fbpx
GORGO

Reka x Nawer – New Mural in Washington DC, USA

Torniamo con piacere per le strade di Washington DC, qui Reka ha da poco concluso una nuova sessione in strada in compagnia di Nawer, i due interpreti presentano quindi un intervento che unisce le loro differenti stilistiche visive.
Dopo l’intervento in solitaria di qualche giorno fa (Covered) Reka quindi incontra Nawer per dare vita ad una nuova serie di figure. Lavorando quindi in una perfetta simbiosi tra le differenti impostazioni stilistiche, i due autori vanno a generare un tre differenti figure disposte in fila e caratterizzate da una progressiva metamorfosi negli elementi interni che di fatto ne costituiscono i corpi.
Come visto più volte il lavoro di Nawer si sviluppa attraverso un approccio influenzato da una personale cadenza astratta. L’autore è sicuramente portato a lavorare attraverso una direzione geometrica proponendo una miscela in cui incontriamo linee, direttrici e figure spesse in funzione di una trasformazione percettiva degli spazi di lavoro. Lavorando attraverso l’utilizzo di differenti palette cromatiche, l’autore genera in questo senso figure ed elementi differenti, giochi di tridimensionalità atti ad elaborare un trama profonda e sfaccettata. Osservando le composizione generate dall’artista ci troviamo quindi di fronte a grandi e piccole direttrici, linee che solcano lo spazio andando ad intersecarsi dirigendosi in unico punto prima di proseguire il loro cammino. L’idea dell’autore è quella di mettere l’accento proprio su questo momento, sul passaggio di differenti forme all’interno di un unico spazio, le differenti rette che miscelano il loro percorso, in un lavoro che si sviluppa attraverso interessanti e differenti inquadrature di questa precisa dinamica.
L’approccio di Reka è la diretta conseguenza delle dirette influenze, dai graffiti, all’universo pop, passando per il mondo dei fumetti e dell’illustrazione. A caratterizzare le produzioni dell’interprete troviamo sicuramente una personale sensibilità cromatica che va a svilupparsi attraverso la creazione di forme, figure ed elementi sinuosi. L’artista da una parte traccia le forme e tratteggia l’aspetto delle sue figure, volti umani, maschere, oggetti od animali, tutti catalizzati dalla vivacità di colori e tinte che di fatto ne sviluppano i corpi e le sembianze. I lavori vanno quindi ad unificare il sapore tagliente dei graffiti con una impostazione maggiormente pittorica, un paradosso dal quale emergono dettagli, elementi e forme nelle forme. In questo senso la forza cromatica delle opere sviluppa la sostanza degli interventi laddove la semplificazione delle forme e dei soggetti raffigurati trasmette allo spettatore sensazioni alternate tra divertimento ed inquietudine.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella ed esaustiva serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, il consiglio è quello di darci un occhiata, siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics via San

Reka x Nawer – New Mural in Washington DC, USA

Torniamo con piacere per le strade di Washington DC, qui Reka ha da poco concluso una nuova sessione in strada in compagnia di Nawer, i due interpreti presentano quindi un intervento che unisce le loro differenti stilistiche visive.
Dopo l’intervento in solitaria di qualche giorno fa (Covered) Reka quindi incontra Nawer per dare vita ad una nuova serie di figure. Lavorando quindi in una perfetta simbiosi tra le differenti impostazioni stilistiche, i due autori vanno a generare un tre differenti figure disposte in fila e caratterizzate da una progressiva metamorfosi negli elementi interni che di fatto ne costituiscono i corpi.
Come visto più volte il lavoro di Nawer si sviluppa attraverso un approccio influenzato da una personale cadenza astratta. L’autore è sicuramente portato a lavorare attraverso una direzione geometrica proponendo una miscela in cui incontriamo linee, direttrici e figure spesse in funzione di una trasformazione percettiva degli spazi di lavoro. Lavorando attraverso l’utilizzo di differenti palette cromatiche, l’autore genera in questo senso figure ed elementi differenti, giochi di tridimensionalità atti ad elaborare un trama profonda e sfaccettata. Osservando le composizione generate dall’artista ci troviamo quindi di fronte a grandi e piccole direttrici, linee che solcano lo spazio andando ad intersecarsi dirigendosi in unico punto prima di proseguire il loro cammino. L’idea dell’autore è quella di mettere l’accento proprio su questo momento, sul passaggio di differenti forme all’interno di un unico spazio, le differenti rette che miscelano il loro percorso, in un lavoro che si sviluppa attraverso interessanti e differenti inquadrature di questa precisa dinamica.
L’approccio di Reka è la diretta conseguenza delle dirette influenze, dai graffiti, all’universo pop, passando per il mondo dei fumetti e dell’illustrazione. A caratterizzare le produzioni dell’interprete troviamo sicuramente una personale sensibilità cromatica che va a svilupparsi attraverso la creazione di forme, figure ed elementi sinuosi. L’artista da una parte traccia le forme e tratteggia l’aspetto delle sue figure, volti umani, maschere, oggetti od animali, tutti catalizzati dalla vivacità di colori e tinte che di fatto ne sviluppano i corpi e le sembianze. I lavori vanno quindi ad unificare il sapore tagliente dei graffiti con una impostazione maggiormente pittorica, un paradosso dal quale emergono dettagli, elementi e forme nelle forme. In questo senso la forza cromatica delle opere sviluppa la sostanza degli interventi laddove la semplificazione delle forme e dei soggetti raffigurati trasmette allo spettatore sensazioni alternate tra divertimento ed inquietudine.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella ed esaustiva serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, il consiglio è quello di darci un occhiata, siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics via San