GORGO

Pixel Pancho – “Venta De Suenos” New Mural in Juarez, Mexico

A distanza di qualche settimana scopriamo con piacere l’ultima tappa del grande Pixel Pancho, l’interprete italiano si è infatti spostato a Juarez in Messico dove ha da poco portato a termine un nuova parete.

Dopo la bella performance a Lisbona ospite dei ragazzi della UnderDogs Gallery (qui), Pixel Pancho per questa sua incursione Messicana cambia nuovamente le carte in tavola, l’artista ci stupisce con un nuovo lavoro dal titolo “Venta De Suenos” molto distante dai consueti e caratteristici elaborati, l’opera infatti si presenta come una sorta di pubblicità inversa. Piuttosto che coprire lo spazio attraverso il suo fitto immaginario, dove trovano spazio giganteggianti robot umanoidi in un ritratto della decadenza dell’uomo moderno proprio attraverso l’ausilio delle macchine, l’interprete qui sceglie elementi in parte distanti, un grande volto più umano che robotico fa così la sua comparsa alimentato da una serie di scritte a mò di advertising.

Siamo di fronte quindi ad una parete che sa di sperimentazione, Pixel Pancho per un attimo mette da parte la personale riflessione, la ruggine e la natura che stanno invadendo con così forza e vigore i suoi giganteggianti essere in metallo, per concentrarsi piuttosto su temi sempre impegnati e che rivestono, per la location e per il significato sociale, un significato particolare, siamo infatti in Messico con tutti i problemi dell’emigrazione per gli States alla ricerca del sogno americano che, come recita la parete, in questi temi così difficili pare essersi completamente affievolito.

Un opera nuova che ci ha incuriosito e di cui siamo interessanti nel vedere il proseguo in un forse nuovo percorso tracciato dalla pittura dell’artista, tutti i dettagli nelle immagini in calce, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul lavoro del grande artista italiano qui sul Gorgo.

Pics via Street Art News

Pixel Pancho – “Venta De Suenos” New Mural in Juarez, Mexico

A distanza di qualche settimana scopriamo con piacere l’ultima tappa del grande Pixel Pancho, l’interprete italiano si è infatti spostato a Juarez in Messico dove ha da poco portato a termine un nuova parete.

Dopo la bella performance a Lisbona ospite dei ragazzi della UnderDogs Gallery (qui), Pixel Pancho per questa sua incursione Messicana cambia nuovamente le carte in tavola, l’artista ci stupisce con un nuovo lavoro dal titolo “Venta De Suenos” molto distante dai consueti e caratteristici elaborati, l’opera infatti si presenta come una sorta di pubblicità inversa. Piuttosto che coprire lo spazio attraverso il suo fitto immaginario, dove trovano spazio giganteggianti robot umanoidi in un ritratto della decadenza dell’uomo moderno proprio attraverso l’ausilio delle macchine, l’interprete qui sceglie elementi in parte distanti, un grande volto più umano che robotico fa così la sua comparsa alimentato da una serie di scritte a mò di advertising.

Siamo di fronte quindi ad una parete che sa di sperimentazione, Pixel Pancho per un attimo mette da parte la personale riflessione, la ruggine e la natura che stanno invadendo con così forza e vigore i suoi giganteggianti essere in metallo, per concentrarsi piuttosto su temi sempre impegnati e che rivestono, per la location e per il significato sociale, un significato particolare, siamo infatti in Messico con tutti i problemi dell’emigrazione per gli States alla ricerca del sogno americano che, come recita la parete, in questi temi così difficili pare essersi completamente affievolito.

Un opera nuova che ci ha incuriosito e di cui siamo interessanti nel vedere il proseguo in un forse nuovo percorso tracciato dalla pittura dell’artista, tutti i dettagli nelle immagini in calce, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul lavoro del grande artista italiano qui sul Gorgo.

Pics via Street Art News