fbpx
GORGO

Reka – New Mural in Washington DC, USA

Ci spostiamo a Washington DC, qui a distanza di tempo ritroviamo con piacere Reka, l’interprete Australiano ha da poco terminato di dipingere un nuovo parete per un nuovo progetto in strada realizzato da Art Whino.
Questo nuovo intervento di Reka segna la volontà dell’autore di tornare a lavorare ponendo al centro del proprio operato la figura umana piuttosto che concentrarsi su elaborazione di animali od oggetti come visto nei precedenti interventi. Per questa sua ultima fatica l’artista prosegue nel portare avanti il suo personalissimo approccio visivo, in questo si tratta di un percorso visivo direttamente connesso con il radicato background da writer in seguito sviluppato attraverso la personale sensibilità cromatica che da sempre ne caratterizza le produzioni. Le influenze pop, il mondo dei fumetti, e le tendenze illustrative hanno infine generato quello che è il particolare e peculiare tratto dell’interprete.
Per mezzo di una creazione di forme, figure e linee sinuose, l’artista va a tracciare la silouetthe dei corpi e dei soggetti scelti, in questo senso si tratta di un impostazione duplice. Troviamo anzitutto una sorta di semplificazione visiva veicolata da un impulso astratto dove all’interno delle figure raffigurate, delle parti del corpo e dei volti – o maschere – si muovono forme e figure differenti scandite dal colore e da sensazioni miste inquietudine e divertimento.
Dall’altra parte appunto troviamo una vivacità dei colori e delle tinte scelte che vanno a dare vita e sostanza della totalità delle opere proposte dall’interprete,
A raccogliere l’eredità sia tematica che stilistica del lavoro di Reka troviamo un impostazione che unifica quindi le forme taglienti, le figure che si intersecano, un impulso direttamente ereditato dai graffiti, con un predilezione maggiormente pittorica. L’empatia con le produzioni dell’autore si sviluppa attraverso un forte carattere cromatico laddove va a svilupparsi una trama visiva che va ad alternare colori e tinte differenti attraverso una profondo puzzle costituito da forme ed elementi differenziati e dettagliati.
Quest’ultima fatica di Reka raccoglie appieno gli stimoli dell’autore, l’interprete va ad occupare la grande parete sviluppato una matassa intricata legata da una comune impostazione cromatica. Al tempo stesso all’interno della struttura vediamo ergersi due volti di due donne accompagnati da due maschere posto proprio di fronte i loro visi.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’intervento realizzato, il consiglio è come sempre quello di darci un occhiata, siamo certi che non mancherete di apprezzare.

Pics via San

Reka – New Mural in Washington DC, USA

Ci spostiamo a Washington DC, qui a distanza di tempo ritroviamo con piacere Reka, l’interprete Australiano ha da poco terminato di dipingere un nuovo parete per un nuovo progetto in strada realizzato da Art Whino.
Questo nuovo intervento di Reka segna la volontà dell’autore di tornare a lavorare ponendo al centro del proprio operato la figura umana piuttosto che concentrarsi su elaborazione di animali od oggetti come visto nei precedenti interventi. Per questa sua ultima fatica l’artista prosegue nel portare avanti il suo personalissimo approccio visivo, in questo si tratta di un percorso visivo direttamente connesso con il radicato background da writer in seguito sviluppato attraverso la personale sensibilità cromatica che da sempre ne caratterizza le produzioni. Le influenze pop, il mondo dei fumetti, e le tendenze illustrative hanno infine generato quello che è il particolare e peculiare tratto dell’interprete.
Per mezzo di una creazione di forme, figure e linee sinuose, l’artista va a tracciare la silouetthe dei corpi e dei soggetti scelti, in questo senso si tratta di un impostazione duplice. Troviamo anzitutto una sorta di semplificazione visiva veicolata da un impulso astratto dove all’interno delle figure raffigurate, delle parti del corpo e dei volti – o maschere – si muovono forme e figure differenti scandite dal colore e da sensazioni miste inquietudine e divertimento.
Dall’altra parte appunto troviamo una vivacità dei colori e delle tinte scelte che vanno a dare vita e sostanza della totalità delle opere proposte dall’interprete,
A raccogliere l’eredità sia tematica che stilistica del lavoro di Reka troviamo un impostazione che unifica quindi le forme taglienti, le figure che si intersecano, un impulso direttamente ereditato dai graffiti, con un predilezione maggiormente pittorica. L’empatia con le produzioni dell’autore si sviluppa attraverso un forte carattere cromatico laddove va a svilupparsi una trama visiva che va ad alternare colori e tinte differenti attraverso una profondo puzzle costituito da forme ed elementi differenziati e dettagliati.
Quest’ultima fatica di Reka raccoglie appieno gli stimoli dell’autore, l’interprete va ad occupare la grande parete sviluppato una matassa intricata legata da una comune impostazione cromatica. Al tempo stesso all’interno della struttura vediamo ergersi due volti di due donne accompagnati da due maschere posto proprio di fronte i loro visi.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’intervento realizzato, il consiglio è come sempre quello di darci un occhiata, siamo certi che non mancherete di apprezzare.

Pics via San