fbpx
GORGO

Nevercrew – New Mural for Satka Street Art Festival

L’ultima pittura realizzata dai Nevercrew a Satka in Russia, parte dei lavori per il Satka Street Art Festival di quest’anno curato dalla Fondazione Fund Sobrani.
Satke è una cittadina russa nella regione di Celjebinsk tra le colline ed i boschi dei Monti Urali. La città è stata fondata come centro di estrazione minerario del ferro e dell’oro, letteralmente costruita intorno ad una grande cava di magnesite. Il luogo ben rappresenta la particolare relazione tra l’essere umano e la natura, l’equilibrio tra uomo e lo sfruttamento delle risorse sulle quali di fatto si poggia la totale economia di questi luoghi.
Intitolato “Baring Machine” il progetto pittorico realizzato dai Nevercrew ha visto il duo realizzare due differenti interventi strettamente legati agli spunti ed ai temi figli del luogo di lavoro. Il primo su una gigantesca parete, il secondo in piccola parete di fronte alla collina creata con gli scarti proveniente dalle attività di scavo.
Particolarmente sensibili alle tematiche legate al complesso rapporto tra uomo e natura, Pablo e Christian riflettono qui sulle proporzioni e gli squilibri trattando temi come la consapevolezza ed il coinvolgimento. Per gli interpreti i sistemi su cui si basa la nostra società, sia essi di natura economica, politica o sociale, sono spesso lontani dalla natura umana, dai diritti e dal rispetto per l’ambiente. Questa tendenza ha portato ad un distacco emotivo ed intellettuale, dove tutto diviene accettabile anche ciò che è dannoso, dove non c’è più una percezione delle conseguenze con l’effetto di un distaccamento dalla realtà.
Tutti i dettagli dell’opera e la fasi del making of nell’ampia galleria di scatti che potete visionare in calce al nostro testo. Dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per scoprire i prossimi spostamenti del duo.

Thanks to The Artists for The Pics

Nevercrew – New Mural for Satka Street Art Festival

L’ultima pittura realizzata dai Nevercrew a Satka in Russia, parte dei lavori per il Satka Street Art Festival di quest’anno curato dalla Fondazione Fund Sobrani.
Satke è una cittadina russa nella regione di Celjebinsk tra le colline ed i boschi dei Monti Urali. La città è stata fondata come centro di estrazione minerario del ferro e dell’oro, letteralmente costruita intorno ad una grande cava di magnesite. Il luogo ben rappresenta la particolare relazione tra l’essere umano e la natura, l’equilibrio tra uomo e lo sfruttamento delle risorse sulle quali di fatto si poggia la totale economia di questi luoghi.
Intitolato “Baring Machine” il progetto pittorico realizzato dai Nevercrew ha visto il duo realizzare due differenti interventi strettamente legati agli spunti ed ai temi figli del luogo di lavoro. Il primo su una gigantesca parete, il secondo in piccola parete di fronte alla collina creata con gli scarti proveniente dalle attività di scavo.
Particolarmente sensibili alle tematiche legate al complesso rapporto tra uomo e natura, Pablo e Christian riflettono qui sulle proporzioni e gli squilibri trattando temi come la consapevolezza ed il coinvolgimento. Per gli interpreti i sistemi su cui si basa la nostra società, sia essi di natura economica, politica o sociale, sono spesso lontani dalla natura umana, dai diritti e dal rispetto per l’ambiente. Questa tendenza ha portato ad un distacco emotivo ed intellettuale, dove tutto diviene accettabile anche ciò che è dannoso, dove non c’è più una percezione delle conseguenze con l’effetto di un distaccamento dalla realtà.
Tutti i dettagli dell’opera e la fasi del making of nell’ampia galleria di scatti che potete visionare in calce al nostro testo. Dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per scoprire i prossimi spostamenti del duo.

Thanks to The Artists for The Pics