fbpx
GORGO

Proembrion for W(riting) AND BEYOND Group Show

Uno sguardo ai lavori presentati da Proembrion per W(riting) AND BEYOND, group show firmato Galerie Celal all’interno del Celal M13, nuovo spazio Parigino.
L’evento è stato preceduto dal lancio di Graffiti Writing Expressions Manifestes, interessante pubblicazione firmata Lokiss, di cui vi abbiamo mostrato nelle settimane scorse parte dei lavori. L’edizione raccoglie il lavoro di 15 artisti differenti, attraverso un focus specifico per ognuno, capace di offrire al contempo una panoramica sulla cultura dei graffiti, sulla sua evoluzione nel corso del tempo.
Lo show, che raccoglie il lavoro di Antistatik, Keith K. Hopewell, il nostro Soda ed appunto Proembrion, ha visto quest’ultimo presentare una nuova serie di cinque acrilici su tela.
Il confronto con le produzioni dall’interprete, passa per la particolare commutazione della forma che ne scandisce la ricerca pittorica. L’autore trae ispirazione da elementi appartenenti all’universo digitale, plasmando forme e figure capaci al tempo stesso di restituire un forte senso organico. Il canovaccio visivo viene così scandito da forme, elementi in pixel, passando per i glitch e disturbi visivi.
Per lo show Proembrion presenta una nuova serie di tele caratterizzate anzitutto dall’utilizzo di toni e colori maggiormente delicati. Al tempo stesso l’autore Polacco gioca con la dimensione dello spazio, proiettandoci letteralmente all’interno dello stesso, lasciandoci confrontare con filamenti, intrecci di forme ed elementi che richiamano una struttura organica.
Nei prossimi giorni vi mostreremo i lavori degli altri partecipanti all’interessante group show, nel frattempo date uno sguardo alle immagini in calce al nostro testo e stay tuned.

Galerie Celal M13
13 Rue de Miromesnil
75008 Paris

Pics by The Artist

Proembrion for W(riting) AND BEYOND Group Show

Uno sguardo ai lavori presentati da Proembrion per W(riting) AND BEYOND, group show firmato Galerie Celal all’interno del Celal M13, nuovo spazio Parigino.
L’evento è stato preceduto dal lancio di Graffiti Writing Expressions Manifestes, interessante pubblicazione firmata Lokiss, di cui vi abbiamo mostrato nelle settimane scorse parte dei lavori. L’edizione raccoglie il lavoro di 15 artisti differenti, attraverso un focus specifico per ognuno, capace di offrire al contempo una panoramica sulla cultura dei graffiti, sulla sua evoluzione nel corso del tempo.
Lo show, che raccoglie il lavoro di Antistatik, Keith K. Hopewell, il nostro Soda ed appunto Proembrion, ha visto quest’ultimo presentare una nuova serie di cinque acrilici su tela.
Il confronto con le produzioni dall’interprete, passa per la particolare commutazione della forma che ne scandisce la ricerca pittorica. L’autore trae ispirazione da elementi appartenenti all’universo digitale, plasmando forme e figure capaci al tempo stesso di restituire un forte senso organico. Il canovaccio visivo viene così scandito da forme, elementi in pixel, passando per i glitch e disturbi visivi.
Per lo show Proembrion presenta una nuova serie di tele caratterizzate anzitutto dall’utilizzo di toni e colori maggiormente delicati. Al tempo stesso l’autore Polacco gioca con la dimensione dello spazio, proiettandoci letteralmente all’interno dello stesso, lasciandoci confrontare con filamenti, intrecci di forme ed elementi che richiamano una struttura organica.
Nei prossimi giorni vi mostreremo i lavori degli altri partecipanti all’interessante group show, nel frattempo date uno sguardo alle immagini in calce al nostro testo e stay tuned.

Galerie Celal M13
13 Rue de Miromesnil
75008 Paris

Pics by The Artist