fbpx
GORGO

Phlegm – New Mural for Artscape Festival 2014

Dopo aver passato alcune settimane nell’emisfero Australe, il grande Phlegm si è da poco spostato a Malmö in Svezia come uno degli ospiti di punta del bel Artscape Festival, l’interprete inglese per la rassegna ha da poco completato questo splendido nuovo lavoro.
Caratterizzando sempre tutti i suoi lavori attraverso un indole visiva piuttosto personale e soprattutto per mezzo di un tratto forte, rimarcato e che si affida unicamente al bianco ed al nero come unici vettori cromatici, Phlegm ha saputo nel corso di questi anni farci calare all’interno di una dimensione pittorica precisa e peculiare, un vero e proprio mondo a sé attraverso il quale l’artista si confronta con la realtà ed allo stesso tempo dà sfogo a tutta la sua fervida immaginazione. L’universo caratteristico dell’artista con base a Sheffield è infarcito dalla presenza di personaggi bizzarri calati all’interno di una scenografia e di conseguenza un mondo, che parete dopo parete si è fatto mano a mano sempre più limpido e vivo, l’abilità dell’interprete è stata quella di rendere sempre più coinvolgente l’ambientazione dei suoi characters rivelando in questo modo tutta le peculiarità di un universo proprio e vasto che da elemento passivo nel percorso produttivo dell’interprete, ha iniziato specialmente nell’ultimo anno, a prendere forma rappresentando una figura ed un protagonista a se stante ed offrendoci in questo modo l’opportunità di approfondire le vicende dei soggetti che lo abitano. Le creazioni di Phlegm ruotano intorno alla figura degli iconici characters, esili e con abiti caratteristici li abbiamo spesso visti alle prese con le situazioni più improbabili, immersi all’interno di un habitat intriso di riferimenti alla cosmologia, all’alchimia, ma anche a temi come lo steampunk, rivelando tutto il carattere di un filone tematico sfaccettato e decisamente profondo. L’ingegno dell’interprete è stato fin da subito quello di caratterizzare al meglio le sue controparti su muro e su carta inserendole all’interno di situazioni sempre diverse in un altalena che non ha risparmiato di coinvolgere animali e creature fantastiche, toccare temi e spunti differenti e soprattutto offrire allo spettatore l’opportunità di immergersi all’interno del mondo da lui stesso ideato. Abbiamo visto di questi soggetti l’ingegneria e la tecnologia, spesso caratterizzata da riferimenti magici, così come la loro inventiva, laddove unendo gli sforzi riescono a compiere azioni impossibile diversamente, per un coinvolgimento ampio ed avvolgente.
Per il festival Svedese Phlegm va a lavorare su questa grande lunga parete, l’intervento è anzitutto caratterizzato da una fortissima interazione con la particolare conformità dello spazio, con le piccole finestre ed i pali a diventare parte integrando della composizione finale. Sviluppando l’intervento spiccatamente verso l’alto, l’artista va quindi ad inserire un bel numero dei suoi iconici personaggi intenti proprio a salire, attraverso corde e scale su tutta la superficie del muro.
Un bel ritorno caratterizzato dal consueto e peculiare immaginario che vi invitiamo a osservare da vicino attraverso la bella serie di scatti che come sempre accompagnano i nostri testi, è tutto dopo il salto! Enjoy it.

Pics by The Artist

Phlegm – New Mural for Artscape Festival 2014

Dopo aver passato alcune settimane nell’emisfero Australe, il grande Phlegm si è da poco spostato a Malmö in Svezia come uno degli ospiti di punta del bel Artscape Festival, l’interprete inglese per la rassegna ha da poco completato questo splendido nuovo lavoro.
Caratterizzando sempre tutti i suoi lavori attraverso un indole visiva piuttosto personale e soprattutto per mezzo di un tratto forte, rimarcato e che si affida unicamente al bianco ed al nero come unici vettori cromatici, Phlegm ha saputo nel corso di questi anni farci calare all’interno di una dimensione pittorica precisa e peculiare, un vero e proprio mondo a sé attraverso il quale l’artista si confronta con la realtà ed allo stesso tempo dà sfogo a tutta la sua fervida immaginazione. L’universo caratteristico dell’artista con base a Sheffield è infarcito dalla presenza di personaggi bizzarri calati all’interno di una scenografia e di conseguenza un mondo, che parete dopo parete si è fatto mano a mano sempre più limpido e vivo, l’abilità dell’interprete è stata quella di rendere sempre più coinvolgente l’ambientazione dei suoi characters rivelando in questo modo tutta le peculiarità di un universo proprio e vasto che da elemento passivo nel percorso produttivo dell’interprete, ha iniziato specialmente nell’ultimo anno, a prendere forma rappresentando una figura ed un protagonista a se stante ed offrendoci in questo modo l’opportunità di approfondire le vicende dei soggetti che lo abitano. Le creazioni di Phlegm ruotano intorno alla figura degli iconici characters, esili e con abiti caratteristici li abbiamo spesso visti alle prese con le situazioni più improbabili, immersi all’interno di un habitat intriso di riferimenti alla cosmologia, all’alchimia, ma anche a temi come lo steampunk, rivelando tutto il carattere di un filone tematico sfaccettato e decisamente profondo. L’ingegno dell’interprete è stato fin da subito quello di caratterizzare al meglio le sue controparti su muro e su carta inserendole all’interno di situazioni sempre diverse in un altalena che non ha risparmiato di coinvolgere animali e creature fantastiche, toccare temi e spunti differenti e soprattutto offrire allo spettatore l’opportunità di immergersi all’interno del mondo da lui stesso ideato. Abbiamo visto di questi soggetti l’ingegneria e la tecnologia, spesso caratterizzata da riferimenti magici, così come la loro inventiva, laddove unendo gli sforzi riescono a compiere azioni impossibile diversamente, per un coinvolgimento ampio ed avvolgente.
Per il festival Svedese Phlegm va a lavorare su questa grande lunga parete, l’intervento è anzitutto caratterizzato da una fortissima interazione con la particolare conformità dello spazio, con le piccole finestre ed i pali a diventare parte integrando della composizione finale. Sviluppando l’intervento spiccatamente verso l’alto, l’artista va quindi ad inserire un bel numero dei suoi iconici personaggi intenti proprio a salire, attraverso corde e scale su tutta la superficie del muro.
Un bel ritorno caratterizzato dal consueto e peculiare immaginario che vi invitiamo a osservare da vicino attraverso la bella serie di scatti che come sempre accompagnano i nostri testi, è tutto dopo il salto! Enjoy it.

Pics by The Artist