fbpx
GORGO

Phlegm – New Mural at Bloop Festival

Se scriviamo Ibiza viene naturale pensare a feste, party, e discoteche mastodontiche, a noi invece viene in mente il Bloop Festival che torna anche quest’anno bello carico e pronto a lanciare la propria sfida alle altre rassegne Europe. Il festival oltre ad offrire musica ed intrattenimento, ha la propria ragione d’essere nell’arte urbana, esplorando diverse correnti sia attraverso la pittura che le arti installatorie, si susseguiranno un bel numero di star internazionali e nazionali, tra cui citiamo i nostri Guildor, Fra Biancoshock e Iena Cruz a rappresentare l’Italia, gli Interesni Kazki, Dadi Dreucol, Malarky e Phlegm.
Proprio con quest’ultimo iniziamo il nostro coverage sulla rassegna spagnola andando a dare un occhiata alla pazzesca facciata terminata dall’artista durante tutta la settimana. Il grande interprete di Sheffield già l’anno scorso era intervenuto su una delle grande pareti a disposizione per il festival, quest’anno si ripete concedendo il bis ed elaborando un altro dei suoi incredibili pezzi.
Siamo sempre più rapiti dall’immaginario di Phlegm, la forza dei suoi lavori è l’inesauribile vastità delle sua fantasia che entra puntualmente in contatto con i suoi bizzarri personaggi, da quest’impatto nascono lavori singolari, a tratti divertenti, dove il suo stile unico fatto di linee nere, grovigli di ombre e dettagli che ne esaltano le particolarità, è al servizio dell’immenso mondo immaginato. Nella vastità ideata da Phlegm emergono così figure distorte figlie di un processo evolutivo diverso, di tematiche steampunk, accompagnate da archetipi tecnologici bizzarri, l’artista inventa di continuo, creando scenografie, paesaggi e dipingendo un mondo a sé stante, ma quello che stupisce è che quello che propone ci risulta assolutamente vero, ritrovandoci con lui a vagare all’interno della sua stessa immaginazione.

Pics by The Artist

Phlegm – New Mural at Bloop Festival

Se scriviamo Ibiza viene naturale pensare a feste, party, e discoteche mastodontiche, a noi invece viene in mente il Bloop Festival che torna anche quest’anno bello carico e pronto a lanciare la propria sfida alle altre rassegne Europe. Il festival oltre ad offrire musica ed intrattenimento, ha la propria ragione d’essere nell’arte urbana, esplorando diverse correnti sia attraverso la pittura che le arti installatorie, si susseguiranno un bel numero di star internazionali e nazionali, tra cui citiamo i nostri Guildor, Fra Biancoshock e Iena Cruz a rappresentare l’Italia, gli Interesni Kazki, Dadi Dreucol, Malarky e Phlegm.
Proprio con quest’ultimo iniziamo il nostro coverage sulla rassegna spagnola andando a dare un occhiata alla pazzesca facciata terminata dall’artista durante tutta la settimana. Il grande interprete di Sheffield già l’anno scorso era intervenuto su una delle grande pareti a disposizione per il festival, quest’anno si ripete concedendo il bis ed elaborando un altro dei suoi incredibili pezzi.
Siamo sempre più rapiti dall’immaginario di Phlegm, la forza dei suoi lavori è l’inesauribile vastità delle sua fantasia che entra puntualmente in contatto con i suoi bizzarri personaggi, da quest’impatto nascono lavori singolari, a tratti divertenti, dove il suo stile unico fatto di linee nere, grovigli di ombre e dettagli che ne esaltano le particolarità, è al servizio dell’immenso mondo immaginato. Nella vastità ideata da Phlegm emergono così figure distorte figlie di un processo evolutivo diverso, di tematiche steampunk, accompagnate da archetipi tecnologici bizzarri, l’artista inventa di continuo, creando scenografie, paesaggi e dipingendo un mondo a sé stante, ma quello che stupisce è che quello che propone ci risulta assolutamente vero, ritrovandoci con lui a vagare all’interno della sua stessa immaginazione.

Pics by The Artist