fbpx
GORGO

Petro AES x Slak – A New Mural in Moscow

Attivissimi in questo periodo, Petro AES e Slak continuano la loro stretta collaborazione andando a realizzare una nuovo intervento ancora una volta nella cornice di Mosca dove i due autori proseguono nel portare in dote tutto il personale approccio astratto.
Come ormai avete avuto modo di vedere, ci stiamo sempre più interessando ai lavori ed agli artisti provenienti dall’est europeo, completamente assorti all’interno delle particolari dinamiche astratte capaci di guidarci all’interno di stimoli e situazioni cognitivi del tutto inaspettati. Questi primi mesi, hanno rappresentato l’opportunità di confrontarci con la continua escalation di interventi realizzati dal duo Russo, con la possibilità di approfondirne al meglio le dinamiche pittoriche e la continua evoluzione apportata all’interno delle figure proposte.
Lavorando a stretto contatto con il panorama circostante, dal quale inevitabilmente Slak e Petro AES raccolgono i personali stimoli, il duo ha saputo dare vita ad opere dense, catartiche e particolarmente sensibili. Dialogando attraverso una comune chiave tonale, gli interpreti sviluppato la loro pittura servendosi di forme ed elementi irregolari, facendo intersecare gli stessi, sviluppando effetti di sovrapposizione attraverso intensi cambi tonali. Lo stimolo sta quindi nel dettaglio, nella generazione tra caos ed ordine delle figure che compongono le forme finali, veri e propri percorsi catartici in grado, attraverso una lettura soggettiva, di suggerire di volta in volta spunti ed emozioni differenti.
Quest’ultima fatica, continua la serie di interventi realizzati lunga la linea della ferrovia. A catalizzare l’intervento troviamo anzitutto il consueto approccio geometrico che contraddistingue le produzioni di Petro AES e Slak, spazio quindi ad una decostruzione e costruzione di forme irregolari e geometriche, ma è il colore a riservare interessanti novità. Abituati a confrontarci con puzzle cromatici piuttosto rimarcati, attraverso i quali i due interpreti hanno sviluppato il cuore dei loro interventi, la scelta qui ricade in una impostazione particolarmente neutra. Utilizzando unicamente una ricchissima scala di grigi e neri, gli autori vanno ad imbastire la trama delle due lunghe figure realizzate. Particolarità dell’intervento è però l’inserimento di una scala tonale, posta proprio in basso alle due forme, che si rifà ai piccoli elementi cromatici che interrompono la apatia tonale dei due interventi. Una scelta questa che abbiamo particolarmente apprezzato e di cui siamo curiosi di vedere un eventuale sviluppo nei prossimi lavori.
In attesa di nuovi aggiornamenti, vi lasciamo ad i dettagli di quest’ultimo intervento, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti, enjoy it.

Pics by The Artist

Petro AES x Slak – A New Mural in Moscow

Attivissimi in questo periodo, Petro AES e Slak continuano la loro stretta collaborazione andando a realizzare una nuovo intervento ancora una volta nella cornice di Mosca dove i due autori proseguono nel portare in dote tutto il personale approccio astratto.
Come ormai avete avuto modo di vedere, ci stiamo sempre più interessando ai lavori ed agli artisti provenienti dall’est europeo, completamente assorti all’interno delle particolari dinamiche astratte capaci di guidarci all’interno di stimoli e situazioni cognitivi del tutto inaspettati. Questi primi mesi, hanno rappresentato l’opportunità di confrontarci con la continua escalation di interventi realizzati dal duo Russo, con la possibilità di approfondirne al meglio le dinamiche pittoriche e la continua evoluzione apportata all’interno delle figure proposte.
Lavorando a stretto contatto con il panorama circostante, dal quale inevitabilmente Slak e Petro AES raccolgono i personali stimoli, il duo ha saputo dare vita ad opere dense, catartiche e particolarmente sensibili. Dialogando attraverso una comune chiave tonale, gli interpreti sviluppato la loro pittura servendosi di forme ed elementi irregolari, facendo intersecare gli stessi, sviluppando effetti di sovrapposizione attraverso intensi cambi tonali. Lo stimolo sta quindi nel dettaglio, nella generazione tra caos ed ordine delle figure che compongono le forme finali, veri e propri percorsi catartici in grado, attraverso una lettura soggettiva, di suggerire di volta in volta spunti ed emozioni differenti.
Quest’ultima fatica, continua la serie di interventi realizzati lunga la linea della ferrovia. A catalizzare l’intervento troviamo anzitutto il consueto approccio geometrico che contraddistingue le produzioni di Petro AES e Slak, spazio quindi ad una decostruzione e costruzione di forme irregolari e geometriche, ma è il colore a riservare interessanti novità. Abituati a confrontarci con puzzle cromatici piuttosto rimarcati, attraverso i quali i due interpreti hanno sviluppato il cuore dei loro interventi, la scelta qui ricade in una impostazione particolarmente neutra. Utilizzando unicamente una ricchissima scala di grigi e neri, gli autori vanno ad imbastire la trama delle due lunghe figure realizzate. Particolarità dell’intervento è però l’inserimento di una scala tonale, posta proprio in basso alle due forme, che si rifà ai piccoli elementi cromatici che interrompono la apatia tonale dei due interventi. Una scelta questa che abbiamo particolarmente apprezzato e di cui siamo curiosi di vedere un eventuale sviluppo nei prossimi lavori.
In attesa di nuovi aggiornamenti, vi lasciamo ad i dettagli di quest’ultimo intervento, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti, enjoy it.

Pics by The Artist