GORGO

Reka – New Mural in Paris, France

Invitato dalla Gallery Matgoth di Parigi, il grande Reka ha da poco terminato di realizzare una nuova e stupefacente pittura su questa lunghissima parete nella capitale Francese, il lavoro più grande fin qui realizzato dall’artista Australiano.
Confrontandosi con uno spazio di queste dimensioni, il campione Australiano da anni con base a Berlino, va ad realizzare una delle sue iconiche pitture raccogliendo appieno dalla sua particolare estetica pittorica.
Il confronto con le produzioni di Reka passa per le differenti influenze e peculiari fascinazioni che ne hanno accompagnato lo sviluppo nel corso del tempo. Se la spinta passa, come spesso abbiamo avuto modo di constatare, per una personale e radicato background nel mondo dei graffiti, successivamente l’autore si è lasciato contaminare da elementi pop, e da immaginari legati al mondo dei fumetti e dell’illustrazione.
Appare quindi evidente come, le differenti influenze dell’artista, abbiano generato una particolare miscela estetica dove, attraverso un intenso utilizzo del colore, l’interprete ha dato vita ad un personale impeto stilistico.
Il processo pittorico passa per la generazione di forme ed elementi cromatici differenti che, nel loro intrecciarsi ed intersecarsi nello spazio, vanno a dare forma e sostanza ad una peculiare sintesi estetica. Si tratta di figure, personaggi, animali, maschere e volti, oggetti e soggetti differenti che l’autore sviluppa in funzione di una ricchissima prerogativa tonale. Questi elementi raccolgono l’identità delle differenti influenze dell’artista. Da una parte raccolgono l’eredità dei graffiti, attraverso una composizione tagliente e diretta, dall’altra quella di una impostazione maggiormente pittorica, laddove i differenti percorsi, unendosi tra loro, vanno a formare il consueto intreccio visivo che da sempre caratterizza le produzioni dell’interprete.
L’opera realizzata a Parigi da Reka, vede l’autore giocare profondamente con la superficie di lavoro. Attraverso costanti giochi percettivi di profondità e tridimensionalità, scandendo l’aspetto di una grande figura femminile, di volti, oggetti e figure differenti, ecco ergersi l’ennesima, particolarmente efficace, pittura. Well done!
Null’altro da aggiungere, per darvi modo di apprezzare al meglio quest’ultima fatica dell’artista, vi invitiamo a dare un occhiata approfondita alle immagini in calce al nostro testo, è tutto dopo il salto, enjoy it.

Reka – New Mural in Paris, France

Invitato dalla Gallery Matgoth di Parigi, il grande Reka ha da poco terminato di realizzare una nuova e stupefacente pittura su questa lunghissima parete nella capitale Francese, il lavoro più grande fin qui realizzato dall’artista Australiano.
Confrontandosi con uno spazio di queste dimensioni, il campione Australiano da anni con base a Berlino, va ad realizzare una delle sue iconiche pitture raccogliendo appieno dalla sua particolare estetica pittorica.
Il confronto con le produzioni di Reka passa per le differenti influenze e peculiari fascinazioni che ne hanno accompagnato lo sviluppo nel corso del tempo. Se la spinta passa, come spesso abbiamo avuto modo di constatare, per una personale e radicato background nel mondo dei graffiti, successivamente l’autore si è lasciato contaminare da elementi pop, e da immaginari legati al mondo dei fumetti e dell’illustrazione.
Appare quindi evidente come, le differenti influenze dell’artista, abbiano generato una particolare miscela estetica dove, attraverso un intenso utilizzo del colore, l’interprete ha dato vita ad un personale impeto stilistico.
Il processo pittorico passa per la generazione di forme ed elementi cromatici differenti che, nel loro intrecciarsi ed intersecarsi nello spazio, vanno a dare forma e sostanza ad una peculiare sintesi estetica. Si tratta di figure, personaggi, animali, maschere e volti, oggetti e soggetti differenti che l’autore sviluppa in funzione di una ricchissima prerogativa tonale. Questi elementi raccolgono l’identità delle differenti influenze dell’artista. Da una parte raccolgono l’eredità dei graffiti, attraverso una composizione tagliente e diretta, dall’altra quella di una impostazione maggiormente pittorica, laddove i differenti percorsi, unendosi tra loro, vanno a formare il consueto intreccio visivo che da sempre caratterizza le produzioni dell’interprete.
L’opera realizzata a Parigi da Reka, vede l’autore giocare profondamente con la superficie di lavoro. Attraverso costanti giochi percettivi di profondità e tridimensionalità, scandendo l’aspetto di una grande figura femminile, di volti, oggetti e figure differenti, ecco ergersi l’ennesima, particolarmente efficace, pittura. Well done!
Null’altro da aggiungere, per darvi modo di apprezzare al meglio quest’ultima fatica dell’artista, vi invitiamo a dare un occhiata approfondita alle immagini in calce al nostro testo, è tutto dopo il salto, enjoy it.