alto, il paesaggio è caratterizzato da tonalità di rosso, rosa, arancio, beige e marrone, da qui il nome. In questo angolo di mondo le poche persone che ci abitano vivono un esistenza tranquilla e spensierata, attaccati molto alla terra, sopravvivono grazie alla pastorizia e attraverso la vendita di chincaglieria di vario tipo.
Jetsonorama qui crea la sua prima installazione, i locali apprezzano molto e chiedono di realizzarne altre per convogliare il traffico nella zona. Qui a distanza di poco tempo Yote casualmente gli risponde, il primo cerca il secondo, si conoscono e nasce un forte rapporto di amicizia.
Entrambi i due artisti coltivavano il sogno di invitare alcuni dei loro street artist preferiti per mettere mano al paesaggio, nasce così The Painted Desert Project.
L’obiettivo è triplice, aumentare le interazioni tra i viaggiatori e la popolazione locale aiutando così l’economia povera del posto, coinvolgere i giovani facendoli avvicinare all’arte creando laboratori e invitandoli a partecipare con gli stessi artisti alla creazione delle opere, e ultimo ma non meno importante cambiare il volto di un tratto dell’autostrada nell’Arizona del nord.
Artisti differenti con diversi stili e modi di proporre la propria arte per colorare questa parte di deserto, confluiti in una grande galleria a cielo aperto.

Lo street artist Belga atterra in Arizona è si dà subito da fare andando ad occupare alcune abitazioni con il suo tratto distintivo fatto di animali.

For Providermag

ROA for The Painted Desert Project

ROA entra nella cerchia degli artisti che hanno avuto l’occasione di lavorare al progetto “The Painted Desert Project”.

La zona desertica del Painted Desert è un deserto alto, il paesaggio è caratterizzato da tonalità di rosso, rosa, arancio, beige e marrone, da qui il nome. In questo angolo di mondo le poche persone che ci abitano vivono un esistenza tranquilla e spensierata, attaccati molto alla terra, sopravvivono grazie alla pastorizia e attraverso la vendita di chincaglieria di vario tipo.
Jetsonorama qui crea la sua prima installazione, i locali apprezzano molto e chiedono di realizzarne altre per convogliare il traffico nella zona. Qui a distanza di poco tempo Yote casualmente gli risponde, il primo cerca il secondo, si conoscono e nasce un forte rapporto di amicizia.
Entrambi i due artisti coltivavano il sogno di invitare alcuni dei loro street artist preferiti per mettere mano al paesaggio, nasce così The Painted Desert Project.
L’obiettivo è triplice, aumentare le interazioni tra i viaggiatori e la popolazione locale aiutando così l’economia povera del posto, coinvolgere i giovani facendoli avvicinare all’arte creando laboratori e invitandoli a partecipare con gli stessi artisti alla creazione delle opere, e ultimo ma non meno importante cambiare il volto di un tratto dell’autostrada nell’Arizona del nord.
Artisti differenti con diversi stili e modi di proporre la propria arte per colorare questa parte di deserto, confluiti in una grande galleria a cielo aperto.

Lo street artist Belga atterra in Arizona è si dà subito da fare andando ad occupare alcune abitazioni con il suo tratto distintivo fatto di animali.

For Providermag