fbpx
GORGO

ROA – “Armadillo” New Mural For Art Basel 2013

Proseguiamo il nostro coverage sulle magie dell’Art Basel di quest’anno, la rassegna di Miami entra nel vivo con la discesa in campo di uno dei grandi big, ROA che dopo qualche mese di stop e di riposo torna a colpire un nuova ed interessante opera.
Tra gli artisti più apprezzati e seguiti, ROA continua da anni a portare avanti la propria personale visione decadente del mondo animale, la ricerca dell’artista ci ha regalato istantanee cocenti e dal forte impatto, figlie di una visione cupa, triste ed a tratti anche violenta, specialmente se si osservano le declinazioni rosso sangue che ogni tanto fanno capolino su parete. L’interprete Belga ha fatto del suo vagare per la terra e della sua ricerca sulla fauna locale il principale fulcro tematico del suo lavoro, sono infatti gli animali tipici del luogo a diventare i protagonisti delle sue incursioni che hanno nell’aspetto e nella loro visione finale il fulcro visivo nella scelta dell’artista di affidarsi unicamente a colori come il nero ed i suoi derivati, supportato dal bianco e dai grigi, il tratto invece è fortemente ricercato con forti e ripetute linee a dare vita alla pelle, il pelo e gli occhi delle sue belve. Quello che stupisce nei suoi interventi, oltre alla grande resa realistica che l’interprete riesce ad imprimere, è la forte connotazione emotiva che rappresenta da sempre il valore aggiunto del suo operato, ROA applica una riflessione sul mondo animale, ci mostra un lato differente della stessa medaglia, punta e spara diretto la propria feroce visione, in un impatto fragoroso che scuote i sensi e lascia intorpiditi da sensazioni di disagio e di aperto contrasto, le bestie riflettono il nostro essere umani, la nostra fame, la distruzioni che stiamo apportando ai loro habitat, le violenze che sono obbligati a ricevere, la loro debolezza e tutta l’atrocità della più elementare delle verità che porta con sè la violenza di una scala alimentare troppo spesso abusata dall’uomo stesso.
Per l’Art Basel ROA sceglie di realizzare “Armadillo”, come il nome suggerisce si tratta quindi di un nuovo iper realistico ritratto, niente grandi pareti, ma piuttosto questa piccola porzione di muro dove vediamo l’animale rannicchiato su stesso, quasi sospeso in aria, dove ci sentiamo di mettere l’accento sulla grande espressività raggiunta dall’interprete nel dipingere il guscio dell’animale.
Per apprezzare al meglio tutta l’efficacia della pittura di ROA e i grandi dettagli che accompagnano quest’ultimo lavoro, vi lasciamo alla bella selezione di scatti che trovate in calce, scrollate giù e dateci un occhiata, siamo certi apprezzerete.

Pics via San and BA

ROA – “Armadillo” New Mural For Art Basel 2013

Proseguiamo il nostro coverage sulle magie dell’Art Basel di quest’anno, la rassegna di Miami entra nel vivo con la discesa in campo di uno dei grandi big, ROA che dopo qualche mese di stop e di riposo torna a colpire un nuova ed interessante opera.
Tra gli artisti più apprezzati e seguiti, ROA continua da anni a portare avanti la propria personale visione decadente del mondo animale, la ricerca dell’artista ci ha regalato istantanee cocenti e dal forte impatto, figlie di una visione cupa, triste ed a tratti anche violenta, specialmente se si osservano le declinazioni rosso sangue che ogni tanto fanno capolino su parete. L’interprete Belga ha fatto del suo vagare per la terra e della sua ricerca sulla fauna locale il principale fulcro tematico del suo lavoro, sono infatti gli animali tipici del luogo a diventare i protagonisti delle sue incursioni che hanno nell’aspetto e nella loro visione finale il fulcro visivo nella scelta dell’artista di affidarsi unicamente a colori come il nero ed i suoi derivati, supportato dal bianco e dai grigi, il tratto invece è fortemente ricercato con forti e ripetute linee a dare vita alla pelle, il pelo e gli occhi delle sue belve. Quello che stupisce nei suoi interventi, oltre alla grande resa realistica che l’interprete riesce ad imprimere, è la forte connotazione emotiva che rappresenta da sempre il valore aggiunto del suo operato, ROA applica una riflessione sul mondo animale, ci mostra un lato differente della stessa medaglia, punta e spara diretto la propria feroce visione, in un impatto fragoroso che scuote i sensi e lascia intorpiditi da sensazioni di disagio e di aperto contrasto, le bestie riflettono il nostro essere umani, la nostra fame, la distruzioni che stiamo apportando ai loro habitat, le violenze che sono obbligati a ricevere, la loro debolezza e tutta l’atrocità della più elementare delle verità che porta con sè la violenza di una scala alimentare troppo spesso abusata dall’uomo stesso.
Per l’Art Basel ROA sceglie di realizzare “Armadillo”, come il nome suggerisce si tratta quindi di un nuovo iper realistico ritratto, niente grandi pareti, ma piuttosto questa piccola porzione di muro dove vediamo l’animale rannicchiato su stesso, quasi sospeso in aria, dove ci sentiamo di mettere l’accento sulla grande espressività raggiunta dall’interprete nel dipingere il guscio dell’animale.
Per apprezzare al meglio tutta l’efficacia della pittura di ROA e i grandi dettagli che accompagnano quest’ultimo lavoro, vi lasciamo alla bella selezione di scatti che trovate in calce, scrollate giù e dateci un occhiata, siamo certi apprezzerete.

Pics via San and BA