fbpx
GORGO

Phlegm for PUBLIC 2015 in Perth

Dopo ben due settimane di lavoro, ecco svelata l’ultima fatica del grande Phlegm, l’autore inglese si trova a Perth in Australia dove ha da poco terminato di realizzare questa nuova pittura su una serie di silos verticali.
Al lavoro per l’eccellente FORM Public Art Project di quest’anno, l’interprete, con a disposizione uno spazio di queste proporzioni equamente diviso con Hense che si sta occupando degli altri silos, va ad istillare tutto il suo immaginario attraverso una nuova e potente pittura ispirata agli iconici palloni aerostatici della zona.
Con negli occhi ancora la sua ultima opera realizzata a Londra (Covered) quest’ultimo lavoro ci offre ancora una volta l’opportunità di osserva il lavoro dell’artista, proiettato su superfici di una dimensione rilevante, per un impatto finale certamente rimarcato e riuscito.
A catalizzare le produzioni di Phlegm troviamo un immaginario vibrante e scandito dalla capacità dell’autore di sviluppare una vero e proprio universo narrativo, costantemente in movimento, scandito da elementi surreali ed sottili analogie con il nostro presente. L’abilità dell’artista è tale da farci letteralmente immergere all’interno dello stesso, in un confronto con situazioni bizzarre ed al limite del surreale.
Questa particolare prerogativa è l’ideale risultato delle influenze dal mondo dei fumetti, che così tanto hanno e continuano, ad interessare l’operato dell’interprete anche nel lavoro presentato in strada.
A farsi carico delle macchinazioni, delle situazioni irreali, troviamo manco a dirlo un produzione legata a particolari personaggi. In questa rappresentazione l’essere umano viene distorto ed arrangiato in funzione di un contesto narrativo peculiare, zeppo di riferimenti, di macchine e di tecnologie inventate ed infine di un insistente contesto naturale.
Per sviluppare questa sua particolare impostazione tematica, troviamo un approccio pittorico dettato dall’uso della bomboletta e da una sensibile predilezione per il dettaglio. Ogni opera trova un virtuosa assenza di colore, viene strutturata unicamente attraverso sottile e spesse linee nere in grado di plasmare la forma e la sostanza delle immagini proposte.
L’abbiamo spesso visto confrontarsi con spazi e superfici abbandonate nei pressi della sua Sheffiled, ora, raccogliendo quindi appieno dal proprio iconico immaginario, Phlegm va a realizzare una nuova ed intensa pittura sviluppando temi e situazioni inedite, ancora una volta sostenute dai suoi iconici personaggi.
Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Phlegm for PUBLIC 2015 in Perth

Dopo ben due settimane di lavoro, ecco svelata l’ultima fatica del grande Phlegm, l’autore inglese si trova a Perth in Australia dove ha da poco terminato di realizzare questa nuova pittura su una serie di silos verticali.
Al lavoro per l’eccellente FORM Public Art Project di quest’anno, l’interprete, con a disposizione uno spazio di queste proporzioni equamente diviso con Hense che si sta occupando degli altri silos, va ad istillare tutto il suo immaginario attraverso una nuova e potente pittura ispirata agli iconici palloni aerostatici della zona.
Con negli occhi ancora la sua ultima opera realizzata a Londra (Covered) quest’ultimo lavoro ci offre ancora una volta l’opportunità di osserva il lavoro dell’artista, proiettato su superfici di una dimensione rilevante, per un impatto finale certamente rimarcato e riuscito.
A catalizzare le produzioni di Phlegm troviamo un immaginario vibrante e scandito dalla capacità dell’autore di sviluppare una vero e proprio universo narrativo, costantemente in movimento, scandito da elementi surreali ed sottili analogie con il nostro presente. L’abilità dell’artista è tale da farci letteralmente immergere all’interno dello stesso, in un confronto con situazioni bizzarre ed al limite del surreale.
Questa particolare prerogativa è l’ideale risultato delle influenze dal mondo dei fumetti, che così tanto hanno e continuano, ad interessare l’operato dell’interprete anche nel lavoro presentato in strada.
A farsi carico delle macchinazioni, delle situazioni irreali, troviamo manco a dirlo un produzione legata a particolari personaggi. In questa rappresentazione l’essere umano viene distorto ed arrangiato in funzione di un contesto narrativo peculiare, zeppo di riferimenti, di macchine e di tecnologie inventate ed infine di un insistente contesto naturale.
Per sviluppare questa sua particolare impostazione tematica, troviamo un approccio pittorico dettato dall’uso della bomboletta e da una sensibile predilezione per il dettaglio. Ogni opera trova un virtuosa assenza di colore, viene strutturata unicamente attraverso sottile e spesse linee nere in grado di plasmare la forma e la sostanza delle immagini proposte.
L’abbiamo spesso visto confrontarsi con spazi e superfici abbandonate nei pressi della sua Sheffiled, ora, raccogliendo quindi appieno dal proprio iconico immaginario, Phlegm va a realizzare una nuova ed intensa pittura sviluppando temi e situazioni inedite, ancora una volta sostenute dai suoi iconici personaggi.
Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.